fbpx

QS Alps Tour: “carta” piena per cinque azzurri

  17 Dicembre 2013 News
Condividi su:

Cinque giocatori italiani hanno ottenuto la ‘carta’ piena, con categoria 6, per l’Alps Tour 2014 nella finale della Qualifying School disputata sui due tracciati del La Cala Resort (Asia Course e America Course, entrambi par 72), a Mijas nei pressi di Malaga in Spagna. Sono Aron Zemmer (nella fto), nono con 210 colpi (72 70 68, -6), il dilettante Giorgio De Filippi, 14° con 211 (71 71 69, -5), Andrea Perrino, 17° con 212 (72 73 67, -4), Cristiano Terragni, 33° con 214 (67 73 74, -2), e Alessandro Grammatica, 37° con 215 (70 68 77, -1). Il torneo è stato dominato dall’irlandese Brian Casey, che si è imposto con 202 colpi (65 70 67, -14) davanti al francese Romain Schneider e all’amateur spagnolo Javier Gallegos (207, -9), distanziati di cinque colpi. Al quarto posto con 208 (-8) l’inglese Curtis Griffiths e al quinto con 209 (-7), ma nell’ordine come priorità di ‘carta’ il transalpino Clement Batut, l’iberico Gabriel Cañizares, l’inglese Joshua White e l’altro francese Matthieu Pavon. Hanno concluso oltre il 37° posto, ultimo che dava diritto alla categoria 6, e hanno ottenuto la "conditional card" con categoria 8 e con qualche limitazione di partecipazione: Stefano Pitoni 38°, Federico Maccario (am) 40° e Alberto Campanile 41° con 216 (par), Nunzio Lombardi, 47° con 217 (+1), Alfredo Pazzeschi, 51° con 218 (+2), Nicolò Gaggero 56° e Luca Fenoglio 58°  con 219 (+3), Corrado De Stefani (am), 62° con 220 (+4), Matteo Mosele 64° e Alberto Fisco (am)  65° con  221 (+5), Guglielmo Bravetti (am) 67° con 223 (+7), Marco Guerisoli 71° con 224 (+8), Luca Castelli 73° con 225 (+9) e Michelino Pistorio (am) 74° con 232 (+16). Alla finale della Qualifying School hanno preso parte 144 giocatori dei quali 35 italiani, 16 promossi dallo Stage 1 e 19 qualificati di diritto. Alle due fasi della Qualifying School si sono iscritti complessivamente 230 atleti provenienti da 25 nazioni.

Secondo giro – Diciannove giocatori italiani hanno superato il taglio dopo il secondo giro della finale della Qualifying School dell’Alps Tour (54 buche) che si sta svolgendo sui due tracciati del La Cala Resort (Asia Course e America Course, entrambi par 72), a Mijas nei pressi di Malaga in Spagna e avranno tutti una ‘carta’ per il circuito 2014 sia pure di differente categoria. I primi 35 classificati, infatti, usufruiranno della categoria 6, che permette stagione piena, mentre gli altri avranno una "conditional card" categoria 8 con meno opportunità di giocare.

