fbpx

Stage1 QS Asian Tour: gli italiani fuori

  08 Febbraio 2014 News
Condividi su:

​Nessun italiano si è qualificato per la finale nello Stage1 Section B della Qualifying School dell’Asian Tour, che si è disputato sui percorsi dell’Imperial Lakeview Golf Club (par 72), del Royal Thai Army Sports Center (par 72) e dello Springfield Royal Country Club (par 71), a Hua Hin in Thailandia.

All’Imperial Lakeview Marco Bernardini si è classificato 64° con 294 colpi (76 72 74 74, +8) e Lorenzo Magini 70° con 298 (76 75 70 77, +10), mentre era uscito al taglio Marco Cidonio, 98° con 155 (78 77, +11). Si è imposto con 271 colpi (70 66 69 66, -17) il canadese Ryan Yip, che ha avuto la meglio sul francese Sebastien Gros (272, -16), sullo spagnolo Jacobo Pastor (277, -11) e sull’australiano Josh Younger (278, -10). Al Royal Thai Army Sports Center Joon Kim (nella foto), il quarto italiano in gara, è terminato 42° con 296 (75 74 75 72,  +8). Ha vinto con 279 (67 67 75 70) l’australiano Craig Hancock davanti al giapponese Naomi Ohta (280, -8), all’inglese Max Smith (281, -7), all’australiano Richard Caracella e agli statunitensi Julian Suri e Samuel Chien (282, -6). Allo Springfield Royal, dove non c’erano italiani, successo con 276 (65 73 68 70, -8) dell’americano Alex Kang, che la lasciato a tre colpi il connazionale Dodge Kemmer e il danese Peter Vejgaard (279, -5) e a cinque il giapponese Masashi Hidaka e lo svedese David Palm (281, -3). La finale avrà luogo sui tracciati dell’Imperial Lakeview e dello Springfield Royal dal 12 al 15 febbraio. I primi 40 classificati avranno la ‘carta’ per il circuito 2014.   Terzo giro – Marco Bernardini, Lorenzo Magini e Joon Kim avranno sicuramente difficoltà a qualificarsi per la finale nell’ultimo giro dello Stage1 Section B della Qualifying School dell’Asian Tour, che si sta disputando sui percorsi dell’Imperial Lakeview Golf Club (par 72), del Royal Thai Army Sports Center (par 72) e dello Springfield Royal Country Club (par 71), a Hua Hin in Thailandia. All’Imperial Lakeview Magini è al 59° posto con 221 (76 75 70, +5) e Bernardini al 63° con 222 (76 72 74, +6) lontani dal leader, il francese Sebastien Gros (203 – 67 70 66, -13), e dalle prime posizioni utili per la promozione. Al secondo posto con 205 (-11) il canadese Ryan Yip e lo spagnolo Jacobo Pastor, in quarta con 206 (-10) l’australiano Michael Wright. Al Royal Thai Army Sports Center è indietro anche Joon Kim, 55° con 224 (75 74 75, +8). E’ passato a condurre con 207 (70 69 68, -9) l’australiano Richard Caracella, che precede gli statunitensi Julian Suri e Samuel Chien e il thailandese Smithti Teeratrakul (208, -8). Allo Springfield Royal, dove non ci sono italiani, il danese Peter Vejgaard (206 – 66 71 69, -7) è stato raggiunto dall’americano Alex Kang (65 73 68). In terza posizione con 208 (-5) lo statunitense Sejun Yoon e in quarta con 209 (-4) l’australiano Kalem Richardson. Si sono già disputate le due gare della Section A, che hanno promosso 32 concorrenti, mentre nelle tre della Section B ne andranno in finale una sessantina.   Secondo giro – Marco Bernardini, Lorenzo Magini e Joon Kim hanno superato il taglio nello Stage1 Section B della Qualifying School dell’Asian Tour, che si sta disputando sui percorsi dell’Imperial Lakeview Golf Club (par 72), del Royal Thai Army Sports Center (par 72) e dello Springfield Royal Country Club (par 71), a Hua Hin in Thailandia. All’Imperial Lakeview Bernardini è al 55° posto con 148 colpi (76 72, +4) e Magini al 78° con 151 (76 75, +7), mentre non è entrato tra gli 86 ammessi ai due turni finali Marco Cidonio, 98° con 155 (78 77, +11). E’ rimasto in vetta con 133 (65 