fbpx

Trionfo azzurro in Portogallo: titolo a Migliozzi, 2° Saracino e Nations Trophy all’Italia

  13 Febbraio 2016 News
Condividi su:

Trionfo azzurro nell’86° Portuguese International Amateur Championship, disputato sul percorso del Montado Hotel & Golf Resort (par 72), a Palmela in Portogallo: ha vinto Guido Migliozzi con 274 colpi (69 66 70 69, -14), al secondo posto si è classificato Andrea Saracino con 276 (69 70 68 69, -12), e il team di Italia A (Guido Migliozzi, Jacopo Vecchi Fossa, Luca Cianchetti) si è imposto nel Trofeo delle Nazioni con 412 (140 140 141, -11).
Era la seconda uscita stagionale degli azzurri ed è stata ancora una vittoria dopo quella di Jacopo Vecchi Fossa nel Pals Winter Camp in Spagna. Inoltre per il terzo anno consecutivo gli italiani sono saliti sul gradino più alto del podio al Montado dopo Renato Paratore (2014) e Paolo Ferraris (2015).
La coppia azzurra ha nettamente distaccato gli avversari che praticamente dal secondo turno, ossia da quando Migliozzi, è salito in vetta, non sono stati più in partita. Al terzo posto, in ritardo di nove colpi, è terminato il danese John Axelsen (283, -5), un giocatore di ottima quotazione internazionale. quindi al quarto con 284 (-4) il tedesco Maximilian Boegel, gli inglesi Marco Penge e Jack Singh Brar, il gallese Owen Edwards e il francese Edgar Catherine e al nono con 285 (-3) il danese Emil Sogaard e l’inglese Jack Yule. In 20ª posizione con 289 (71 74 76 68, +1) Jacopo Vecchi Fossa, in 30ª con 292 (73 74 70 75, +4) Giacomo Fortini e in 39ª con 294 (72 75 70 77, +6) Andrea Romano.
Migliozzi (nella foto alla premiazione tra Federico Bisazza e Alberto Binaghi) e Saracino hanno iniziato il giro finale ai primi due posti divisi da due colpi e hanno fatto cammino parallelo realizzando entrambi un parziale di 69 (-3) con quattro birdie e un bogey.
“E’ stato un responso che ha premiato l’ottimo lavoro invernale svolto – ha detto Alberto Binaghi, direttore tecnico della squadra azzurra maschile – e che assume maggior valore se pensiamo che Migliozzi ha stabilito il nuovo punteggio più basso del torneo in condizioni proibitive con pioggia e vento. Inoltre c’erano in campo giocatori di ottima levatura, con team reduci da lavoro invernale svolto in paesi caldi, ma ancora una volta quanto abbiamo eseguito nel periodo di preparazione è stato assolutamente valido come testimoniano sia i successi nelle prime due gare dell’anno, sia il terzo titolo di fila in questa gara. Per quanto riguarda me e Federico Bisazza abbiamo fatto da caddie ogni giorno ai nostri ragazzi e, in particolare, abbiamo seguito nell’ultimo giro buca per buca, uno per ciascuno, Migliozzi e Saracino e questo credo che sia stato un ottimo supporto per loro”.
Tante i titoli conquistati da Migliozzi, vicentino, classe 1997, tesserato per il Club della Montecchia, tra i quali figurano sei titoli italiani (pulcini 2011, cadetti 2012- 2013, ragazzi 2012-2013 e dilettanti match play 2014) e quelli negli Internazionali d’Italia Under 16 (2012), nel Duke of York (2013), nel Junior World Match Play, nel French International Boys e nellEuropean Nations Championship (2014). Inoltre nel 2014 ha fatto parte della squadra azzurra che dominato nel Campionato Europeo Boys.
Nel Trofeo delle Nazioni, assegnato dopo tre giri, en-plein azzurro con il successo, come detto, di Italia A e con il secondo posto (429 – 143 143 143, -3) di Italia B (Andrea Saracino, Federico Zuckermann, Gian Maria Rean Trinchero). Al terzo Francia A (413, -1), quindi Danimarca A (432, par), Portogallo A (434, +2), Irlanda A  e Irlanda B (439, +7) e Germania A (441, +9).
