fbpx

Sunshine Tour: Van Zyl undicesimo successo out Molteni e Laporta

  24 Febbraio 2013 News
Condividi su:

Il sudafricano Jaco Van Zyl (nella foto)  si è imposto con 272 colpi (68 64 70 70, -17) nella Dimension Data Pro Am, gara a coppie (un pro e un dilettante) del Sunshine Tour in cui i partecipanti si sono alternati sui tre percorsi disegnati dal grande campione Gary Player a Fancourt, nei pressi di George in Sudafrica, il Links (par 73), l’Outeniqua (par 72) e il Montagu (par 72) con giro finale su quest’ultimo. Il 34enne di Kokstad, che svolge attività nell’European Tour dove è ancora alla ricerca della prima vittoria, ha invece conseguito l’11ª nel Sunhsine Tour (in cui si è anche classificato per 12 volte secondo) superando di un colpo l’inglese Daniel Brooks (273, -16). Subito dietro altri sei sudafricani: Dean Burmester, Wallie Coetsee, Trevor Fisher jr e Hennie Otto, terzi con 275 (-14), Darren Fichardt e Jaco Ahlers, settimi con 276 (-13). Hanno preso parte alla gara senza superare il taglio Francesco Laporta, 72° con 218 (73 79 66, +1), e Gregory Molteni, 109° con 222 (68 78 76, +5), mentre ha partecipato alla prequalifica senza fortuna Aron Zemmer. A Van Zyl è andato un premio di 594.357 rand (poco più di 50.000 euro) su un montepremi è di quattro milioni di rand (circa 330.000 euro). Terzo giro – Francesco Laporta, 72° con 218 (73 79 66, +1), e Gregory Molteni, 109° con 222 (68 78 76, +5), sono usciti al taglio dopo il terzo giro della Dimension Data Pro Am, gara a coppie (un pro e un dilettante) del Sunshine Tour in svolgimento sui tre percorsi disegnati da Gary Player a Fancourt, nei pressi di George in Sudafrica: il Links (par 73), il Montagu (par 72) e l’Outeniqua (par 72). Sono rimasti appaiati al comando con 202 colpi (-15) i sudafricani Jaco Van Zyl (68 64 70) e Hennie Otto (66 66 70) entrambi giocatori dell’European Tour dove il secondo si è imposto in un Open d’Italia (2008). Inizieranno il giro finale, sul tracciato del Montagu, con un colpo di margine sull’inglese Daniel Brooks (203, -14) e due sul sudafricano Trevor Fisher jr (205, -12). Possono competere per il successo anche gli inglesi Andrew Marshall e Simon Dyson e il sudafricano Jaco Ahlers, quinti con 206 (-11), e l’altro sudafricano Dean Burmester, ottavo con 207 (-10). Il montepremi è di quattro milioni di rand (circa 330.000 euro). Secondo giro – Hanno perso numerose posizioni Gregory Molteni, da 12° a 92° con “+2” (68 78), e Francesco Laporta, da 90° a 144° con “+7” (73 79), nel secondo giro della Dimension Data Pro Am, gara del Sunshine Tour che si svolge a coppie (un pro e un dilettante) sui tre percorsi disegnati da Gary Player a Fancourt, nei pressi di George, in Sudafrica: il Links (par 73), il Montagu (par 72) e l’Outeniqua (par 72). La classifica fa riferimento al par essendo differenti quelli dei tre tracciati. E’ cambiata la coppia di testa che ora è formata dai sudafricani Jaco Van Zyl ed Hennie Otto (meno 13), entrambi giocatori dell’European Tour dove il secondo si è imposto in un Open d’Italia (2008). Seguono con “meno 12” l’inglese Simon Dyson e con “meno 9” i sudafricani Trevor Fisher jr, Wallie Coetsee, Dean Burmester e Dawie Van der Walt e gli inglesi Daniel Brooks e Andrew Marshall. Dopo il 68 (-4) ottenuto al Montagu, Molteni ha girato in 78 (+6) all’Outeniqua dove Laporta aveva segnato un 73 (+1) nel turno d’apertura a cui è seguito un 79 (+6) al Links. Il montepremi è di quattro milioni di rand (circa 330.000 euro). Primo giro – Gregory Molteni ha iniziato al 12° posto con 68 (-4) colpi la Dimension Data Pro Am, gara del Sunshine Tour che si svolge a coppie (un pro e un dilettante) sui tre percorsi disegnati da Gary Player a Fancourt, nei pressi di George, in Sudafrica: il Links (par 73), il Montagu (par 72) e l’Outeniqua (par 72).  E’ al 90° con 73 (+1) Francesco Laporta. Sono al comando con 65 (-7) l’australiano Scott Arnold e il sudafricano Justin Harding, seguiti con 66 (-7) dall’inglese Simon Dyson e dall’altro sudafricano Hennie Otto, vincitore di un Open d’Italia (2008). Al quinto posto con 67 (-5) tutti giocatori di casa: James Kingston, Jaco Ahlers, Dawie Van der Walt, Desvonde Botes, Tjaart Van der Walt, Jean Hugo e Jared Harvey. Quest’ultimo, pur avendo lo stesso “meno 5”, di colpi ne ha assommati 68 avendo giocato al Links, che ha un par 73. Molteni, che ha girato sul Montagu, ha segnato cinque birdie e un bogey; Laporta all’Outeniqua ha chiuso con tre birdie e quattro bogey. La Dimension Data Pro Am, che si disputa dal 1996, ha un’ottima tradizione e per qualche anno è entrata anche nel calendario dell’European Tour. Nell’albo d’oro, ricco di ottimi nomi, figurano tra gli altri quelli di Nick Price dello Zimbabwe (due volte), dell’inglese Lee Westwood, del nordirlandese Darren Clarke, e dei sudafricani Retief Goosen, Louis Oosthuizen, Trevor Immelman e Darren Fichardt. Prologo – Gregory Molteni (nella foto) e Francesco Laporta saranno al via nella Dimension Data Pro Am (21-24 febbraio), torneo del Sunshine Tour che si svolge con formula pro am a coppie (un pro e un dilettante) sui tre percorsi disegnati da Gary Player a Fancourt, nei pressi di George, in Sudafrica: il Links, il Montagu e l’Outeniqua. Tra i possibili protagonisti  i sudafricani Thomas Aiken, Garth Mulroy, Desvonde Botes e Darren Fichardt, vincitore domenica scorsa dell’Africa Open (European Tour), gli inglesi Simon Dyson, Seve Benson e Nick Doughety, il cileno Mark Tullo e lo statunitense Peter Uihlein, Il montepremi è di quattro milioni di rand (circa 330.000 euro). Non ha superato la prequalifica, vinta da Juan Langeveld con 67 (-5) colpi, l’altoatesino Aron Zemmer, uscito in un play off che assegnava gli ultimi quattro posti tra i sei giocatori che avevano concluso in settima posizione con 71 (-1) sul percorso del Montagu (par 72). La Dimension Data Pro Am, che si disputa dal 1996, ha un’ottima tradizione e per qualche anno è entrata nel calendario dell’European Tour. Nell’albo d’oro, ricco di ottimi nomi, figurano tra gli altri quelli di Nick Price dello Zimbabwe (due volte), dell’inglese Lee Westwood, del nordirlandese Darren Clarke, e dei sudafricani Retief Goosen, Louis Oosthuizen, Trevor Immelman e Darren Fichardt.   I risultati