Tra i 19 azzurri rimasti in gara Alessandro Grammatica (nella foto) è al quarto posto con 138 (70 68, -6) e rende tre colpi al leader, l’irlandese Brian Casey, che ha mantenuto il comando con 135 (65 70, -9) dopo aver aggiunto un 70 (-2) al 65 (-7) di partenza. Seguono in graduatoria l’inglese Curtis Griffiths (136, -8) e il dilettante scozzese James White (137, -7). Hanno avuto accesso al giro finale, Cristiano Terragni, sceso dal secondo al 12° posto con 140 (67 73, -4), Aron Zemmer e Giorgio De Filippi (am), 21.i con 142 (-2), Nicolò Gaggero, Luca Fenoglio e Nunzio Lombardi, 28.i con 143 (-1), Corrado De Stefani (am) e Alfredo Pazzeschi, 38.i con 144 (par), Andrea Perrino, 45° con 145 (+1), Matteo Mosele, Alberto Campanile, Marco Guerisoli, Federico Maccario (am) e Alberto Frisco (am), 50.i con 146 (+2), Michelino Pistorio (am), Luca Castelli, Guglielmo Bravetti (am) e Stefano Pitoni (am), 61.i con 147 (+3). Tra i 16 esclusi vi sono Enrico Di Nitto (am) e Benedetto Pastore, 91.i con 149 (+5), Lorenzo Scotto, 121° con 153 (+9), e Francesco Rocca, figlio d’arte, 126° con 155 (+11).   Primo giro – E’ cominciata sui due tracciati del La Cala Resort (Asia Course e America Course, entrambi par 72), a Mijas nei pressi di Malaga in Spagna, la finale della Qualifying School dell’Alps Tour. Dopo il giro iniziale Cristiano Terragni è al secondo posto con 67 (-5) colpi, alla pari con l’inglese Jack Senior, a due lungjhezze dal leader, l’irlandese Brian Casey (65, -7). Al quarto posto con 68 (-4) il francese Romain Schneider, l’inglese Alexander Christie, il nordirlandese Alan Dunbar e il dilettante scozzese James White. Sono in buona posizione Nunzio Lombardi, Luca Castelli e Alessandro Grammatica, 12.i con 70 (-2), Giorgio De Filippi e Gabriele Heinrich, 26.i con 71 (-1), e si trovano entro la linea del taglio Alberto Fisco, Luca Fenoglio, Alfredo Pazzeschi, Aron Zemmer, Andrea Perrino, Corrado De Stefani e Leonardo Sbarigia, 41.i con 72 (par), Guglielmo Bravetti e Federico Maccario, 56.i con 73 (+1). Alla gara prendono parte 144 giocatori dei quali 35 italiani, 16 provenienti dallo Stage 1 e 19 qualificati di diritto. Si gioca sulla distanza di 54 buche: dopo 36 nelle quali i concorrenti si alternano sui due tracciati, i primi 65 classificati e i pari merito al 65° posto accederanno al giro finale al termine del quale i primi 35 in graduatoria e i pari merito al 35° posto riceveranno una "carta" piena per il circuito (categoria 6), mentre gli altri avranno la categoria 8 con qualche limitazione di partecipazione. Alle due fasi della Qualifying School si sono iscritti complessivamente 230 atleti provenienti da 25 nazioni.   Prologo – Inizia sui due tracciati del La Cala Resort (Asia Course e America Course), a Mijas nei pressi di Malaga in Spagna, la finale della Qualifying School (16-18 dicembre) dell’Alps Tour. Vi prendono parte 144 giocatori dei quali 35 italiani, 16 provenienti dallo Stage 1 e 19 qualificati di diritto. Il torneo su svolge sulla distanza di 54 buche: dopo 36 nelle quali i concorrenti si alterneranno sui due tracciati, i primi 65 classificati e i pari merito al 65° posto accederanno al giro finale al termine del quale i primi 35 in graduatoria e i pari merito al 35° posto riceveranno una "carta" piena per il circuito (categoria 6), mentre gli altri avranno la categoria 8 con qualche limitazione di partecipazione. Hanno conquistato un posto nel field attraverso la Stage 1, disputato sugli stessi percorsi: Nunzio Lombardi, che ha vinto una delle due prove, Tommaso Boggio, Guglielmo Bravetti, Luca Castelli, Andrea Cavallaro, Corrado De Stefani, Alberto Fisco, Nicolò Gaggero, Federico Maccario, Matteo Mosele, Benedetto Pastore, Valerio Pelliccia, Nicolò Perosino, Michelino Pistorio, Francesco Rocca, figlio d’arte, e Leonardo Sbarigia. Sono entrati di diritto: Andrea Perrino, vincitore dell’ordine di merito dell’Alps Tour nel 2009, Davide Bertoli, Alberto Campanile, Giorgio De Filippi, Enrico Di Nitto, Luca Fenoglio, Francesco Gatti, Alessandro Grammatica, Marco Guerisoli, Gabriele Heinrich, Alfredo Pazzeschi, Stefano Pitoni, Lorenzo Scotto, Cristiano Terragni, Francesco Testa, Edoardo Torrieri, Vittorio Andrea Vaccaro, Claudio Viganò e Aron Zemmer. Alle due fasi della Qualifying School si sono iscritti complessivamente 230 atleti provenienti da 25 nazioni. I risultati