Eurotour: Campillo prevale nel playoff, belle prove di Bertasio (7°) e Gagli (12°)

  08 Marzo 2020 In primo piano
Condividi su:

Nel Qatar Masters lo spagnolo ha superato lo scozzese Drysdale dopo cinque buche di spareggio

Lo spagnolo Jorge Campillo ha ottenuto il secondo titolo sull’European Tour imponendosi con 271 (66 66 67 72, -13) colpi nel Commercial Bank Qatar Masters dove con un ottimo finale Nino Bertasio si è classificato settimo con 274 (72 69 67 66, -10). Bella prestazione anche di Lorenzo Gagli, 12° con 275 (66 70 69 70, -9), e a metà classifica Renato Paratore, 47° con 281 (69 71 74 67, -3).

Sul percorso dell’Education City GC (par 71), a Doha nel Qatar, Campillo (nella foto), 34enne di Caceres, appassionato di basket, viaggi e calcio (tifoso del Real Madrid), ha concluso la gara alla pari con lo scozzese David Drysdale (271 – 67 69 64 71) e poi lo ha superato con un birdie alla quinta buca di playoff. Da rilevare che l’iberico aveva gettato al vento con un doppio bogey sul green della 17 i due colpi di vantaggio che aveva, ma ha poi rimediato nelle buche supplementari con il putter che gli ha permesso di andare a segno per tre volte da distanze superiori ai cinque metri per il birdie, in due occasioni per evitare di lasciare il titolo a Drysdale e nella terza per vincere.

Al terzo posto, e fuori dallo spareggio per un colpo, lo svedese Niklas Lemke, il finlandese Kalle Samooja e il danese Jeff Winther (272, -12), al sesto con 273 (-11) l’altro svedese Alexander Bjork e insieme a Bertasio anche il sudafricano George Coetzee, lo svedese Markus Kinhult, l’inglese Chris Paisley e l’iberico Pablo Larrazabal. Non ha brillato il sudafricano Justin Harding, che difendeva il titolo, 28° con 278 (-6), ed è andato su e giù per la graduatoria il finlandese Sami Valimaki, a segno nel precedente Oman Open, alla fine 38° con 279 (-5).

Nino Bertasio ha concluso con un 66 (-5) frutto di sette birdie e di due bogey. Significativa la sua prova sotto l’aspetto morale e mentale, oltre che del gioco, con una continua rimonta iniziata dall’81° posto, passando per il 60° e il 28°. Lorenzo Gagli, che ha fatto corsa in alta classifica, ha segnato un 70 (-1) con tre birdie e due bogey. Renato Paratore ha girato in 67 (-4) colpi con quattro birdie senza bogey risalendo dalla 74ª posizione.

I RISULTATI

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube