fbpx

Nel Reply Italian International Under 16/Trofeo T. Soldati trionfa Riccardo Leo nel ricordo di Teodoro

  03 Settembre 2015 News
Condividi su:

Riccardo Leo, quindicenne torinese portacolori del Royal Park I Roveri, ha vinto con 285 colpi (70 71 72 72, -7) il Reply Italian International Under 16 Championship/Trofeo Teodoro Soldati, la cui nona edizione si è svolta sull’impegnativo percorso del Golf Club Biella Le Betulle (par 73) nel ricordo del giovanissimo azzurro da poco scomparso e che aveva vinto la gara nello scorso anno.   Leo ha letteralmente dominato, prendendo il comando al termine del secondo giro e tenendo sempre a debita distanza i più immediati inseguitori. Lo hanno accompagnato sul podio, nettamente distaccati, lo svedese Victor Hagborg-Asp (289, -3) e l’inglese Alex Fitzpatrick, leader dopo un turno. Al quarto posto con 291 (-1) il sudafricano Hermanus Loubser e, a completare il successo azzurro, hanno occupato il quinto con 292 (par) Leonardo Bellini (71 79 74 68) e Leonardo Novella (71 77 73 71). Sono entrati tra i 41 concorrenti che hanno superato il taglio e che sono stati ammessi alle ultime 36 buche disputate nella stessa terza giornata: Massimiliano Campigli, 17° con 302 (+10), Gregorio De Leo, 20° con 305 (+13), Andrea Romano, 24° con 306 (+14), Jacopo Albertoni e Alfredo Bianchin, 28.i con 308 (+16), Kevin Latchayya, 31° con 309 (+17), Julien Paltrinieri, 35° con 311 (+19), Pietro Bonamin, 36° con 314 (+22), Giacomo Spoti, 38° con 315 (+23), e Giovanni Manzoni, 40° con 316 (+24).   Leo ha ottenuto il nono successo dell’anno in campo internazionale degli italiani dopo  quelli di Paolo Ferraris (Portuguese International Amateur), di Bianca Maria Fabrizio (Seminole Match Up e SEC Womens Championship negli Stati Uniti), di Federico Zucchetti (St. Andrews Links), di Luca Cianchetti (South of England Amateur), di Michele Ortolani (Austrian Amateur) di Stefano Mazzoli (Campionato Europeo individuale) e di Maria Vittoria Corbi (Loretto Scottish Girls U14).   Il vincitore, allievo del maestro Gianluca Baruffaldi e la scorsa settimana brillante quarto nell’International of Belgium, ha detto: “Sono contentissimo, è la gara a cui tenevo di più. Non mi era mai capitato di giocare a questi livelli e ora ho la consapevolezza che posso farlo. Dedico questa vittoria a Teodoro Soldati”   L’Italia, trascinata dallo stesso Leo e con il contributo di Bellini e Romano, si è aggiudicata il Nations Trophy con 287 colpi lasciando a sette lunghezze l’Inghilterra, seconda classificata. Momenti di grande commozione durante la premiazione vissuta col pensiero rivolto a Teodoro Soldati. La sorella Chiara, accompagnata dalla famiglia, ha voluto ricordare con poche e toccanti parole quanto Teodoro amasse il golf e come fosse legato a questo torneo. Ha detto poi il vicepresidente federale Antonio Bozzi: “Era un ragazzo fantastico, sempre gentile, e sorridente. La sua scomparsa ha sconvolto tutti”   Title sponsor dell’evento è stata Reply [MTA, STAR: REY], azienda specializzata nella progettazione e nell’implementazione di soluzioni basate sui nuovi canali di comunicazione e media digitali. Costituita da un modello a rete di aziende altamente specializzate, Reply affianca i principali gruppi industriali europei appartenenti ai settori Telco & Media, Industria e Servizi, Banche e Assicurazioni e Pubblica Amministrazione nella definizione e nello sviluppo di modelli di business abilitati dai nuovi paradigmi del Big Data, Cloud Computing, Digital Media e Internet degli Oggetti. I servizi di Reply includono: Consulenza, System Integration e Digital Services.   SECONDO GIRO – Riccardo Leo – Riccardo Leo (141 – 70 71, -5), nella foto, ha preso il largo nel secondo giro del Reply Italian International Under 16 Championship/Trofeo Teodoro Soldati, la cui nona edizione si sta svolgendo sull’impegnativo percorso del Golf Club Biella Le Betulle (par 73) nel ricordo del giovanissimo azzurro da poco scomparso e che aveva vinto la gara nello scorso anno.   Leo,  portacolori del Royal Park I Roveri, ha un vantaggio di tre colpi sul norvegese Markus Braadlie (144, -2) e di quattro sull’inglese Alex Fitzpatrick (145, -1), che conduceva dopo il turno iniziale. Al quarto posto con 146 (par) il sudafricano Luke Mayo, al quinto con 148 (+2) Leonardo Novella (71 77) affiancato dal tedesco Falko Hanisch e dagli inglesi Barclay Brown e Taylor Stote.   Hanno superato il taglio, che ha ammesso alle ultime 36 buche da disputarsi nella terza e ultima giornata di gara, 41 concorrenti tra i quali altri undici italiani: Leonardo Bellini, 12° con 150 (+4), Massimiliano Campigli e Julien Paltrinieri, 16.i con 151 (+5), Andrea Romano e Gregorio De Leo, 24.i con 153 (+7), Pietro Bonamin e Alfredo Bianchin, 30.i con 154 (+8), Giacomo Spoti, Kevin Latchayya, Jacopo Albertoni e Giovanni Manzoni, 33.i con 155 (+9).   Leo, quindicenne torinese allievo del maestro Gianluca Baruffaldi, ha girato in 71 (-2) colpi con tre birdie e un bogey. “Sono assolutamente soddisfatto – ha detto – perché  ho espresso un gran golf.  Rispetto al primo giro ho preso più green, ho forse avuto meno feeling con il putter, ma sono contento per come mi sono gestito. Lo scorsa settimana in Belgio, alla vigilia della giornata finale, mi sono trovato nella stessa situazione, poi anche per l’abilità dei miei avversari non ce l’ho fatta. Spero che quella esperienza mi possa comunque aiutare in questa occasione. Domani testa bassa e pedalare!”.   L’Italia, trascinata da Leo e con il contributo di Bellini e Romano, si è aggiudicata il Nations Trophy con 287 colpi lasciando a sette lunghezze l’Inghilterra, seconda classificata. Nel corso della giornata  sono stati in visita a Biella, per ricordare Teodoro Soldati ed incontrare la sua famiglia (che domani presenzierà alla cerimonia di premiazione), i membri del Championship Committee dell’Ega Pierre Bechmann (Presidente del Golf di Chantilly e futuro Presidente dell’Ega) e Anna Roscio.   Title sponsor dell’evento è Reply [MTA, STAR: REY] specializzata nella progettazione e nell’implementazione di soluzioni basate sui nuovi canali di comunicazione e media digitali. Costituita da un modello a rete di aziende altamente specializzate, Reply affianca i principali gruppi industriali europei appartenenti ai settori Telco & Media, Industria e Servizi, Banche e Assicurazioni e Pubblica Amministrazione nella definizione e nello sviluppo di modelli di business abilitati dai nuovi paradigmi del Big Data, Cloud Computing, Digital Media e Internet degli Oggetti. I servizi di Reply includono: Consulenza, System Integration e Digital Services.   PRIMO GIRO – –  Bell’inizio dei giocatori italiani nel Reply Italian International Under 16 Championship/Trofeo Teodoro Soldati, che si sta disputando sull’impegnativo percorso del Golf Club Biella Le Betulle (par 73) nel ricordo del giovanissimo azzurro da poco scomparso e che aveva vinto la gara nello scorso anno.   Ha preso il comando con 69 (-4) colpi l’inglese Alex Fitzpatrick (nella foto), fratello del professionista Matthew uno dei giovani emergenti sull’European Tour, ma gli sono a ridosso Riccardo Leo, secondo con 70 (-3), Leonardo Novella e Leonardo Bellini, terzi con 71 (-2). Al quinto posto con 72 (-1) il norvegese Markus Braadlie e il sudafricano Luke Mayo e al settimo con 73 (par) Julien Paltrinieri e Gregorio De Leo, insieme all’austriaco Niklas Regner.   Più staccati Giovanni Manzoni, 16° con 75 (+2), Edoardo Schiavella e Massimiliano Campigli, campione “cadetti” in carica, 20.i con 76 (+3). Entro la linea del taglio che dopo 36 buche ammetterà ai due giri finali, da disputarsi nella terza e ultima giornata, i primi 40 classificati e i pari merito al 40° posto, anche Vasco Montanino, 27° con 77 (+4), Andrea Romano, Luca Gaido, Giulio Marinelli, Alfredo Bianchin e Gianmarco Manfredi, 32.i con 78 (+5).   