fbpx

LPGA Tour: primo successo per Ariya Jutanugarn

Ariya Jutanugarn
  09 Maggio 2016 News
Condividi su:

LPGA TOUR: PRIMO TITOLO PER LA THAILANDESE ARIYA JUTANUGARN – La thailandese Ariya Jutanugarn (nella foto) ha avuto qualche difficoltà nel giro finale, condotto in 72 (par) colpi, ma è riuscita a cogliere il primo successo nel LPGA Tour con un totale di 274 (70 69 63 72, -14) nello Yokohama Tire Classic al RTJ Golf Trail (par 72) di Prattville in Alabama. Sono uscite al taglio le due italiane in gara: Giulia Molinaro, 85ª con 148 (75 73, +4), e Giulia Sergas, 102ª con 150 (78 72, +6).

Ariya Jutanugarn, 21enne di Bangkok nel cui palmares figura un titolo nel LET (Lalla Meryem Cup, 2013)  da tempo indicata come grande promessa insieme alla sorella Moriya (22 anni), con questa vittoria, la prima per una thailandese nel circuito,  ha probabilmente trovato gli stimoli giusti per esprimere tutte le sue qualità. Nel turno conclusivo ha realizzato quattro birdie e quattro bogey di cui l’ultimo alla buca 17 con cui ha rischiato di farsi trascinare al playoff.
Delle tre concorrenti terminate al secondo posto con un colpo di ritardo (275, -13) Stacy Lewis, numero 4 mondiale e la proette più in alto nel ranking, non ha trovato il guizzo buono sulle ultime quattro buche per il necessario birdie, la coreana Amy Yang è incappata anche lei in bogey alla 17ª e Morgan Pressel di birdie ne ha messi a segno due, ma le sono occorsi solo per agganciare in extremis le due avversarie.
Si è fatta rivedere in alta classifica la svedese Caroline Hedwall, quinta con 276 (-12), e hanno occupato il sesto posto con 277 (-11) Ryann O’Toole, la coreana Hee Young Kim, l’australiana Minjee Lee e la taiwanese Candie Kung. Poco dietro la coreana So Yeon Ryu, decima con 278 (-10), l’israeliana Laetitia Beck, altra giovane con ottimi numeri, 15ª con 280 (-8), e la giapponese Haru Nomura, 22ª con 283 (-5). Quasi in coda l’australiana Karrie Webb, 57ª con 289 (+1). La Jutanugarn è stata gratificata con un assegno di 195.000 dollari su un montepremi di 1.300.000 dollari.
TERZO GIRO -La thailandese Ariya Jutanugarn, con un gran giro in 63 (-9) colpi e lo score di 202 (70 69 63, -14), è la nuova leader dello Yokohama Tire Classic, che sta avendo luogo al RTJ Golf Trail (par 72) di Prattville in Alabama. Nel torneo del LPGA Tour sono uscite al taglio le due italiane in campo: Giulia Molinaro, 85ª con 148 (75 73, +4), e Giulia Sergas, 102ª con 150 (78 72, +6).
Ariya Jutanugarn, 21enne di Bangkok, grazie a dieci birdie, di cui otto sulle ultime nove buche contro un bogey, si è procurata l’occasione per cogliere il primo titolo nel circuito (al suo attivo un successo nel LET, Lalla Meryem Cup, 2013) dall’alto dei tre colpi di margine che ha su Ryann O’Toole e sull’australiana Minjee Lee (205, -12).
Al quarto posto con 206 (-10) la coreana So Yeon Ryu, che ha perso la vetta con un 71 (-1), al quinto con 207 (-9) Morgan Pressel e Stacy Lewis, numero 4 mondiale e la concorrente più in alto nel ranking, la cui rimonta sembra un po’ tardiva, e tra le concorrenti al settimo con 208 (-8) l’israeliana Laetitia Beck, rivelazione dell’evento. Solo 20ª con 211 (-5) la giapponese Haru Nomura, due titoli in stagione, e bassa classifica per l’australiana Karrie Webb, 63ª con 218 (+2), che forse comincia ad accusare il peso  di una lunga e logorante carriera, anche se ricca di soddisfazioni. Il montepremi è di 1.300.000 dollari.