Sono rimasti fuori al taglio, effettuato dopo 54 buche, Luca Cianchetti, 46° con 222 (73 78 71, +6), Federico Zuckermann (77 73 75) e Riccardo Leo (76 72 77), 58.i con 225 (+9), Filippo Campigli (78 75 75) e Gianmaria Rean Trinchero (74 76 78), 74.i con 228 (+12), Paolo Ferraris, campione uscente, 88° con 231 (76 79 76, +15), Tomaso Zannin, 93° con 232 (74 83 75, +16), Leonardo Bellini, 100° con 234 (81 75 78, +18), Gianluca Bolla, 112° con 242 (83 79 80, +26), e Carlo Casalegno, 119° con 247 (74 85 88, +31).
TERZO GIRO – Guido Migliozzi (nella foto in azione durante il torneo) ha mantenuto la leadership con 205 colpi (69 66 70, -11) nell’86° Portuguese International Amateur Championship in svolgimento sul percorso del Montado Hotel & Golf Resort (par 72), a Palmela in Portogallo, dove il team di Italia A (Guido Migliozzi, Jacopo Vecchi Fossa, Luca Cianchetti) si è imposto nel Trofeo delle Nazioni con 412 (140 140 141, -11).
Migliozzi inizierà la volata per il titolo con due colpi di margine su Andrea Saracino, secondo  con 207 (69 70 68, -9), ma i due azzurri dovranno guardarsi dal gallese Owen Edwards, terzo con 208 (-8). Sembra difficile un inserimento degli inglesi Jack Yule, quarto con 210 (-6), e Marco Penge, quinto con 211 (-5), e del francese Edgar Catherine, sesto con 212 (-4).
Il taglio dopo 54 buche ha lasciato in gara 45 concorrenti compresi Giacomo Fortini (73 74 70) e Andrea Romano (72 75 70), 18.i con 217 (+1), e Jacopo Vecchi Fossa, 39° con 221 (71 74 76, +5). Migliozzi ha girato in 70 (-2) colpi con un eagle, tre birdie, un bogey e un doppio bogey e Saracino in 68 (-4) con sette birdie, un bogey e un doppio bogey.
Sono rimasti fuori Luca Cianchetti, 46° con 222 (73 78 71, +6), Federico Zuckermann (77 73 75) e Riccardo Leo (76 72 77), 58.i con 225 (+9), Filippo Campigli (78 75 75) e Gianmaria Rean Trinchero (74 76 78), 74.i con 228 (+12), Paolo Ferraris, campione uscente, 88° con 231 (76 79 76, +15), Tomaso Zannin, 93° con 232 (74 83 75, +16), Leonardo Bellini, 100° con 234 (81 75 78, +18), Gianluca Bolla, 112° con 242 (83 79 80, +26), e Carlo Casalegno, 119° con 247 (74 85 88, +31).
Nel Trofeo delle Nazioni, assegnato dopo tre giri, dominio azzurro con il successo, come detto, di Italia A e con il secondo posto (429 – 143 143 143, -3) di Italia B (Andrea Saracino, Federico Zuckermann, Gian Maria Rean Trinchero). Al terzo Francia A (413, -1), quindi Danimarca A (432, par), Portogallo A (434, +2), Irlanda A  e Irlanda B (439, +7) e Germania A (441, +9). Accompagnano il team ufficiale azzurro i tecnici Alberto Binaghi e Federico Bisazza.
SECONDO GIRO – Guido Migliozzi con un giro in 66 (-6 con sei birdie) colpi e lo score di 135 (69 66, -9) ha preso il comando nell’86° Portuguese International Amateur Championship in svolgimento sul percorso del Montado Hotel & Golf Resort (par 72), a Palmela in Portogallo.
