fbpx

Nel World Junior Challenge ottima prova degli italiani Paratore, Crema e Barbieri 2.i

  31 Dicembre 2012 News
Condividi su:

I giocatori italiani hanno fornito un’ottima prestazione complessiva nel World Junior Challenge, gara giovanile disputata all’Innisbrook Resort & Golf Club di Palm Harbor, nei pressi di Tampa in Florida. Nel torneo maschile si sono classificati al secondo posto con 218 (+4) Renato Paratore, nella foto, (72 74 72) e Pietro Crema (74 74 70), a un solo colpo dal vincitore, lo statunitense Robin Wang (217 – 72 73 72, +3), ha chiuso al quarto Michele Cea con 220 (73 77 70, +6) e è terminato all’ottavo Federico Zucchetti con 227 (75 76 76, +13). Nella gara femminile vinta con 229 (+15) colpi dall’americana Maria Alejandra Villalobos (76 72 81), ottima seconda piazza per Alice Barbieri con 232 (80 75 77, +18).

 

Paratore è stato in vetta al termine della prima frazione, poi ha provato fino alle ultime battute a recuperare il colpo di svantaggio accusato dopo due turni da Wang, mentre hanno operato la rimonta sia Crema che Cea, autori entrambi di un 70 (-1) miglior punteggio del turno. Cea ha condiviso la posizione con il costaricano José Mendez e con il cinese Carl Yuan, quindi al settimo posto Jerry Zhu con 226 (+12). All’evento hanno preso parte 91 giocatori di età compresa tra i 15 e i 19 anni, che si sono alternati nei primi due giri sui tracciati del Copperhead Course (par 71) e dell’Island Course (par 72), poi dopo 36 buche il taglio ha promosso 46 concorrenti che hanno completato la gara al Copperhead.

 

Tra le ragazze la Barbieri, che vive in Florida ed è tesserata per il GC Milano, ha provato orgogliosamente nel turno conclusivo a recuperare i sette colpi di ritardo che aveva dalla leader. L’impresa le è riuscita in parte, poiché ne ha annullati quattro, ma in tal modo ha comunque respinto l’attacco dell’argentina Ayelen Irizar, terza con 233 (+19). In quarta posizione con 239 (+25) la messicana Monica Dibildox e Michelle Kim, in sesta con 241 (+27) Corinne Grans-Wood.

 

Secondo giro – Renato Paratore ) del GC Parco di Roma, secondo con 146 colpi (72 74, +3), e Pietro Crema del GC Villa Condulmer, quarto con 148 (74 74, +5), entrambi sedicenni, competeranno per il titolo nel giro finale del World Junior Challenge, gara giovanile che si sta svolgendo all’Innisbrook Resort & Golf Club di Palm Harbor, nei pressi di Tampa in Florida. E’ passato a condurre con 145 (72 73, +2) Robin Wang, mentre Paratore, leader dopo un turno, è alla pari con il costaricano José Mendez e Crema condivide la piazza con il cinese Carl Yuan.  Sono in ottima posizione anche gli altri due italiani in campo, Michele Cea, settimo con 150 (73 77, +7), e Federico Zucchetti, nono con 151 (75 76, +8). All’evento (54 buche) hanno preso parte 91 giocatori di età compresa tra i 15 e i 19 anni, che si sono alternati nei primi due giri sui tracciati del Copperhead Course (par 71) e dell’Island Course (par 72), poi dopo 36 buche il taglio ha promosso 46 concorrenti che completeranno la gara al Copperhead, mentre gli altri disputeranno il “consolation round” all’Island. Nel torneo femminile sta fornendo una bella prova Alice Barbieri, seconda con 155 colpi (80 75, +12), la quale vive in Florida, ma è tesserata per il GC Milano. Difficilmente potrà recuperare nel giro conclusivo i sette colpi di svantaggio dalla leader, l’americana Maria Alejandra Villalobos (148 – 76 72, +5), ma può sicuramente conservare la posizione anche se non mancheranno attacchi dall’argentina Ayelen Irizar (157, +14), dalla messicana Monica Dibildox (158, +15), dalla svizzera Melinda Vontobel e dalla statunitense Selena Costabile (159, +16). Primo giro – Il 16enne romano Renato Paratore ha concluso la comando con 72 (+1) colpi il primo giro del World Junior Challenge, gara giovanile che si sta svolgendo all’Innisbrook Resort & Golf Club di Palm Harbor, nei pressi di Tampa in Florida. L’azzurro è alla pari con gli statunitensi Robin Wang e Jerry Zhu e sono in ottima posizione anche gli altri tre italiani che stanno partecipando al torneo. Infatti Michele Cea è al quarto posto con 73 (+2), Pietro Crema è al sesto con 74 (+3) e Federico Zucchetti è al 13° con 75 (+4). All’evento (54 buche), partecipano 91 giocatori di età compresa tra i 15 e i 19 anni, che si alterneranno nei primi due giri sui tracciati del Copperhead Course e dell’Island Course, poi dopo 36 buche il taglio lascerà in gara la metà dei concorrenti che completeranno la gara al Copperhead, mentre gli altri disputeranno il “consolation round” all’Island. Prologo – Renato Paratore, sarà impegnato nel World Junior Challenge (28-30 dicembre), gara giovanile in programma all’Innisbrook Resort & Golf Club di Palm Harbor, nei pressi di Tampa sempre in Florida. Allevento prendono parte a titolo personale anche Michele Cea, Pietro Crema e Federico Zucchetti. I partecipanti si alterneranno nei primi due giri sui tracciati del Copperhead Course e dell’Island Course, poi dopo 36 buche il taglio lascerà in gara la metà dei concorrenti che completeranno la gara al Copperhead, mentre gli altri disputeranno il “consolation round” all’Island.