Alex Fitzpatrick, che nel 2014 si classificò secondo, ha preso la leadership con un eagle, tre birdie e un bogey. Riccardo Leo, reduce dall’ottima prestazione con quarto posto nell’International Juniors of Belgium, è rimasto sulla sua scia con quattro birdie e un bogey. “Il torneo è iniziato bene, ho imbucato parecchio e mi sono divertito” ha spiegato Leo, allievo di Gianluca Baruffaldi e che ha mosso i primi passi golfistici al GC Le Fronde . “E’ la mia terza esperienza agli Internazionali, sono contento anche perché il campo è difficile e le aste erano complicate. Sono in un buon momento di forma, ora però penso solo a passare il taglio e poi vediamo cosa succederà”.   Title sponsor dell’evento è Reply [MTA, STAR: REY] specializzata nella progettazione e nell’implementazione di soluzioni basate sui nuovi canali di comunicazione e media digitali. Costituita da un modello a rete di aziende altamente specializzate, Reply affianca i principali gruppi industriali europei appartenenti ai settori Telco & Media, Industria e Servizi, Banche e Assicurazioni e Pubblica Amministrazione nella definizione e nello sviluppo di modelli di business abilitati dai nuovi paradigmi del Big Data, Cloud Computing, Digital Media e Internet degli Oggetti. I servizi di Reply includono: Consulenza, System Integration e Digital Services.   PROLOGO – Scatta sull’impegnativo percorso del Golf Club Biella Le Betulle la nona edizione del Reply Italian International Under 16 Championship/Trofeo Teodoro Soldati (1-3 settembre) dedicato alla memoria del giovanissimo azzurro da poco scomparso e che aveva vinto la gara nello scorso anno.   Vi prendono parte 132 concorrenti provenienti da 17 nazioni. Vi saranno per la prima volta rappresentanti della Polonia insieme ad atleti di Germania, Sudafrica, Inghilterra, Olanda, Austria, Norvegia, Danimarca, Svezia, Repubblica Ceca, Irlanda, Belgio, Svizzera, Finlandia, Francia, Spagna e ovviamente Italia che avrà al via un contingente di 55 giocatori. Anche quest’anno il livello tecnico si preannuncia eccellente, mentre i nuovi criteri di selezione (i migliori 30 giocatori stranieri in ordine di EGA exact handicap, i migliori  30 giocatori azzurri seguendo l’ordine di merito, i migliori 66 giocatori italiani e stranieri scelti in base all’EGA exact handicap e 6 wild card) hanno dato all’evento un ulteriore respiro internazionale con 77 stranieri presenti.   Tra i possibili protagonisti il tedesco Leon Bader, l’inglese Alex Fitzpatrick, l’olandese Henry Lai e il sudafricano Hermanus Loubser, reduce dal successo nel KwaZulu-Natal Amateur Championship, che guiderà il forte team sudafricano, Tra gli azzurri saranno da seguire con attenzione le prove di Andrea Romano (Olgiata), Leonardo Bellini (Padova), Riccardo Leo (Royal Park I Roveri), Julien Paltrinieri (Asolo) e del biellese, in forza al Circolo Golf Torino, Massimiliano Campigli che in stagione si è imposto nel Campionati Nazionale Cadetti. Comunque ve ne sono tanti altri con le carte in regola per ben figurare. Al via anche Gregorio De Leo e Francesco Tinelli tesserati per il club ospitante.   Il torneo si dipana sulla distanza di 72 buche. Dopo 36 si assegnerà la Nations Cup, mentre il taglio lascerà in gara i primi 40 classificati e i pari merito al 40° posto, che disputeranno gli ultimi due turni nella terza giornata.   Title sponsor dell’evento è Reply [MTA, STAR: REY] specializzata nella progettazione e nell’implementazione di soluzioni basate sui nuovi canali di comunicazione e media digitali. Costituita da un modello a rete di aziende altamente specializzate, Reply affianca i principali gruppi industriali europei appartenenti ai settori Telco & Media, Industria e Servizi, Banche e Assicurazioni e Pubblica Amministrazione nella definizione e nello sviluppo di modelli di business abilitati dai nuovi paradigmi del Big Data, Cloud Computing, Digital Media e Internet degli Oggetti. I servizi di Reply includono: Consulenza, System Integration e Digital Services.   I risultati