fbpx

PGA Tour: Jimmy Walker al secondo successo

  10 Febbraio 2014 News
Condividi su:

Jimmy Walker (nella foto) ha vinto con 276 colpi (66 69 67 74, -11) l’AT&T Pebble Beach Pro Am (PGA Tour), gara che si è disputata con formula pro am e con la partecipazione di numerosi personaggi appassionati di golf sui tre percorsi del Pebble Beach Golf Links (par 72), del Monterey Peninsula CC (par 71) e dello Spyglass Hill GC (par 72), con giro finale sul primo, a Pebble Beach in California. Walker, 35enne di Oklahoma City, ha colto il secondo titolo in stagione e in carriera, dopo quello ottenuto nel Frys.com Open, con parecchia fatica, malgrado avesse iniziato il giro finale con sei colpi di vantaggio. Infatti ha commesso numerosi errori e ha terminato con un 74 (+2, con tre birdie e cinque bogey), ma è riuscito comunque a contenere il ritorno di Dustin Johnson (66, -6 di giornata) e di Jim Renner (67, -5) che si sono fermati con 277 (-10) a un colpo dal playoff. Al quarto posto con 279 (-8) Jordan Spieth e Kevin Na, al sesto con 280 (-7) Hunter Mahan, al settimo con 281 (-6) Pat Perez, il neozelandese Tim Wilkinson e il nordirlandese Graeme McDowell, che ha operato una buona rimonta dalla 39ª piazza. Ha ceduto Phil Mickelson, da quinto a 19° con 284 (-3), e sono rimasti in media classifica l’irlandese Padraig Harrington, 27° con 285 (-2), e Jim Furyk, 35° con 287 (par). A Walker è andato un assegno di 1.188.000 dollari su un montepremi di 6.600.000 dollari. Terzo giro – Jimmy Walker (202 – 66 69 67, -13) ha fatto il vuoto nel terzo giro dell’AT&T Pebble Beach Pro Am (PGA Tour), gara che si disputa con formula pro am e con la partecipazione di numerosi personaggi appassionati di golf sui tre percorsi del Pebble Beach Golf Links (par 72), del Monterey Peninsula CC (par 71) e dello Spyglass Hill GC (par 72), a Pebble Beach in California. Il 35enne di Oklahoma City, vincitore della prima gara stagionale svoltasi nello scorso ottobre (Frys.com Open), ha realizzato un ottimo parziale di 67 (-4) al Monterey Peninsula (cinque birdie e un bogey) e proverà a cogliere il secondo titolo in carriera dall’alto dei sei colpi di vantaggio su Tim Wilkinson e su Hunter Mahan (208, -7). Più attardati Richard H. Lee, quarto con 209 (-6), Phil Mickelson, risalito dal 17° posto, Blake Adams, Kevin Na, Ryan Palmer, Pat Perez e Jim Renner, quinti con 210 (-5). Ha ceduto Jordan Spieth, leader con Walker dopo due turni e ora 11° con “meno 4” e tre buche da giocare. E’ uno dei 12 concorrenti che non hanno potuto concludere il turno e che non potranno comunque apportare variazioni significative alla graduatoria dove a metà si trovano Jim Furyk e l’irlandese Padraig Harrington, 31.i con 213 (-2), e il nordirlandese Graeme McDowell, 39° con 214 (-1). Fuori al taglio, effettuato dopo tre turni in cui i giocatori si sono espressi sui tre tracciati, il sudafricano Retief Goosen e lo spagnolo Rafael Cabrera Bello, 66.i con 216 (+1), il fijano Vijay Singh, 99° con 219 (+4), e Brandt Snedeker, campione uscente, 112° con 221 (+6). Il montepremi è di 6.600.000 dollari con prima moneta di 1.188.000 dollari.

Secondo giro – Jimmy Walker e Jordan Spieth con lo score di “meno 9” sono in vetta nell’AT&T Pebble Beach Pro Am (PGA Tour), gara che si disputa con formula pro am e con la partecipazione di numerosi personaggi appassionati di golf sui tre percorsi del Pebble Beach Golf Links (par 72), del Monterey Peninsula CC (par 71) e dello Spyglass Hill GC (par 72), a Pebble Beach in California. La classifica fa riferimento al par essendo differente quello dei tre tracciati. Walker (135 – 66 PB 69 SH) e Spieth (134 – 67 SH 67 MP) precedono Hunter Mahan, terzo con “meno 8”, Andrew Loupe, quarto con “meno 7”, e Richard Lee, quinto con “meno 6”. In buona posizione e in grado di recuperare Phil Mickelson, 17° con “meno 4”, così come Jim Furyk e l’irlandese Padraig Harrington, 28.i con “meno 3”. Non brillano Dustin Johnson, 43° con “meno 2”, il nordirlandese Graeme McDowell, 60° con “meno 1”, il sudafricano Retief Goosen, 81° con il par, Brandt Snedeker, campione uscente, 96° con “+1”, e il fijano Vijay Singh, 127° con “+5”.

Il taglio verrà effettuato dopo 54 buche quando tutti i concorrenti avranno giocato sui tre campi.  Il montepremi è di 6.600.000 dollari con prima moneta di 1.188.000 dollari. Primo giro – Andrew Loupe, autore di un 63 (-8), è al comando nell’AT&T Pebble Beach Pro Am (PGA Tour), gara che si disputa con formula pro am e con la partecipazione di numerosi personaggi appassionati di golf sui tre percorsi del Pebble Beach Golf Links (par 72), del Monterey Peninsula CC (par 71) e dello Spyglass Hill GC (par 72), a Pebble Beach in California. Il primo giro non si è concluso e la classifica, che potrà subire cambiamenti, fa riferimento al par essendo differente quello dei tre tracciati. Il 26enne di Baton Rouge (Louisiana) al secondo anno di circuito, senza titoli e reduce da cinque tagli in altrettante gare disputate in stagione, ha girato sul Monterey Peninsula e precede un quintetto con “meno 6” composto da Jimmy Walker, 66 al Pebble Beach, Jim Renner, Richard Lee e dagli australiani Stuart Appleby e Scott Gardiner, tutti con 65 al Monterey Penisula. Può migliorare il settimo posto Phil Mickelson (“meno 5” MP), che ha tre buche da giocare, e sono al 17° con “meno 4” Dustin Johnson (68 SH) e Hunter Mahan (68 PB). Lontani dalla vetta Jim Furyk, 49° con “meno 2” (70 SH), il sudafricano Retief Goosen (71 PB) e il nordirlandese Graeme McDowell (71 SH), 73.i con “meno 1”, Brand Snedeker, campione uscente (72 SH), e l’irlandese Padraig Harrington (72 PB), 97.i con il par. In coda il fijano Vijay Singh, 153° con “+6” (78 PB). Il montepremi è di 6.600.000 dollari con prima moneta di 1.188.000 dollari. Prologo – Il PGA Tour propone l’AT&T Pebble Beach Pro Am (6-9 febbraio), gara che si disputa con formula pro am e la partecipazione di numerosi personaggi appassionati di golf sui tre percorsi del Pebble Beach Golf Links, del Monterey Peninsula CC e dello Spyglass Hill GC, a Pebble Beach in California. Nel field, tra gli altri, Brandt Snedeker, che difende il titolo, Phil Mickelson, Jim Furyk, Hunter Mahan, il fijano Vijay Singh, il sudafricano Retief Goosen, lo spagnolo Rafael Cabrera Bello, il nordirlandese Graeme McDowell e l’irlandese Padraig Harrington. Il montepremi è di 6.600.000 dollari con prima moneta di 1.188.000 dollari.   I risultati