fbpx

Campionato Nazionale Open: domina Alessandro Tadini

  18 Novembre 2012 News
Condividi su:

Alessandro Tadini era il grande favorito e non si smentito nel Campionato Nazionale Open, ultima prova del Pilsner Urquell Pro Tour, che ha vinto con lo score di 274 colpi (68 69 73 64, -14). Sul difficile tracciato del Golf Nazionale, par 72, a Sutri (VT), il 39enne piemontese di Borgomanero con una gran giro finale in 64 (-8, con otto birdie, senza bogey) ha recuperato i tre colpi di svantaggio che aveva dopo 54 buche dal 21enne romano Mattia Miloro giunto secondo al traguardo con 279 (67 71 69 72, -9) accusandone cinque di ritardo. Al terzo posto con 280 (-8) il lombardo Gregory Molteni e il laziale Nunzio Lombardi, tornato a buoni livelli dopo un periodo poco favorevole, al quinto con 283 (-5) Marco Crespi, e al sesto con 285 (-3) Matteo Delpodio e Federico Elli, risaliti di qualche gradino in graduatoria. Ottima prova del dilettante azzurro Renato Paratore (Parco di Roma) che ha confermato le sue belle qualità terminando in ottava posizione con 286 (-2) dopo una gara molto regolare, quindi in nona con 287 (-1) Andrea Maestroni, che ha ceduto nettamente con un 77 (+5) dopo aver iniziato l’ultimo turno con lo stesso punteggio di Tadini, e in decima con 289 (+1) Nino Bertasio, campione uscente, e Stefano Bonardi. Più indietro Alessio Bruschi, 14° con 291 (+3), Marco Bernardini e Andrea Signor, 18.i con 292 (+4), e Andrea Rota, 20° con 293 (+5).                  Il Campionato Nazionale Open, giunto alla 73ª edizione, è il torneo più longevo del calendario nazionale e secondo, per importanza, solo all’Open d’Italia. Era inserito, come detto, nel calendario del Pilsner Urquell Pro Tour, il circuito di dieci gare nazionali gestito dal Comitato Organizzatore Tornei dei Professionisti della FIG. Oltre che dal brand che fa capo al gruppo Birra Peroni, il Pro Tour è stato sponsorizzato dal Major sponsor CartaSi, dal Fornitore ufficiale Under Armour, dal Partner ufficiale Webgolf. Media partner: Sky Sport HD; Commercial advisor: RCS Sport. Nell’occasione ha fatto il suo debutto nel mondo dei tornei golfistici come Major sponsor, Continental, primo produttore europeo di pneumatici e nuovo Fornitore ufficiale della Federazione Italiana Golf. Oltre a Paratore si sono ben comportati anche altri quattro dilettanti, che hanno avuto il merito di superare  il taglio e di posizionarsi a metà classifica: Enrico Di Nitto (Parco di Roma), 25° con 295 (+7), Jacopo Vecchi Fossa (Matilde di Canossa) e Philip Geerts (Olgiata), 26.i con 296 (+8), e Michele Ortolani (Des Iles Borromées), 32° con 299 (+11). Tadini, che ha conquistato la ‘carta’ per l’European Tour, e che ha vinto questo torneo per la seconda volta (la prima nel 2009), ha detto: “La gara mi serviva per tenermi in allenamento in vista del debutto sul circuito maggiore nel prossimo dicembre, ma non avevo particolari aspettative. Nelle prime due giornate ho giocato molto bene e ho imbucato il giusto, Nella terza ho quasi raggiunto il livello odierno, ma il putter proprio non ha voluto assistermi, al contrario di quanto accaduto oggi in cui praticamente ho sfruttato tutte le numerose occasioni da birdie che mi sono procurato con palle abbastanza vicine alla bandiera. Unica eccezione il birdie alla buca 9 con un putt molto lungo. Ho cambiato, rispetto a ieri, qualcosa nel modo di puttare, l’ho provato nelle prime buche, ho visto che funzionava e ho proseguito così. Ho terminato una bella stagione con un successo di prestigio in una gara molto importante e questo mi rende particolarmente felice”. In carriera Tadini, che ha avuto in premio 7.250 euro sui 50.000 in palio, oltre ai due Campionati Open ha anche conquistato quattro successi nel Challenge Tour, due nel Campionato PGAI (2002, 2008) e a inizio la carriera si è imposto nella ‘carta nazionale’ (1995). Nessuna recriminazione per Mattia Miloro, che ha colto il miglior risultato nel suo primo anno da pro e che era già giunto terzo nel Servizitalia Lignano Open, evento del circuito Alps Tour dove ha svolto la sua attività: “Contro il Tadini di oggi – ha spiegato – c’era poco da fare. E’ stata comunque una grande esperienza e ho anche imparato che occorre giocare buca per buca, senza guardare troppo avanti”. Alla premiazione sono intervenuti Guido Cianti, Sindaco di Sutri, Andrea Pischiutta, Consigliere Federale, Sergio Taddeucci in rappresentanza di Continental, Filippo Pacelli, presidente del Golf Nazionale, e Alessandro Rogato, presidente del Comitato Organizzatore Tornei dei Professionisti. II Golf Nazionale (ex GC Le Querce), tornato ad accogliere un torneo di peso, è stato inaugurato nel 1990. Dispone di 18 buche da campionato con un driving-range e tre buche di pratica. Il percorso si snoda su un terreno ondulato, con due laghi e grandi alberi, soprattutto querce secolari. Il club ha ospitato nel 1991 la 37ª edizione della Coppa del Mondo di Golf, nel 1992 il Campionato Europeo Dilettanti, oltre ad altre manifestazioni nazionali e internazionali ed è sede permanente del Campionato a Squadre Serie A/1 maschile e femminile. Tutte le notizie relative ai tornei del Pilsner Urquell Pro Tour, agli sponsor e ai circoli ospitanti vengono pubblicate sul sito ufficiale del circuito all’indirizzo: www.italianprotour.com  Il sito stesso è integrato con il Social Network Facebook dove è presente una pagina ufficiale (http://www.facebook.com/golfitalianprotour)

Classifica finale