L’azzurro ha due colpi di margine sul gallese Owen Edwards e sul danese Zacharias Agerbak (137 – 7). Ha mantenuto il quarto posto con 139 (69 70, -5) Andrea Saracino seguito in graduatoria dall’inglese Jack Yule, quinto con 140 (-4), dal danese Sixten Stemenn Jensen e dagli inglesi Marco Penge e Steven Robins, sesti con 141 (-3).
Il torneo si disputa sulla distanza di 72 buche stroke play, con taglio dopo 54, che promuoverà al turno finale i primi 40 classificati e i pari merito al 40° posto, e al momento sono tra i qualificati Jacopo Vecchi Fossa, 24° con 145 (71 74, +1), Giacomo Fortini (73 74) e Andrea Romano (72 75), 36.i con 147 (+3).
Possono recuperare Riccardo Leo, 43° con 148 (76 72, +4), Federico Zuckermann (77 73) e Gianmaria Rean Trinchero (74 76), 57.i con 150 (+6), e sono più lontani Luca Cianchetti, 63° con 151 (73 78, +7), Filippo Campigli, 83° con 153 (78 75, +9), Paolo Ferraris, campione uscente, 93° con 155 (76 79, +11), Leonardo Bellini, 98° con 156 (81 75, +12), Tomaso Zannin, 100° con 157 (74 83, +13), Carlo Casalegno, 109° con 159 (74 85, +15), e Gianluca Bolla, 115° con 162 (83 79, +18).
Nel Trofeo dell Nazioni al vertice con 280 (140 140, -8) Italia A (Migliozzi, Vecchi Fossa, Cianchetti) davanti a Italia B (Saracino, Zuckermann, Rean Trinchero) e al Portoglallo A con 286 (-2). In quarta posizione Francia A e Danimarca A con 290 (+2) e in sesta Irlanda B con 291 (+3). Accompagnano il team ufficiale azzurro i tecnici Alberto Binaghi e Federico Bisazza.
PRIMO GIRO – Sul percorso del Montado Hotel & Golf Resort (par 72), a Palmela in Portogallo, è iniziato l’86° Portuguese International Amateur Championship, dove Guido Migliozzi e Andrea Saracino sono al quarto posto con 69 (-3) colpi.
Guida la graduatoria il portoghese Tomas Santos Silva con 66 (-6) colpi, due di vantaggio sugli inglesi Steven Robins e Scott Gregory (68, -4). Hanno tenuto un buon passo Jacopo Vecchi Fossa, 14° con 71 (-1), e Andrea Romano, 22° con 72 (par), e sono in media graduatoria Giacomo Fortini e Luca Cianchetti, 33.i con 73 (+1), Carlo Casalegno, Tomaso Zannin e Gianmaria Rean Trinchero, 41.i con 74 (+2). I
n bassa Paolo Ferraris, campione uscente, e Riccardo Leo, 68.i con 76 (+4), Federico Zuckermann, 79° con 77 (+5), Filippo Campigli, 87° con 78 (+6), Leonardo Bellini, 105° con 81 (+9), e Gianluca Bolla, 115° con 83 (+11).
Il torneo si disputa sulla distanza di 72 buche stroke play, con taglio dopo 54, che promuoverà al turno finale i primi 40 classificati e i pari merito al 40° posto. Accompagnano il team ufficiale azzurro i tecnici Alberto Binaghi e Federico Bisazza.
PROLOGO – Paolo Ferraris difende il titolo nell’86° Portuguese International Amateur Championship (10-13 febbraio) che si svolge sul percorso del Montado Hotel & Golf Resort, a Palmela in Portogallo.
Insieme al torinese compongono il team ufficiale azzurro: Leonardo Bellini, Filippo Campigli, Luca Cianchetti, Riccardo Leo, Guido Migliozzi, Gianmaria Rean Trinchero, Andrea Romano, Andrea Saracino, Jacopo Vecchi Fossa e Federico Zuckermann. Accompagnano la squadra i tecnici Alberto Binaghi e Federico Bisazza.
Il torneo si disputa sulla distanza di 72 buche stroke play, con taglio dopo 54, che promuoverà al turno finale i primi 40 classificati e i pari merito al 40° posto.