Impegnati nel verde

Così la FIG premia i circoli amici del verde

impegnati nel verde

“Impegnati nel verde” è il riconoscimento ambientale della Federazione Italiana Golf per promuovere lo sviluppo ecosostenibile del golf, sensibilizzando circoli e giocatori sulle tematiche ambientali.

“Impegnati nel verde” INV vuole far conoscere e accompagnare i Circoli verso la Certificazione Ambientale internazionale GEO (Golf Environment Organization), un programma riconosciuto dal CIO e dalle maggiori associazioni che operano nel golf come R&A, EGA,PGA European Tour, o che proteggono la natura, come WWF internazionale, Ecored, fornendo tutta l’assistenza tecnica necessaria.

Le principali finalità di INV sono:

  1. sviluppo di politiche di ecosostenibilità dei percorsi di golf sia nella fase di progettazione che di manutenzione;
  2. riduzione e ottimizzazione del consumo di risorse naturali;
  3. miglioramento dell’immagine del golf verso il mondo esterno.

INV è organizzato in 5 categorie ambientali:

  1. Acqua
  2. Biodiversità
  3. Energia
  4. Paesaggio
  5. Patrimonio storico, artistico e culturale

I Circoli interessati a partecipare all’assegnazione annuale dei Riconoscimenti Ambientali Impegnati nel verde devono scaricare e compilare il Modulo di adesione Riconoscimento INV e inviarlo via e-mail alla Federazione Italiana Golf alla cortese attenzione di Tiziana Parisi (tparisi@federgolf.it).

Il lavoro e le attività svolte dai Circoli candidati al Riconoscimento Ambientale INV vengono valutati da un Comitato Tecnico Scientifico composto da cinque docenti universitari.

I Circoli che hanno utilizzato tecnologie, metodologie, progettazioni e gestioni in grado di sviluppare un netto miglioramento della sostenibilità ambientale del percorso e un approccio responsabile nell’utilizzo delle risorse naturali vengono insigniti del Riconoscimento. La consegna dei relativi Diplomi, a cura del Presidente federale, avviene ogni anno in occasione dell’Open d’Italia.

Leggi l’elenco dei circoli italiani con Riconoscimento INV.

Newsletter

Vai all’archivio Newsletter Ambiente