fbpx

Stage 1 QS Alps Tour: vince Nunzio Lombardi

  13 Dicembre 2013 News
Condividi su:

Nunzio Lombardi (nella foto) ha vinto con 136 colpi (68 68, -8) una delle due gare dello Stage 1 della Qualifying School dell’Alps Tour che si sono svolte sui due tracciati del La Cala Resort, a Mijas nei pressi di Malaga in Spagna. Il giovane laziale si è imposto sull’Asia Course (par 72) con tre colpi di vantaggio sullo spagnolo José Ignacio Marin (139, -5) e con cinque sull’inglese Brad Hannah (141, -3). Sono stati ammessi alla finale 33 concorrenti tra i quali gli italiani Alberto Fisco (am) 14° con 148 (75 73, +4), Federico Maccario (am), 17° con 149 (70 79, +5), Valerio Pelliccia (80 71) e Nicolò Perosino (am) (78 73) 26.i con 151 (+7), Luca Castelli (79 73) e Tommaso Boggio (78 74), 31.i con 152 (+8), gli ultimi due qualificati dopo uno spareggio a quattro. Sono usciti Marco Fabio Mari, Cesare Turchi e Rocco Sanjust (am), 35.i con 153 (+9), Stefano Bonardi, 48° con 156 (+12), Luca Coppini, 57° con 160 (+16), Daniele Ronco, 61° con 164 (+20), Patrick Actis Alesina, 67° con 166 (+22), Filippo Lotti (am), 68° con 175 (+31), e Paolo Gandolfi, 69° con 181 (+37). All’America Course (par 72), ha avuto la meglio con 138 (69 69, -6) l’inglese Martin Edge davanti al nordirlandese Matthew McAlpin e allo scozzese John Gallacher (139, -5). Tra i 34 promossi vi sono Benedetto Pastore (74 69) e Nicolò Gaggero (71 72), settimi con 143 (-1), i dilettanti Michelino Pistorio, 13° con 145 (71 74, +1),  Guglielmo Bravetti (73 73) e Corrado De Stefani (72 74), 17.i con 146 (+2), Francesco Rocca (74 73), figlio del grande Costantino, e Andrea Cavallaro (76 71), 22.i con 147 (+3), e Leonardo Sbarigia, 26° con 148 (74 74, +4), e il pro Matteo Mosele, 29° con 149 (75 74, +5). Sono rimasti fuori: Kevin Bozzi, Gaston Spithas e Gianandrea Gillio, 36.i con 151 (+7), Federico Ranelletti (am), Marco Cervellini (am), Luca Baraldini (am), Jacopo Ricesso (am) e Gianmaria Rean Trinchero (am), 52.i con 156 (+12), Federico Sità (am), 64° con 159 (+15), e Marco Saglia (am), 72° con 180 (+36). La finale della Qualifying School avrà luogo dal 16 al 18 dicembre sugli stessi percorsi sulla distanza di 54 buche. Al termine i primi 35 classificati otterranno una ‘carta’ piena per il circuito 2014. Insieme ai 16 italiani qualificati  ve ne saranno altri 19 ammessi di diritto: Davide Bertoli, Alberto Campanile, Giorgio De Filippi, Enrico Di Nitto, Luca Fenoglio, Francesco Gatti, Alessandro Grammatica, Marco Guerisoli, Gabriele Heinrich, Alfredo Pazzeschi, Andrea Perrino, Stefano Pitoni, Lorenzo Scotto, Cristiano Terragni, Francesco Testa, Edoardo Torrieri, Vittorio Andrea Vaccaro, Claudio Viganò e Aron Zemmer.   