fbpx

LPGA Tour: secondo titolo per la coreana Hee Young Park

  15 Luglio 2013 News
Condividi su:

LPGA TOUR: SECONDO TITOLO PER HEE YOUNG PARK, 50ª  SERGAS, 69ª CAVALLERI – Giulia Sergas ha concluso il Manulife Financial Classic (LPGA Tour) al 50° posto con 276 colpi (69 68 75 64, -8), recuperandone diciotto con un ottimo parziale di 64 (-4) sul percorso del Grey Silo Golf Course (par 71), a Waterloo in Canada, mentre è rimasta in retrovia Silvia Cavalleri, 69ª con 282 (68 70 74 70, -2). Ha ottenuto il secondo titolo nel circuito, a distanza di quasi due anni dal primo, la 26enne coreana Hee Young Park (258 – 65 67 61 65, -26) che ha superato con un birdie alla terza buca di spareggio Angela Stanford (258 – 63 67 64 64) con la quale aveva terminato alla pari il torneo. Al terzo posto con 261 (-23) la scozzese Catriona Matthew, che era stata in vetta nei primi due giri, al quarto con 264 (-20) la coreana Meena Lee, al quinto con 265 (-19) la francese Karine Icher e al sesto con 266 (-18) sette concorrenti tra le quali Stacy Lewis, numero due mondiale, la norvegese Suzann Pettersen, numero tre, e la coreana Na Yeon Choi, numero quattro. Dopo tre successi consecutivi ha segnato il passo la coreana Inbee Park, leader del Rolex Ranking, terminata 14ª con 268 (-16). Mai in evidenza l’australiana Karrie Webb, 35ª con 274 (-10), e Paula Creamer, 41ª con 275 (-9). La vincitrice, alla quale sono andati 195.000 dollari su un montepremi di 1.300.000 dollari, ha girato in 65 (-6) colpi con sei birdie e la Stanford l’ha raggiunta con un 64 (-7) grazie a un birdie in più. La Sergas ha assemblato un eagle, sei birdie  e un bogey e la Cavalleri ha composto il 70 (-1) con cinque birdie e quattro bogey. Terzo giro – Sono al 68° posto con 212 (-1) colpi Giulia Sergas (69 68 75), retrocessa dal 36°, e Silvia Cavalleri (68 70 74), nella foto, scesa dal 48°, dopo il terzo giro del Manulife Financial Classic (LPGA Tour), che si sta disputando sul percorso del Grey Silo Golf Course (par 71), a Waterloo in Canada. Ha preso il comando con 193 (65 67 61, -20) la coreana Hee Young Park, autrice di un gran 61 (-10), è rimasta in seconda posizione Angela Stanford (194, -19) con un 65 (-7) ed è scalata dalla prima alla terza la scozzese Catriona Matthew (195, -18), che ha pagato soprattutto l’alto ritmo delle avversarie, perché si è comunque ben difesa con un 68 (-3). Al quarto posto con 196 (-17) la coreana Meena Lee, al quinto con 198 (-15) la svedese Anna Nordqvist, al sesto con 199 (-14) Gerina Piller, Austin Ernst e la coreana Amy Yang e all’ottavo con 200 (-13) la norvegese Suzann Pettersen e la coreana Inbee Park, numero uno mondiale, che dovrà rinunciare all’idea di cogliere il quarto successo consecutivo. Poca gloria per la coreana Na Yeon Choi, 22ª con 204 (-9), per l’australiana Karrie Webb, 56ª con 209 (-4), e per Paula Creamer, 58ª con 210 (-3). Otto birdie e un eagle per la Hee Young Park e sette birdie per la Stanford. Nel 74 (+3) della Cavalleri due birdie, un bogey e due doppi bogey; nel 75 (+4) della Sergas un birdie e cinque bogey. Il montepremi è di 1.300.000 dollari.

Secondo giro -Giulia Sergas, 36ª con 137 colpi (69 68, -5), ha guadagnato cinque posizioni e Silvia Cavalleri, 48ª con 138 (68 70, -4), ne ha perse 25 nel secondo giro del Manulife Financial Classic (LPGA Tour), che si sta disputando sul percorso del Grey Silo Golf Course (par 71), a Waterloo in Canada.

