fbpx

Challenge: in Svizzera Quintarelli (2°) sfiora il titolo, Delpodio 10°

  20 Luglio 2014 News
Condividi su:

​Niccolò Quintarelli ha sfiorato il successo, classificandosi secondo con 270 (67 66 69 68, -14) a un colpo dal vincitore, il belga Pierre Relecom (269 – 70 63 68 68, -15), nello  Swiss Challenge (Challenge Tour) disputato sul percorso del Golf Sempachersee (par 71), a Lucerna in Svizzera. Al terzo posto con 272 (-12) il gallese Rhys Davies, lo scozzese George Murray e il brillante dilettante svizzero Mathias Eggenberger, al sesto con 273 (-11) l’inglese Scott Fallon e al decimo con 276 (-8) Matteo Delpodio (68 68 72 68, -8). La buona prestazione complessiva degli italiani è stata sottolineata dal 18° di Alessandro Tadini con 278 (68 72 68 70, -6) e dal 28° di Filippo Bergamaschi con 280 (69 69 72 70. -4).

Quintarelli ha iniziato il giro finale con due colpi di ritardo dal leader, l’inglese Charlie Ford, e con uno da Relecom. Il primo ha infilato tre bogey e si è defilato per chiudere poi settimo con 274 (-10), dopo un 74 (+3), mentre è iniziata una partita serrata tra coloro che poi hanno occupato i primi cinque posti della graduatoria. Quintarelli ha messo insieme quattro birdie e due bogey sulle prime sette buche, poi ha continuato in par rimanendo sulla scia di Relecom, che ha dato una sterzata decisa quando ha realizzato un eagle e due birdie tra la 12ª e la 15ª buca. Il veneto, dopo un birdie alla 16ª per il 68 (-3) e con tre colpi di ritardo da Relecom, sembrava destinato alla terza piazza, invece otteneva la seconda per un doppio bogey di Murray e non riusciva alla 17ª  (par 5) a realizzare il birdie che gli avrebbe permesso di forzare il belga al play off, in quale, forse vittima della paura di vincere, concludeva con due bogey (68 con un eagle, quattro birdie, tre bogey). Il 29enne di Bruxelles, comunque, firmava il suo primo titolo nel circuito intascando 25.600 euro su un montepremi di 160.000 euro. Delpodio è risalito dalla 17ª posizione realizzando anche lui un 68 con quattro bridie e un bogey, Tadini è rimasto sostanzialmente stabile con un 70 (-1) dopo due birdie e un bogey e Bergamaschi ha fatto quattro passi avanti anch’egli con un 70 dovuto a quattro birdie e a tre bogey. Sono usciti al taglio, caduto a 142 (par): Andrea Maestroni, 89° con 144 (71 73, +2), Domenico Geminiani, 114° con 147 (77 70, +5), Andrea Rota, 132° con 151 (77 74, +9), e Federico Colombo, 151° con 157 (79 78, +15). Terzo giro – Niccolò Quintarelli (nella foto) è rimasto al terzo posto con 202 colpi (67 66 69, -11) e potrà competere per il titolo nel giro finale Swiss Challenge (Challenge Tour) sul percorso del Golf Sempachersee (par 71), a Lucerna in Svizzera. Il veneto ha due colpi di ritardo dall’inglese Charlie Ford, nuovo leader con 200 (67 69 64, -13), e uno dal belga Pierre Relecom, secondo con 201 (-12). Hanno chances anche lo scozzese George Murray, alla pari con l’azzurro, gli inglesi Gary Boyd e Steven Brown, il gallese Rhys Davies e il dilettante svizzero Mathias Eggenberger, quinti con 204 (-9). Qualche possibilità anche per l’inglese Scott Fallon, nono con 205 (-8). Possono almeno entrare tra i top ten Alessandro Tadini (68 72 68) e Matteo Delpodio (68 68 72), 17.i con 208 (-5), e può risalite, magari con obiettivi più limitati, Filippo Bergamaschi, 32° con 210 (69 69 72, -3). Ford, 29enne di Leicester, da qualche tempo in ombra, ha l’occasione di tornare al successo a distanza di quattro anni dal suo unico alloro (Turkish Challenge, 2010). Ha rimontato dal sesto posto con un 64 (-7) frutto di sette birdie. Per Quintarelli un parziale di 69 (-2) con quattro birdie e due bogey; per Tadini 68 (-3) con quattro birdie e un bogey; per Delpodio 72 (+1) con un birdie e due bogey e stesso score per Bargamaschi con quattro birdie e cinque bogey. Sono usciti al taglio, caduto a 142 (par): Andrea Maestroni, 89° con 144 (71 73, +2), Domenico Geminiani, 114° con 147 (77 70, +5), Andrea Rota, 132° con 151 (77 74, +9), e Federico Colombo, 151° con 157 (79 78, +15). Il montepremi è di 160.000 euro con prima moneta di 25.600 euro.  