Primo giro – Sui due percorsi de La Cala Resort (Asia e America), a Mijas nei pressi di Malaga in Spagna, è iniziato lo Stage 1 della Qualifying School dell’Alps Tour al quale partecipano 150 giocatori, compresi 36 italiani. Sull’Asia Course (par 72) guida la graduatoria con 67 (-5) l’inglese Joshua White inseguito con 68 (-4) da Nunzio Lombardi e con 70 (-2) dal dilettante Federico Maccario, dallo spagnolo Alfonso Gutierrez e dall’inglese Josh Loughrey (am). Al 16° posto con 75 (+3) Alberto Fisco (am), al 21° con 76 (+4) Marco Fabio Mari e Rocco Sanjust (am), al 28° con 77 (+5) Patrick Actis Alesina, al 36° con 78 (+6) Tommaso Boggio, Cesare Turchi e Nicolò Perosino. All’America Course (par 72) sono in vetta con 68 (-4) il francese Timothee Guin e l’irlandese Simon Ward che precedono di un colpo gli inglesi Thomas Coulson e Martin Edge, il nordirlandese Matthew McAlpin e lo scozzese John Gallacher. In decima posizione con 71 (-1) Nicolò Gaggero  (nella foto) e Michelino Pistorio (am), in 15ª con 72 (par) Corrado De Stefani (am), in 21ª con 73 (+1) Gianmaria Rean Trinchero e Guglielmo Bravetti, in 27ª con 74 (+2) Benedetto Pastore, Leonardo Sbarigia, Jacopo Ricesso e Francesco Rocca, (am), figlio del grande Costantino, al 35° con 75 (+3) Gianandrea Gillio, Matteo Mosele, Gaston Spithas e Luca Baraldini (am). Passeranno il turno in totale 80 concorrenti. La finale della Qualifying School avrà luogo dal 16 al 18 dicembre sugli stessi percorsi. Vi sono stati ammessi di diritto 19 italiani: Davide Bertoli, Alberto Campanile, Giorgio De Filippi, Enrico Di Nitto, Luca Fenoglio, Francesco Gatti, Alessandro Grammatica, Marco Guerisoli, Gabriele Heinrich, Alfredo Pazzeschi, Andrea Perrino, Stefano Pitoni, Lorenzo Scotto, Cristiano Terragni, Francesco Testa, Edoardo Torrieri, Vittorio Andrea Vaccaro, Claudio Viganò e Aron Zemmer.   Prologo – Sui due percorsi de La Cala Resort (Asia e America), a Mijas nei pressi di Malaga in Spagna, inizia la Qualifying School dell’Alps Tour alla quale prendono pare 230 concorrenti. Di questi 150 inizieranno dallo Stage 1 (12-13 dicembre, 36 buche), 75 su ciascuno dei due tracciati, e al termine ottanta accederanno all’atto conclusivo (16-18 dicembre, 54 buche) dove i primi 35 classificati otterranno una ‘carta’ piena per il circuito 2014. Complessivamente saranno impegnati 55 giocatori italiani, di cui 36 allo Stage 1. Giocheranno sul tracciato dell’America: Luca Baraldini, Kevin Bozzi, Guglielmo Bravetti, Andrea Cavallaro, Marco Cervellini, Corrado De Stefani, Niccolò Gaggero (nella foto), Gianandrea Gillio, Matteo Mosele, Benedetto Pastore, Michelino Pistorio, Federico Ranelletti,  Jacopo Ricesso, Francesco Rocca, figlio del grande Costantino, Marco Saglia, Leonardo Sbarigia, Federico Sità, Gaston Spithas e Gianmaria Rean Trinchero. Saranno al via sull’Asia: Patrick Actis Alesina, Tommaso Boggio, Stefano Bonardi, Luca Castelli, Lorenzo Coppini, Alberto Fisco, Paolo Gandolfi, Nunzio Lombardi, Filippo Lotti, Federico Maccario, Marco Fabio Mari, Valerio Pelliccia, Nicolò Perosino, Daniel Ronco, Rocco Sanjust e Cesare Turchi. Altri 19 sono già stati ammessi di diritto alla finale: Davide Bertoli, Alberto Campanile, Giorgio De Filippi, Enrico Di Nitto, Luca Fenoglio, Francesco Gatti, Alessandro Grammatica, Marco Guerisoli, Gabriele Heinrich, Alfredo Pazzeschi, Andrea Perrino, Stefano Pitoni, Lorenzo Scotto, Cristiano Terragni, Francesco Testa, Edoardo Torrieri, Vittorio Andrea Vaccaro, Claudio Viganò e Aron Zemmer.   I risultati