fbpx

LPGA: volata per il titolo nel VOA Classic

Park Inbee
  06 Dicembre 2020 News
Condividi su:

La statunitense Yealimi Noh, al primo anno sul LPGA Tour, è rimasta con 209 (72 68 71, -4) colpi al vertice del Volunteers of America Classic, ma sono cambiate le sue due compagne di viaggio, che era sono le coreane So Yeon Ryu (72 72 65) e Inbee Park (72 68 69), nella foto, numero cinque mondiale.

Sul percorso dell’Old American Golf Club (par 71), a The Colony in Texas, dove è uscita al taglio Giulia Molinaro, unica italiana in gara, 92ª con 157 (80 77, +15), saranno in competizione per il titolo anche le sette concorrenti al quarto posto con 210 (-3): Kristen Gillman, Angela Stanford, Jessica Korda, l’inglese Charley Hull, la thailandese Pornanong Phatlum, la giapponese Nasa Hataoka e la coreana Jin Young Ko, leader del Rolex Ranking, al secondo torneo sul LPGA Tour dopo una pausa volontaria di circa dieci mesi in cui è rimasta in patria per timore del Covid-19.

Hanno chances anche le svedesi Madelene Sagstrom e Anna Nordqvist, 11.e con 211 (-2), quest’ultima leader con Yealimi Noh e con Jessica Korda dopo due turni, e si è concessa delle possibilità pure la coreana Jeongeun Lee6, risalita dal 39° al 13° posto con 212 (-1).

Jeongeun Lee6, dove il numero sul cognome è dovuto a casi di omonimia, difenderà il titolo la prossima settimana nell’US Women’s Open (Houston, Texas, 10-13 dicembre), ultimo major stagionale al quale prenderanno parte tre dilettanti azzurre: Caterina Don, Benedetta Moresco e Alessia Nobilio.

Nel Volunteers of America Classic sono fuori gioco Cheyenne Knight, che difendeva il titolo, 24ª con 215 (+2), e l’australiana Minjee Lee, 30ª con 216 (+3). Molto deludente la thailandese Ariya Jutanugarn, 71ª con 224 (+11).

So Yeon Ryu ha girato in 65 (-6), miglior score di giornata, con sei birdie senza bogey, Inbee Park ha segnato 69 (-2) colpi con tre birdie e un bogey e la 19enne Yealimi Noh 71 (par) con quattro birdie, due bogey e un doppio bogey. Il montepremi è di 1.750.000 dollari.

I RISULTATI