Secondo giro – Niccolò Quintarelli, terzo con 133 colpi (67 66, -9), e Matteo Delpodio, sesto con 136 (68 68, -6), hanno mantenuto un ritmo da alta graduatoria nel secondo giro del Swiss Challenge (Challenge Tour) sul percorso del Golf Sempachersee (par 71), a Lucerna in Svizzera, dove sono al vertice con 132 (-10) il tedesco Bernd Ritthammer (66 66) e lo scozzese George Murray (66 66). Quintarelli ha la compagnia del belga Pierre Relecom, è al quarto posto con 135 (-7) il finlandese Kalle Samooja e sono al sesto con Delpodio anche gli inglesi Charlie Ford e Gary Boyd, il tedesco Florian Fritsch e il dilettante svizzero Mathias Eggenberger. E’ risalito Filippo Bergamaschi, da 24° a 16° con 138 (69 69, -4), mentre è sceso Alessandro Tadini, da 11° a 34° con 140 (68 72, -2). Sono usciti al taglio, caduto a 142 (par): Andrea Maestroni, 89° con 144 (71 73, +2), Domenico Geminiani, 114° con 147 (77 70, +5), Andrea Rota, 132° con 151 (77 74, +9), e Federico Colombo, 151° con 157 (79 78, +15). Si sono espressi con un 66 (-5) Ritthammer, con un eagle e tre birdie, Murray e Quintarelli, entrambi con sette birdie e due bogey. Per Delpodio 68 (-3) colpi con sei birdie e tre bogey, per Bergamaschi parziale di 69 (-3) con quattro birdie e due bogey e per un Tadini 72 (+1) con due birdie e tre bogey. Il montepremi è di 160.000 euro con prima moneta di 25.600 euro.  Primo giro – Niccolò Quintarelli è al quinto posto con 67 colpi (-4, con sette birdie e tre bogey) e sono subito dietro Matteo Delpodio e Alessandro Tadini, 11.i con 68 (-3), nello Swiss Challenge (Challenge Tour) iniziato sul percorso del Golf Sempachersee (par 71), a Lucerna in Svizzera. Guida la graduatoria con 65 (-6) lo spagnolo Charly Simon, che precede di una lunghezza l’inglese Jamie Moul, il tedesco Bernd Ritthammer e lo scozzese George Murray. Sono alla pari con Quintarelli il tedesco Anton Kirstein e gli inglesi Charlie Ford, Jack Senior, Will Reubuck e Steven Brown. Nella parte buona della classifica anche Filippo Bergamaschi, 24° con 69 (-2), e Andrea Maestroni, 46° con 71 (par), mentre rischiano di uscire anzitempo dalla gara Andrea Rota e Domenico Geminiani, 135.i con 77 (+6), e Federico Colombo, 147° con 79 (+8). Il montepremi è di 160.000 euro con prima moneta di 25.600 euro.  Prologo – Otto azzurri saranno al via dello Swiss Challenge (17-20 luglio), torneo in calendario nel Challenge Tour che si svolge sul tracciato del Golf Sempachersee, a Lucerna in Svizzera. Sono Alessandro Tadini, Matteo Delpodio, Niccolò Quintarelli, Andrea Rota, Filippo Bergamaschi, Domenico Geminiani, Andrea Maestroni e Federico Colombo. I primi quattro saranno tesi a ripetere le buone prestazioni precedenti e possibilmente a migliorarle, mentre gli altri inseguiranno una prova convincente in un momento non proprio favorevole. L’attenzione è focalizzata sul sudafricano Jake Roos e sul tedesco Moritz Lampert, entrambi con due titoli stagionali e alla ricerca del terzo per salire direttamente nell’European Tour. Tra i favoriti anche gli altri vincitori nel 2014: l’inglese William Harrold, gli spagnoli Jordi Garcia Pinto e Antonio Hortal e il francese Thomas Linard. Il montepremi è di 160.000 euro con prima moneta di 25.600 euro.  I risultati