fbpx

PGA Tour: nel Northern Open James Hahn a sorpresa

  23 Febbraio 2015 News
Condividi su:

Finale a sorpresa nel Northern Trust Open (PGA Tour)  di golf dove si è imposto con 278 colpi (66 74 69 69, -6) il 34enne James Hahn (nella foto), nato a Seoul in Corea, ma statunitense a tutti gli effetti.  Sul percorso del Riviera CC (par 71) a Pacific Palisades, in California, dove Francesco Molinari 111° con 149 colpi (75 74, +7) non ha superato il taglio, Hahn ha concluso la gara alla pari con Dustin Johnson (278 – 70 72 67 69) e con l’inglese Paul Casey (278 – 70 69 71 68), sicuramente più quotati di lui, e li ha battuti con un birdie alla terza buca di playoff.   Al quarto posto con 279 (-5) il giapponese Hideki Matsuyama, Keegan Bradley, Jordan Spieth, che ha mancato lo spareggio per un bogey sull’ultima buca, e lo spagnolo Sergio Garcia, che ha buttato via il titolo con bue bogey a chiudere. All’ottavo  con 280 (-4) il sudafricano Retief Goosen, leader dopo tre turni, e il canadese Graham DeLaet, che hanno ceduto nettamente, il primo con un 75 (+4) e il secondo con un 73 (+2) e in tal modo hanno rimesso in corsa tanti concorrenti, tra i quali Casey, che sembravano fuori gioco. Poco tonici nel giro finale, in cui hanno perso posizioni, il  fijiano Vijay Singh, 12° con 281 (-3), Bubba Watson, campione uscente, e Jim Furyk, 14.i con 282 (-2), e l’argentino Angel Cabrera, 30° con 285 (+1). Torneo da dimenticare in fretta per il sudafricano Charl Schwartzel, 41° con 287 (+3), per l’iberico Gonzalo Fernandez Castaño, 72° con 297 (+13) e per Brandt Snedeker, 74° e penultimo con 299 (+15), dopo che nella settimana precedente aveva vinto l’AT&T National Pro Am.     Il playoff Hahn sembrava fuori gioco quando ha segnato un bogey alla 16ª buca (69, -2 con quattro birdie e due bogey), ma chi lo precedeva ha fatto di tutto per favorirlo. Prima sono usciti di scena Spieth e Garcia, poi Johnson, da poco ritornato alle gare dopo un lungo stop per problemi personali, alla 17ª è scivolato sull’unico bogey di giornata dopo tre birdie (parziale di 69 anche per lui) e sull’ultima buca anche Casey non è riuscito a tenere il minimo vantaggio (68, -3 con cinque birdie e due bogey). Dopo la prima buca di playoff pareggiata dal trio con il par, alla seconda Casey è stato bocciato da un par contro i due birdie degli avversari e alla terza, con un altro birdie, Hahn ha messo fuori gioco Johnson.    Il vincitore, che ha ricevuto un congruo assegno di 1.206.000 dollari su un montepremi di 6,7 milioni di dollari, è al primo titolo nel PGA Tour. Nel suo scarno palmares anche due successi nel Canadian Tour (2009) e uno nel Web.com Tour (2012). Nel 2010 si è reso protagonista di una donazione particolare devolvendo all’ospedale pediatrico di Oakland 350 dollari per ogni birdie effettuato. Ha un singolare portafortuna: marca la palla con il gettone di un autolavaggio da cui non i separa mai.   TERZO GIRO – Il sudafricano Retief Goosen ha mantenuto la leadership con 205 colpi (66 70 69, -8) nel Northern Trust Open (PGA Tour) in svolgimento sul percorso del Riviera CC (par 71) a Pacific Palisades, in California, dove Francesco Molinari, 111° con 149 colpi (75 74, +7) non ha superato il taglio.   Saranno in corsa per il titolo nel giro finale anche il canadese Graham DeLaet, secondo con 207 (-6), J.B. Holmes, lo spagnolo Sergio Garcia, il messicano Carlos Ortiz e il coreano Sang-Moon Bae, terzi con 208 (-5), Dustin Johnson, Jim Furyk, James Hahn, Jordan Spieth, Bubba Watson, campione uscente, il fijiano Vijay Singh e l’argentino Angel Cabrera, settimi con 209 (-4). Sono fuori gioco l’inglese Paul Casey, 15° con 210 (-3), Keegan Bradley, 18° con 211 (-2), Hunter Mahan. 