Gli obiettivi della Ryder Cup a Roma

Chimenti obiettivo Ryder Cup Roma

Quali sono gli obiettivi di Roma 2022? Disputare la Ryder Cup a Roma trasformerà la partecipazione e la diffusione del golf nel Paese, ispirando decine di migliaia di persone a diventare la prossima generazione di grandi talenti.

La Federazione Italiana Golf è impegnata in un percorso di sviluppo del golf in Italia, in particolare tra i giovani in età scolare.

Negli ultimi anni la Federazione Italiana Golf ha sviluppato con ottimi risultati un programma per scoprire giovani atleti di talento e creare condizioni favorevoli per i giocatori. Ospitare la Ryder Cup per Roma 2022 permetterà all’Italia di potenziare questo programma, a beneficio del golf e dello sport italiano.

La Federazione Italiana Golf, consapevole dell’ottima qualità dei suoi tecnici, ha investito tempo e risorse nelle future generazioni di golfisti. Grazie ai risultati positivi ottenuti fin dagli inizi del 2006, la struttura del progetto è stata sostenuta attraverso una nuova definizione di “talento”: oltre alle abilità tecnico-sportive, prende in considerazione anche qualità personali, come la capacità di comprendere un percorso a lungo termine e altre caratteristiche fisiche e mentali.

Nel 2009 è stato creato un Ordine di Merito per monitorare i risultati degli atleti e incentivare la competizione attraverso l programma di Identificazione Talenti . Il progetto mostra come il mercato del golf in Italia può solamente trarre beneficio dalla iniziative dedicate ai giovani giocatori e pertanto questa impegno continuerà e sarà rafforzata durante il percorso che porterà alla Ryder Cup.

L’Europa sta iniziando a conoscere le grandi opportunità che l’Italia offre per giocare a golf. Questa consapevolezza è cresciuta nel 2014 quando l’Italia ha ospitato l’International Golf Travel Market.
Roma 2022 proietterà l’Italia verso un livello di crescita superiore, permettendole di mostrare la sua variegata, ma ancora relativamente sconosciuta, offerta nel settore golfistico.

Un report stilato da Sports Marketing Surveys ha rivelato una grande attrattività potenziale dell’Italia nel settore del turismo golfistico, con il 31% degli intervistati provenienti dalla Gran Bretagna e dall’Irlanda, il 56% dalla Francia, il 71% dalla Svezia ed il 76% dalla Germania che hanno affermato di voler prendere in considerazione l’Italia come meta turistico-golfistica nei prossimi cinque anni.

L’Italia, inoltre, è in grado di dimostrare il grande supporto e la forte spinta da parte della Federazione Italiana Golf e degli enti governativi responsabili per il turismo per aiutare lo sviluppo potenziale del Paese come meta golfistica europea di rilievo. Tutto questo porterà entrate e lavoro, soprattutto nel Meridione.