PGA Tour: prodezze di Muñoz, flop di Woods

Munoz Sebastian
  23 Ottobre 2020 News
Condividi su:

Prodezze del colombiano Sebastian Muñoz e flop di Tiger Woods nel primo giro dello ZOZO Championship @ Sherwood sul percorso dello Sherwood Country Club (par 72), a Thousand Oaks in California. Muñoz (nella foto), 27enne di Bogotà con un titolo sul circuito (Sanderson Farms, 2019), uno sul Web.Com Tour, attuale Korn Ferry Tour (Club Colombia, 2016) e altri due in eventi minori sudamericani, ha preso la leadership con un ottimo 64 (-8), per la verità con un cammino un po’ accidentato, fatto di due eagle, otto birdie, due bogey e un doppio bogey, tuttavia efficace per distanziare di misura Justin Thomas, numero tre mondiale, e l’inglese Tyrrell Hatton, numero nove (65, -7).

Per Tiger Woods difesa del titolo e traguardo degli 83 successi in carriera per divenire recordman assoluto per vittorie sul tour, primato ora condiviso a 82 con Sam Snead, praticamente compromessi dopo i 76 (+4, due birdie, quattro bogey, un doppio bogey) colpi con cui è terminato al 75° e penultimo posto su un tracciato dove nelle dodici occasioni in cui aveva disputato in precedenza l’Hero World Challenge si era classificato cinque volte primo e altrettante secondo. E’ anche vero che nelle sette gare ufficiali, seguire al successo dello scorso anno nel ZOZO, ha accusato parecchie difficoltà e in una sola occasione è andato oltre la 37ª piazza (9° Farmers Insurance Open). E a conferma del suo scarso momento le tre buche par cinque giocate sopra par (bogey, bogey e doppio bogey): non gli era mai capitato in un solo giro nei 1.277 giocati in carriera.

Sono in buona posizione Patrick Cantlay e l’inglese Justin Rose, noni con 67 (-5), e occupa la 17ª piazza con 68 (-4) lo spagnolo Jon Rahm, numero due del World Ranking, teso a recuperare i 53 centesimi di punto che lo separano dal numero uno Dustin Johnson, fermo perché positivo al Covid-19. Nelle zone di metà classifica Matthew Wolff, Webb Simpson, Xander Schauffele e Tony Finau, rientrato dopo la quarantena per Covid-19, 26.i con 69 (-3), Jordan Spieth e Patrick Reed, 39.i con 70 (-2), e in bassa graduatoria Rickie Fowler, Collin Morikawa e il giapponese Hideki Matsuyama, 51.i con 71 (-1), Phil Mickelson, 57° con 72 (par), e il nordirlandese Rory McIlroy, 64° con 73 (+1).

Si è ritirato dopo sette buche condotte con tre birdie Gary Woodland per problemi a una spalla, mentre alla vigilia è risultato positivo nei controlli pre gara l’australiano Adam Scott. Al torneo, trasferito quest’anno dal Giappone agli Stati Uniti per la pandemia e che si disputa a porte chiuse rispettando le rigide norme sanitarie del PGA Tour, sono stati ammessi 78 concorrenti che si contendono un montepremi di 8.000.000 di dollari.

Il torneo su GOLFTV – Lo ZOZO Championship @ Sherwood viene trasmesso in diretta da GOLFTV, piattaforma streaming di Discovery (info www.golf.tv/it), con collegamenti ai seguenti orari: da venerdì 23 ottobre a domenica 25 ottobre dalle ore 23 alle ore 2. Commento di Isabella Calogero e di Federico Colombo.

I RISULTATI