Ha mantenuto un alto ritmo la scozzese Catriona Matthew, che con un 64 (-7) e il totale di 127 (63 64, -15) ha confermato la leadership e si è liberata della compagnia di Angela Stanford, ora seconda con 130 (-12). Al terzo posto con 131 (-11) Ryann O’Toole, le coreane Chella Choi e Meena Lee, la spagnola Belen Mozo e la svedese Anna Nordqvist, mentre è scesa dal terzo all’ottavo con 132 (-10) la coreana Inbee Park, numero uno mondiale, vincitrice delle ultime tre gare e di sei complessive in stagione. Al 19° con 137 (-7) Stacy Lewis, al 36° insieme alla Sergas la coreana Na Yeon Choi e al 48° come la Cavalleri anche Paula Creamer e l’australiana Karrie Webb. Ancora un taglio per la taiwanese Yani Tseng, 108ª con 143 (+1), che solo a inizio anno era numero uno al mondo e la cui discesa sembra irrefrenabile. La Matthew, 44 anni, tre titoli nel LPGA Tour, quattro nel LET e un major (British Open, 2009), ha girato in 64 (-7) colpi con un eagle e cinque birdie; la Sergas in 68 (-3) con sei birdie e tre bogey; la Cavalleri in 70 (-1) con cinque birdie, due bogey e un doppio bogey. Il montepremi è di 1.300.000 dollari. Primo giro – Silvia Cavalleri è al 23° posto con 68 (-3) colpi e Giulia Sergas al 41° con 69 (-2) dopo il giro iniziale del Manulife Financial Classic (LPGA Tour), che si sta disputando sul percorso del Grey Silo Golf Course (par 71), a Waterloo in Canada. Guidano la graduatoria con 63 (-8) Angela Stanford e la scozzese Catriona Matthew, ma è subito dietro con 65 (-6) la coreana Inbee Park, vincitrice delle ultime tre gare e di sei complessive in stagione. La numero uno mondiale è affiancata dalle connazionali Hee Young Park e Meena Lee, dalla statunitense Irene Cho e dalla spagnola Belen Mozo. In ottava posizione, con 66 (-5) Ryann O’Toole e altre quattro coreane: Amy Yang, Ji Young Oh, Chella Choi e Jenny Shin. Hanno lo stesso score della Cavalleri anche Stacy Lewis e la norvegese Suzann Pettersen e sono insieme alla Sergas la coreana Na Yeon Choi e l’australiana Karrie Webb. In forte ritardo Paula Creamer e la taiwanese Yani Tseng, 93.e con 72 (+1). La Stanford ha infilato otto birdie senza bogey, mentre ne hanno segnato uno la Matthew a fronte di nove birdie e la Park che di birdie ne ha annoverati sette. Per la Cavalleri cinque birdie e due bogey, per la Sergas tre birdie e due bogey. Il montepremi è di 1.300.000 dollari. Prologo – Il LPGA Tour fa tappa in Canada per la disputa del Manulife Financial Classic (11-14 luglio) sul percorso del Grey Silo Golf Course, a Waterloo nell’Ontario, dove saranno in campo anche Giulia Sergas e Silvia Cavalleri. Attesa protagonista la coreana Inbee Park, dominatrice della stagione, reduce da tre successi di fila e capace di vincere i primi tre major stagionali. Proveranno a fermarla la connazionale Na Yeon Choi, la norvegese Suzann Pettersen, la taiwanese Yani Tseng, l’australiana Karrie Webb, le statunitensi Stacy Lewis e Paula Creamer, la cinese Shanshan Feng, la scozzese Catriona Matthew e la svedese Anna Nordqvist. La Sergas, reduce da tre tagli nelle ultime quattro gare, cerca i ritmi che l’hanno contraddistinta fino a un mese addietro per avallare la sua giusta aspirazione a ricevere una wild card per la prossima Solheim Cup. La Cavalleri, invece, è a caccia di una buona prestazione che è mancata nelle sue prime sette gare dell’anno. Il montepremi è di 1.300.000 dollari.   I risultati