68, -11) lo spagnolo Jacobo Pastor che ha due colpi di margine sull’australiano Michael Wright (135, -9) e tre sul canadese Ryan Yip (136, -8). Al Royal Thai Army Sports Center, dove sono rimasti in gara 81 concorrenti, Joon Kim è in 54ª posizione con 149 colpi (75 74, +5). Ha mantenuto il comando con 134 (67 67, -10) l’australiano Craig Hancock  seguito con 136 (-8) dall’americano Julian Suri e con 139 (-5) dall’austriaco Florian Praegant e dall’australiano Richard Caracella. Allo Springfield Royal, dove non ci sono italiani e dove hanno passato il taglio 86 giocatori, il danese Peter Vejgaard (137 – 66 71, -5) precede gli statunitensi Sejun Yoon e Alex Kang (138, -4). Allo Stage 1 prendono parte complessivamente 600 golfisti dei quali circa 90 riceveranno il pass per la finale che avrà luogo all’Imperial Lakeview e allo Springfield Royal dal 12 al 15 febbraio. I primi 40 classificati avranno la ‘carta’ per il circuito 2014. Si sono già disputate le due gare della Section A, che hanno promosso 32 concorrenti, mentre nelle tre della Section B ne andranno in finale una sessantina.   Primo giro – Inizio soft per i quattro italiani impegnati nello Stage1 Section B della Qualifying School dell’Asian Tour, che si sta disputando sui percorsi dell’Imperial Lakeview Golf Club (par 72), del Royal Thai Army Sports Center (par 72) e dello Springfield Royal Country Club (par 71), a Hua Hin in Thailandia. All’Imperial Lakeview Lorenzo Magini e Marco Bernardini sono al 78° posto con 76 (+4) colpi e Marco Cidonio al 97° con 78 (+6). E’ al comando con 65 (-7) lo spagnolo Jacobo Pastor, seguito con 67 (-5) dallo statunitense Josh Persons, dal francese Sebastien Gros e dal finlandese Mikael Salminen. E’ meglio classificato Joon Kim, 46° con 75 (+3), al Royal Thai Army Sports Center dove è in vetta con 67 (-5) l’australiano Craig Hancock, che precede di due lunghezze il thailandese Smithti Teeratrakul (69, -3) e di tre gli australiani Richard Caracella e Callan O’Reilly, il dilettante svizzero Michael Harradine, lo statunitense Julian Suri e il giapponese Naomi Ohta (70, -2). Allo Springfield Royal, dove non ci sono italiani, sono al vertice con 65 (-6) l’americano Alex Kang e il coreano Taeksoo Kyung Kim, davanti al danese Peter Vejgaard (66, -5) e al thailandese Nattapong Putta (67, -4). Allo Stage 1 prendono parte complessivamente 600 giocatori dei quali circa un centinaio riceveranno il pass per la finale che avrà luogo all’Imperial Lakeview e allo Springfield Royal dal 12 al 15 febbraio. I primi 40 classificati avranno la ‘carta’ per il circuito 2014. Si sono già disputate le due gare della Section A, che hanno promosso 32 concorrenti, mentre nelle tre della Section B gli ammessi saranno circa 70. Il numero preciso verrà definito in corso d’opera.   Prologo – Quattro giocatori italiani partecipano allo Stage 1 Section B della Qualifying School dell’Asian Tour (5-8 febbraio) a Hua Hin in Thailandia. Sono Marco Bernardini, Lorenzo Magini e Marco Cidonio, che saranno in campo all’Imperial Lakeview Golf Club, mentre Joon Kim sarà impegnato al Royal Thai Army Sports Center. Si giocherà anche sul tracciato dello Springfield Royal Country Club. Allo Stage 1 prendono parte complessivamente 600 giocatori dei quali circa un centinaio riceveranno il pass per la finale che avrà luogo all’Imperial Lakeview e allo Springfield Royal dal 12 al 15 febbraio. I primi 40 classificati avranno la ‘carta’ per il circuito 2014. Si sono già disputate le due gare della Section A, che hanno promosso 32 concorrenti, mentre nelle tre della Section B gli ammessi saranno circa 70. Il numero preciso verrà definito in corso d’opera.

 

I risultati