26° con 213 (par), e stanno offrendo una prestazione sotto tono il sudafricano Charl Schwartzel, 45° con 216 (+3), l’iberico Gonzalo Fernandez Castaño, 68° con 219 (+6), e Brandt Snedeker, 74° e ultimo con 224 (+11), reduce dal successo di domenica scorsa dell’AT&T National Pro Am.   Due major nel palmares – Goosen, 46enne di Pietersburg nel cui palmares figurano due major, cinque titoli nel PGA Tour, dodici nell’European Tour e otto nel Sunshine Tour, si è procurato con un parziale di 69 (-2) un po’ sofferto con sei birdie e quattro bogey l’occasione di tornare a successo nel circuito dove non sale sul gradino più altro del podio dal 2009. Il montepremi è di 6,7 milioni di dollari con prima moneta di 1.206.000 dollari.   Il torneo su Sky – La giornata finale del Northern Trust Open andrà in onda in diretta, in esclusiva e in alta definizione dalla TV satellitare Sky con collegamento dalle ore 21 alle ore 0,30 (Sky Sport 3 HD). Replica lunedì 23 febbraio alle ore 7,30 (Sky Sport 2 HD). Commento di Alessandro Lupi, Silvio Grappasonni e di Nicola Pomponi.     SECONDO GIRO – Francesco Molinari, 111° con 149 colpi (75 74, +7) non ha superato il taglio nel Northern Trust Open (PGA Tour) in svolgimento sul percorso del Riviera CC (par 71) a Pacific Palisades, in California.   Il sudafricano Retief Goosen ha conservato la leadership con 136 colpi (66 70, -6), unico superstite del sestetto di testa dopo un turno, ma ha a ridosso Ryan Moore, Justin Thomas e il canadese Graham DeLaet, secondi con 137 (-5). Al quinto posto con 138 (-4) l’argentino Angel Cabrera, al sesto con 139 (-3) Bubba Watson, campione uscente, Jordan Spieth,  Derek Fathauer, J.B. Holmes e l’inglese Paul Casey, all’11° con 140 (-2) otto concorrenti tra i quali Nick Watney, lo spagnolo Sergio Garcia e il fijiano Vijay Singh. al 19° con 141 (-1) Jim Furyk, Keegan Bradley e il sudafricano Charl Schwartzel e al 26° con 142 (par) Dustin Johnson e Hunter Mahan. Hanno evitato l’uscita anticipata con l’ultimo punteggio utile Brandt Snedeker,  vincitore domenica scorsa dell’AT&T National Pro Am, e l’iberico Gonzalo Fernandez Castaño, 61.i con 145 (+3). Out l’inglese Luke Donald, 76° con 146 (+4), Webb Simpson, 87° con 147 (+5), e il sudafricano Ernie Els, 134° con 154 (+12).     Dieci volte in vetta dopo 36 bucheGoosen, 46enne di Pietersburg nel cui palmares figurano due major, cinque titoli nel PGA Tour, dodici nell’European Tour e otto nel Sunshine Tour,  si trova per la decima volta in carriera leader dopo 36 buche, ma solo in due occasioni ha poi vinto. Ha iniziato dalla buca 10 con un bogey aggiungendovi un birdie e un altro bogey prima del giro di boa, poi nel rientro ha rimediato con due birdie (70, -1) e il secondo ottenuto sull’ultimo green gli ha permesso di rimanere da solo in vetta.   Stessa buca d’avvio per Molinari e identico cammino per metà tracciato, anch’egli con un birdie e due bogey. Un altro birdie dopo il giro di boa l’ha riportato in par, ma le cose sono poi precipitate con due bogey e un doppio bogey a fronte di un ulteriore birdie (74, +3). Il turno è stato sospeso, ma in realtà deve terminare un solo giocatore che non apporterà variazioni significative alla classifica. Il montepremi è di 6,7 milioni di dollari con prima moneta di 1.206.000 dollari.   Il torneo su Sky – Il Northern Trust Open viene teletrasmesso in diretta, in esclusiva e in alta definizione dalla TV satellitare Sky con collegamenti ai seguenti orari: sabato 21 febbraio, dalle ore 21 alle ore 24 (Sky Sport 2 HD); domenica 22, dalle ore 21 alle ore 0,30 (Sky Sport 3 HD). Repliche: terza giornata, domenica 22 alle ore 7,30 (Sky Sport 2 HD); quarta giornata: lunedì 23 alle ore 7,30 (Sky Sport 2 HD). Commento di Alessandro Lupi, Silvio Grappasonni e di Nicola Pomponi.    