SECONDO GIRO Giulia Molinaro, 85ª con 148 (75 73, +4), e Giulia Sergas, 102ª con 150 (78 72, +6),  sono uscite al taglio nello Yokohama Tire Classic (LPGA Tour) in svolgimento al RTJ Golf Trail (par 72) di Prattville in Alabama.
Ha attaccato la coreana So Yeon Ryu, nuova leader con 135 (70 65, -9) e con due colpi di vantaggio sul Ryann O’Toole, Morgan Pressel e sull’australiana Minjee Lee (137, -7). E’ scesa dal primo al quinto posto con 138 (-6) l’israeliana Laetitia Beck, in vetta dopo un turno, che la compagnia di Annie Park e della tedesca Caroline Masson. Ha recuperato Stacy Lewis, numero 4 mondiale e la concorrente più in alto nel ranking, ottava con 139 (-5), mentre non hanno più chances di titolo la giapponese Haru Nomura, due successi in stagione, 38ª con 143 (-1), e l’australiana Karrie Webb, 53ª con 145 (+1). Stessa sorte delle due azzurre anche per Kris Tamulis, campionessa uscente, 121ª con 153 (+9).
So Yeon Ryu ha marciato spedita con sette birdie senza bogey per il parziale di 65 (-7) miglior punteggio del turno. Per Giulia Molinaro 73 (+1) colpi con due birdie e tre bogey e per Giulia Sergas 72 (par) con tre birdie e tre bogey. Il montepremi è di 1.300.000 dollari. Il montepremi è di 1.300.000 dollari.
PRIMO GIRO  – Avvio in salita per Giulia Molinaro, 80ª con 75 (+3) colpi, e per Giulia Sergas, 124ª con 78 (+6), nello Yokohama Tire Classic (LPGA Tour) che si disputa al RTJ Golf Trail (par 72) di Prattville in Alabama. Ha preso il comando con un ottimo 65 (-7) l’emergente israeliana Laetitia Beck, che ha lasciato a due colpi Annie Park e l’australiana Minjee Lee (67, -5). Al quarto posto con 68 (-4) la messicana Alejandra Llaneza, promossa dal Symetra Tour, al quinto con 69 (-3) Morgan Pressel, Vicky Hurst e la taiwanese Candie Kung e all’ottavo con 70 (-2) la giapponese Ai Miyazato, la thailandese Ariya Jutanugarn e la coreana So Yeon Ryu.
Stacy Lewis, numero 4 mondiale e la concorrente più in alto nel ranking, e Michelle Wie sono 21.e con 71 (-1), l’australiana Karrie Webb e la nipponica Haru Nomura, due titoli in stagione, 38.e con 72 (par).
Laetitia Beck, passaporto israeliano ma nata ad Antwerp in Belgio, professionista dal 2014 dopo una bella carriera di amateur, ha espresso le sue qualità con sette birdie, senza bogey. Per Giulia Molinaro due birdie e cinque bogey e per Giulia Sergas due birdie, sei bogey e un doppio bogey. Il montepremi è di 1.300.000 dollari.
Prologo  – Giulia Sergas e Giulia Molinaro saranno sul tee di partenza dello Yokohama Tire Classic (LPGA Tour) che si svolgerà dal 5 all’8 maggio al RTJ Golf Trail di Prattville in Alabama.
Mancheranno la neozelandese Lydia Ko, la coreana Inbee Park e Lexi Thompson, le prime tre del Rolex Ranking, ma il field è lo stesso di qualità per la presenza di Stacy Lewis, numero quattro mondiale, di Gerina Piller, Jessica Korda, Michelle Wie, Brittany Lincicome, delle australiane Karrie Webb e Minjee Lee, della giapponese Haru Nomura, due titoli in stagione, della svedese Anna Nordqvist, della sudafricana Lee-Anne Pace, della canadese Brooke M. Henderson, dell’inglese Charley Hull, delle coreane So Yeon Ryu, Mi Jung Hur e Amy Yang e delle sorelle thailandesi Ariya e Moriya Jutanugarn. Difenderà il titolo, senza molte possibilità di riuscirci, Kris Tamulis. Il montepremi è di 1.300.000 dollari.