fbpx

PGA Tour: il playoff premia Justin Rose nel Quicken Loans National

  30 Giugno 2014 News
Condividi su:

Justin Rose (nella foto) si è imposto con 280 colpi (74 65 71 70, -4) nel Quicken Loans National (PGA Tour), disputato sul percorso del Congressional CC (par 71) a Bethesda nel Maryland. Il 34enne inglese, nato a Johannesburg in Sudafrica, ha prevalso con un par alla prima buca di playoff su Shawn Stefani (280 – 74 68 68 70) con il quale aveva concluso alla pari la gara dopo le 72 buche in cui si articolava. Rose ha portato a quattro i titoli nel PGA Tour che si aggiungono agli altrettanti ottenuti nell’European Tour, oltre ai due successi nell’US Open (2013) e nel WGC Cadillac Championship (2012), che figurano in entrambi i circuiti.

Al terzo posto Charley Hoffman e Ben Martin con 281 (-3), al quinto Brendan Steele, Brendon Todd e l’argentino Andres Romero con 282 (-2). E’ letteralmente crollato Patrick Reed, leader dopo tre turni e undicesimo al traguardo con 284 (par), affiancato da Jordan Spieth, dopo un inatteso 77 (+6). Al 24° posto Hunter Mahan e l’argentino Angel Cabrera con 287 (+3), al 30° Webb Simpson con 288 (+4), al 39° il sudafricano Retief Goosen con 289 (+5). Al torneo ha preso parte Tiger Woods, al rientro alle gare dopo circa quattro mesi di assenza a seguito dell’intervento chirurgico alla schiena. L’ex numero uno mondiale è uscito al taglio (103° con 149 – 74 75, +7), ma complessivamente ha tratto note positive dalla sua prestazione. A Rose è andato un assegno di 1.170.000 dollari su un montepremi di 6.500.000 dollari. Terzo giro – Patrick Reed ha preso decisamente il comando con 207 colpi (68 68 71, -6) nel Quicken Loans National (PGA Tour), che si conclude sul percorso del Congressional CC (par 71) a Bethesda nel Maryland. Il 24enne di San Antonio (Texas), quest’anno già a segno due volte nel circuito con fiore all’occhiello il titolo nel WGC Cadillac Championship, partirà per il giro finale in vantaggio di due colpi sul coreano Seung-yul Noh, sullo svedese Freddie Jacobson e sull’australiano Marc Leishman (209, -4). Proveranno a dire la loro anche Richard Lee. Shawn Stefani, Ben Martin, Hudson Swafford, l’inglese Justin Rose e Brendon de Jonge dello Zimbabwe, quinti con 210 (-3). mentre possono provare solo a migliorare la posizione Hunter Mahan e Jordan Spieth, 21.i con 213 (par), l’argentino Angel Cabrera, 32° con 214 (+1), e il sudafricano Retief Goosen, 48° con 216 (+3). Al torneo ha preso parte Tiger Woods, al rientro alle gare dopo circa quattro mesi di assenza a seguito dell’intervento chirurgico alla schiena. L’ex numero uno mondiale è uscito al taglio (103° con 149 – 74 75, +7), ma complessivamente ha tratto note positive dalla sua prestazione. Il montepremi è di 6.500.000 dollari dei quali 1.170.000 andranno al vincitore. Secondo giro – Si è concluso con un taglio (103° con 149 – 74 75, +7) il ritorno alle gare di Tiger Woods, un risultato che poteva starci alla luce di un lungo stop dopo un intervento chirurgico alla schiena. Nel Quicken Loans National (PGA Tour), sul percorso del Congressional CC (par 71) a Bethesda nel Maryland, guida la graduatoria un quartetto con 136 colpi (-6) composto da Ricky Barnes (67 69), da Patrick Reed (68 68), e dagli australiani Marc Leishman (70 66) e Oliver Goss (70 66), A un colpo Hudson Swafford e l’altro australiano Stuart Appleby (137, -5), a due Morgan Hoffmann, Billy Horschel, George