fbpx

Un trionfo azzurro all’European Young Masters due ori, un argento, un bronzo

  28 Luglio 2012 News
Condividi su:

L’Italia ha trionfato nell’European Young Masters, sul tracciato del Royal Balaton Golf Club (par 72) a Balatonudvari in Ungheria, conquistando il titolo a squadre, l’oro con Renato Paratore e l’argento con Guido Migliozzi nell’individuale maschile e il bronzo con Francesca Avanzini nell’individuale femminile, dove la quarta componente del team, Virginia Elena Carta, è terminata undicesima.

 

Nella graduatoria a squadre gli azzurri hanno dominato con tre giri assolutamente regolari, tutti in 215 colpi, per un totale di 645 (-3), unica formazione a terminare sotto par. Sul podio la Spagna (664, +16), seconda classificata e distanziata di 19 colpi, e la Repubblica Ceca (666, +18). Al quarto posto con 668 (+20) la Germania e l’Inghilterra, al sesto con 670 (+22) la Spagna e al settimo con 677 (+29) il Belgio e la Francia. Renato Paratore ha vinto alla grande l’individuale con 209 (67 69 73, -7) colpi, facendo corsa di testa e stabilendo nel primo giro anche il record del campo con 67 (-5). E’ sempre rimasto sulla sua scia Guido Migliozzi, altrettanto brillante, che ha chiuso con 214 (71 72 71, -2) guadagnando l’argento con un birdie sull’ultima buca che gli ha permesso di lasciare a un colpo il danese John Axelsen (215, -1). In quarta posizione con 217 (+1) lo svedese Marcus Kinhult, in quinta con 219 (+3) l’inglese Bradley Moore e in sesta con 220 (+4) il ceco Simon Zach, il tedesco Dominic Foos e la francese Pierre Mazier. Nel torneo femminile vigorosa rimonta di Francesca Avanzini che è salita dall’11° al terzo posto con 225 (77 75 73, +9) conquistando il bronzo. Il titolo è andato alla spagnola Covadonga Sanjvan (221 – 74 73 74, +5) che ha preceduto la slovena Ana Belac (224, +8). Al quarto posto con 226 (+10) la turca Sena Ersoy, la svedese Michaela Finn e l’austriaca Lea Zeitler. La Avanzini nel secondo giro ha realizzato un eagle alla buca 5 (par quattro) imbucando la palla con il secondo colpo da circa 120 metri. Hanno accompagnato gli azzurri la capitana Giuliana Colavito e l’allenatore Giovanni Gaudioso. Il torneo era stato vinto nel 2007 dalla compagine azzurra con oro nell’individuale per Matteo Manassero. Renato Paratore due settimane addietro si è reso protagonista di un’altra brillante prestazione, classificandosi secondo assoluto e primo tra i ragazzi nel Junior Open Championship in Inghilterra. Il portacolori dal Parco di Roma, allievo del maestro Alessandro Bandini, compirà 16 anni nel prossimo dicembre. Nel 2011 ha ottenuto un successo di rilievo nel Campionato Internazionale d’Italia Under 16 a Biella e quest’anno ha conquistato con la squadra del suo club il titolo tricolore a squadre A1 sul percorso del Castello di Tolcinasco G&CC.   Secondo giro – L’Italia, unica compagine sotto par, è rimasta al comando nella classifica a squadre con 430 (215 215, -2) colpi nell’European Young Masters, che si conclude sul tracciato del Royal Balaton Golf Club (par 72), a Balatonudvari in Ungheria. Gli azzurri sono seguiti da Spagna (436, +4), Inghilterra (442, +10), Svezia (444, +12), Repubblica Ceca (447, +15), Belgio (449, +17) e Austria (450, +18). Nella classifica individuale maschile stanno dominando gli italiani con Renato Paratore che ha allungato decisamente il passo. Al 67 (-5) del turno iniziale ha aggiunto un parziale di 69 (-3) e con 136 (-8) ha portato a ben sette colpi il vantaggio sull’altrettanto ottimo Guido Migliozzi (143 – 71 72, -1). Al terzo posto con 144 (par) lo spagnolo Ivan Cantero e al quarto con 145 (+1) lo svizzero Jeremy Freiburghaus, il danese John Axelsen e l’inglese Bradley Moore. Nel torneo femminile si è formato in vetta un terzetto con 147 (+3) composto dall’ungherese Csilla Rózsa (75 72), dalla tedesca Leonie Harm (74 73) e dalla spagnola Covadonga Sanjvan (74 73), seguito con 149 (+5) dall’iberica Alejandra Pasartn e dalla ceca Johanka Steindlerova. All’11° posto con 152 (77 75, +8) Francesca Avanzini, mentre il terzo score per il team lo ha portato con un 74 (+2) Virginia Elena Carta, 23ª con 157 (83 74, +13). Le compagini sono composte da quattro giocatori (due ragazzi e due ragazze) e per la graduatoria a squadre valgono i migliori tre punteggi giornalieri. Con gli azzurri la capitana Giuliana Colavito e l’allenatore Giovanni Gaudioso.   Primo giro– La squadra azzurra è al comando nella classifica a squadre con 215 (-1) colpi dopo il primo giro dell’European Young Masters, che si sta svolgendo sul tracciato del Royal Balaton Golf Club (par 72), a Balatonudvari in Ungheria. Gli azzurri precedono il Belgio (221, +5), l’Austria e la Spagna (222, +6), l’Inghilterra (224, +8), la Repubblica Ceca e la Norvegia (226, +10) in un contesto di 26 nazioni partecipanti. La posizione degli italiani si deve in buona parte alle grandi prestazioni di Renato Paratore, leader nella graduatoria individuale con un ottimo 67 (-5), e di Guido Migliozzi, secondo con 71 (-1) alla pari con l’austriaco Christopher Fisher. Al quarto posto con 72 (par) lo svizzero Jeremy Freiburghaus e al quinto con 73 (+1) l’inglese Ashton Simon Turner e il belga Aurian Capart. Le compagini sono composte da quattro giocatori (due ragazzi e due ragazze) e per la graduatoria a squadre valgono i migliori tre score. Il terzo punteggio per il team azzurro lo ha portato Francesca Avanzini, 11ª con 77 (+5) nell’individuale femminile, mentre è stato scartato quello di Virginia Elena Carta, 31ª con 83 (+11). Al comando con 73 (+1) la gallese Megan Lockett che ha un colpo di vantaggio sulla tedesca Leonie Harm, sulla spagnola Covadonga Sanjvan, sulla belga Maxence Corman e su Johanka Steindlerova della Repubblica Ceca.   Prologo – La squadra azzurra partecipante all’European Young Masters (26-28 luglio) sarà composta da Francesca Avanzini, Virginia Elena Carta, Guido Migliozzi e Renato Paratore. Il torneo avrà luogo al Royal Balaton Golf Club, a Balatonudvari in Ungheria.   I risultati