PRIMO GIRO – Falsa partenza di Francesco Molinari, (nella foto) 102° con 75 (+4) colpi, nel Northern Trust Open (PGA Tour) di golf iniziato sul percorso del Riviera CC (par 71) a Pacific Palisades, in California, e dove comandano con 66 (-5) Nick Watney, James Hahn, Daniel Summerhays, Derek Fathauer, il sudafricano Retief Goosef e il fijiano Vijay Singh, gli ultimi da tempo lontani dalla vetta.

  Watson, defeder in ritardo – Subito dietro con 67 (-4) il messicano Carlos Ortiz e all’ottavo posto con 68 (-3) Justin Thomas, William McGirt, l’australiano Geoff Ogilvy e il tedesco Alex Cejka. Ha tenuto Jordan Spieth, 12° con 69 (-2), e sono entro i limiti del par Dustin Johnson, Bubba Watson, campione uscente, l’inglese Paul Casey  e l’argentino Angel Cabrera, 17.i con 70 (-1), Jim Furyk, il sudafricano Charl Schwartzel e gli spagnoli Sergio Garcia e Gonzalo Fernandez Castaño, 33.i con 71 (par). Non hanno brillato Keegan Bradley e Brandt Snedeker, vincitore domenica scorsa dell’AT&T National Pro Am, 68.i con 73 (+2), Webb Simpson, che è insieme a Molinari, l’inglese Luke Donald, 120° con 77 (+6), e il sudafricano Ernie Els, 129° con 78 (+7).   Singh, Hahn e Fathauer hanno segnato sei birdie e un bogey, Goosen e Summerhays sette birdie e due bogey e Watney un eagle, quattro birdie e un bogey. Molinari ha iniziato con un birdie, ma dalla quarta buca le cose sono cambiate. Passato dopo due bogey con un parziale di 36 (+1) alla nona, nelle successive sei lo score ha preso il suo aspetto con un doppio bogey, due birdie e tre bogey in sequenza (parziale di 39, +3 nel rientro). Il montepremi è di 6,7 milioni di dollari con prima moneta di 1.206.000 dollari.   Il torneo su Sky – Il Northern Trust Open viene teletrasmesso in diretta, in esclusiva e in alta definizione dalla TV satellitare Sky con collegamenti ai seguenti orari: venerdì 20 febbraio, alle ore 23 alle ore 2 (Sky Sport 3 HD); sabato 21, dalle ore 21 alle ore 24 (Sky Sport 2 HD); domenica 22, dalle ore 21 alle ore 0,30 (Sky Sport 3 HD). Repliche: seconda giornata, sabato 21 febbraio alle ore 7,30 (Sky Sport 2 HD) e alle ore 13,45 (Sky Sport 3 HD); terza giornata, domenica 22 alle ore 7,30 (Sky Sport 2 HD); quarta giornata: lunedì 23 alle ore 7,30 (Sky Sport 2 HD). Commento di Alessandro Lupi, Silvio Grappasonni e di Nicola Pomponi.     PROLOGOFrancesco Molinari riprende il suo cammino nel PGA Tour prendendo parte al Northern Trust Open (19-22 febbraio), torneo di golf che si disputa sul percorso del Riviera CC a Pacific Palisades, in California.     Bubba Watson campione uscente– ll field è di qualità per la presenza di Bubba Watson, campione uscente, di Keegan Bradley, Jim Furyk, Dustin Johnson, Hunter Mahan, Webb Simpson, Jordan Spieth, Brandt Snedeker, tornato al successo nell’AT&T National Pro Am, degli spagnoli Sergio Garcia e Gonzalo Fernandez Castaño, degli inglesi Luke Donald e Paul Casey, dei sudafricani Ernie Els e Charl Schwartzel, del giapponese Hideki Matsuyama, dell’argentino Angel Cabrera e del fijiano Vijay Singh.   Molinari è alla quarta presenza stagionale nel circuito e nelle prime tre il suo rendimento è stato buono: è andato sempre a premio e, in particolare, si è classificato al decimo posto nell’Humana Challenge, dove è stato anche in corsa per il titolo. Nelle altre due gare è terminato 22° nel Phoenix Open e 37° nel Sony Open in Hawaii. Il montepremi è di 6,7 milioni di dollari con prima moneta di 1.206.000 dollari.     Il torneo su Sky – Il Northern Trust Open sarà teletrasmesso in diretta, in esclusiva e in alta definizione dalla TV satellitare Sky con collegamenti ai seguenti orari: giovedì 19 febbraio e venerdì 20, alle ore 23 alle ore 2 (Sky Sport 3 HD); sabato 21, dalle ore 21 alle ore 24 (Sky Sport 2 HD); domenica 22, dalle ore 21 alle ore 0,30 (Sky Sport 3 HD). Repliche: prima giornata, venerdì 20 febbraio alle ore 7,30 (Sky Sport 2 HD); seconda giornata, sabato 21 alle ore 7,30 (Sky Sport 2 HD) e alle ore 13,45 (Sky Sport 3 HD); terza giornata, domenica 22 alle ore 7,30 (Sky Sport 2 HD); quarta giornata: lunedì 23 alle ore 7,30 (Sky Sport 2 HD). Commento di Alessandro Lupi, Silvio Grappasonni e di Nicola Pomponi   I risultati