McNeill e lo svedese Freddie Jacobson (138, -4). All’11° posto con 139 (-3) l’inglese Justin Rose, al 13° con 140 (-2) il sudafricano Retief Goosen, al 50° con 144 (+2) Hunter Mahan e Jordan Spieth, al 67° con 145 (+3) l’argentino Angel Cabrera. Sono andati fuori il fijano Vijay Singh, 76° con 146 (+4), il sudafricano Ernie Els, con lo stesso punteggio di Woods, e Keegan Bradley, 109° con 150 (+8). “Ci sono state parecchie note positive – ha detto Woods – nella mia prestazione e il fatto di aver mancato il taglio per quattro colpi è ininfluente, perché ho capito che sono in grado ancora di giocare. Ho commesso piccoli errori, cose facili da correggere. Ho ripreso quattro settimane prima di quanto avessimo preventivato e questo è un altro aspetto buono. Ero preoccupato per i colpi da eseguire con il driver, ma è andato tutto bene anche se la velocità di esecuzione non è ancora quella adatta a una competizione. Ho invece parecchio da lavorare sul gioco corto”. Il montepremi è di 6.500.000 dollari dei quali 1.170.000 andranno al vincitore. Primo giro – Il ritorno alle gare di Tiger Woods, dopo quasi quattro mesi di stop per l’intervento chirurgico alla schiena, si è concretizzato con un score di 74 (+3) colpi e l’83° posto, alla pari con Jason Dufner e con l’inglese Justin Rose. Nel Quicken Loans National (PGA Tour), sul percorso del Congressional CC (par 71) a Bethesda nel Maryland, guida la graduatoria con 66 (-5) colpi l’australiano Greg Chalmers, seguito con 67 (-4) da Ricky Barnes e dallo svedese Freddie Jacobson. In quarta posizione con 68 (-3) Patrick Reed, Erik Compton, Bill Haas e il sudafricano Tyrone van Aswegen, in ottava con 69 (-2) l’altro sudafricano Retief Goosen. Hanno marciato nel 71 del par Hunter Mahan, il fijano Vijay Singh e l’argentino Angel Cabrera, 27.i, e hanno avuto qualche difficoltà il sudafricano Ernie Els, 62° con 73 (+2), e Keegan Bradley, 102° con 75 (+4). Chalmers, 41enne di Sydney con due successi nel Web.com Tour, ha messo insieme sei birdie e un bogey. Per Woods, invece, i bogey sono stati sette, parzialmente compensati da quattro birdie. “Non ho badato molto allo score, che non è indicativo del gioco espresso. Dovevo cercare ritmo e giuste sensazioni, cosa che mi è riuscita solo nella seconda parte del tracciato”. Il montepremi è di 6.500.000 dollari dei quali 1.170.000 andranno al vincitore. Prologo – Torna in campo Tiger Woods, dopo quasi quattro mesi di assenza per l’intervento chirurgico alla schiena. Prende parte al Quicken Loans National (26-29 giugno) sul percorso del Congressional CC, a Bethesda, nel Maryland. Molti i big che hanno disertato l’evento, tuttavia coloro che figurano nel tee time sono sicuramente in grado di arricchire lo spettacolo, già peraltro assicurato dalla presenza dell’ex numero uno mondiale. Vi saranno Keegan Bradley, Jason Dufner, Hunter Mahan, Webb Simpson, Brandt Snedeker, Jordan Spieth, l’inglese Justin Rose, l’australiano Jason Day, l’argentino Angel Cabrera, i sudafricani Ernie Els e Retief Goosen, il fijano Vijay Singh e i coreani  K.J. Choi e Y.E. Yang. “Da almeno un paio d’anni non mi sentivo così bene” ha detto Tiger Woods alla vigilia. “Mi sono ripreso più rapidamente di quanto fosse nelle previsioni e quindi anticipo il rientro. Una ricaduta? Speriamo di no, comunque i rischi sono minimi”. Nel primo giro Woods avrà per compagni di cordata Jason Day e Jordan Spieth. I risultati