fbpx

LPGA: Suzann Pettersen vince ancora, 20ª Sergas

  28 Ottobre 2012 News
Condividi su:

Secondo successo consecutivo e decimo in carriera per la 31enne norvegese Suzann Pettersen (nella foto) che si è imposta con 269 colpi (69 65 66 69, – 19) del Sunrise LPGA Taiwan Championship, uno de tornei a invito che chiudono la stagione del LPGA Tour, svoltosi sul percorso del Sunrise Golf & Country Club (par 72) di YangMei, a Taiwan. Con un ottimo giro finale in 68 (-4) colpi, miglior score di giornata, Giulia Sergas ha conseguito un buon 20° posto con 286 (75 74 69 68, -2) rimontando dal 49°. La Pettersen ha superato con un parziale di 69 (-3) la coreana Inbee Park (272 – 65 69 64 74. -16), che la precedeva di due colpi sul tee di partenza dopo aver fatto per 54 buche corsa di testa. La norvegese ha intascato 300.000 dollari su un montepremi di 2.000.000 di dollari. In terza posizione con 273 (-15) la taiwanese Yani Tseng, numero uno mondiale, che sta tornando ai suoi livelli dopo  aver accusato per qualche mese problemi di gioco, in quarta con 274 (-14) la scozzese Catriona Matthew, in quinta con 278 (-10) la coreana So Yeon Riu, autrice dell’altro 68 di giornata, in sesta con 279 (-9) Cristie Kerr e la svedese Anna Nordqvist. In alto anche l’iberica Azahara Muñoz, la coreana Na Yeon Choi e la paraguaiana Julieta Granada, ottave con 280 (-8), la giapponese Ai Miyazato e la spagnola Belen Mozo, 11.e con 281 (-7), Paula Creamer, 13ª con 282 (-6). La Sergas ha messo insieme sei birdie e due bogey con i quali ha riscattato le ultime prestazioni un po’ sotto tono. La prossima settimana sarà impegnata in Giappone nel Mizuno Classic, quindi spera di poter entrare nel Lorena Ochoa Invitational, dove al momento è prima riserva. Terzo giro – Giulia Sergas, grazie a un parziale di 69 (-3) colpi, si è portata dal 63° al 49° posto con 218 (75 74 69, +2) colpi nel terzo giro del Sunrise LPGA Taiwan Championship, uno de tornei a invito che chiudono la stagione del LPGA Tour. Sul percorso del Sunrise Golf & Country Club (par 72) di YangMei, a Taiwan, la coreana Inbee Park (198 – 65 69 64, -18) ha distanziato di due colpi la norvegese Suzann Pettersen, nella foto, (200, -16) che l’aveva raggiunta dopo 36 buche. E’ rimasta in terza posizione con 202 (-14) la taiwanese Yani Tseng, numero uno mondiale, che sembra tornata a un buon rendimento dopo qualche mese di appannamento, e sono subito dietro la scozzese Catriona Matthew, quarta con 204 (-12), e Cristie Kerr, quinta con 206 (-10). Al sesto posto con 207 (-9) la coreana Na Yeon Choi, la spagnola Belen Mozo e la paraguaiana Julieta Granada, da tempo in ombra dopo un inizio di carriera scoppiettante, al nono con 208 (-8) la giapponese Ai Miyazato e al 13° con 209 (-7) Paula Creamer. La Sergas ha messo insieme un eagle, quattro birdie e tre bogey. Il montepremi è di 2.000.000 di dollari. Secondo giro – Giulia Sergas, 63ª con 149 (75 74, +5) colpi, è rimasta in bassa classifica dopo il secondo giro del Sunrise LPGA Taiwan Championship, uno de tornei a invito che chiudono la stagione del LPGA Tour. Sul percorso del Sunrise Golf & Country Club (par 72) di YangMei, a Taiwan, la norvegese Suzann Pettersen (134 – 69 65, -10) ha agganciato in vetta la coreana Inbee Park (65 69), mentre la taiwanese Yani Tseng (136 – 67 69, -8), numero uno mondiale, ha mantenuto il ruolo di prima inseguitrice, raggiunta però dalla scozzese Catriona Matthew. Al quinto posto con 138 (-6) Alison Walshe, al sesto con 139 (-5) Cristie Kerr, la paraguaiana Julieta Granada e la spagnola Azahara Muñoz, al nono con 140 (-4) la giapponese Ai Miyazato e la svedese Anna Nordqvist, al 13° con 141 (-3) le coreane Na Yeon Choi e So Yeon Ryu, al 20° con 142 (-2) Paula Creamer. La Sergas si è migliorata di un colpo (74, +2), rispetto al giro precedente, mettendo insieme due birdie e quattro bogey. Il montepremi è di 2.000.000 di dollari. Primo giro – Giulia Sergas è al 58° posto con 75 (+3) colpi nel Sunrise LPGA Taiwan Championship, uno de tornei a invito che chiudono la stagione del LPGA Tour e alla quale la triestina ha avuto accesso per la buona posizione nell’ordine di merito (40ª), acquisita attraverso una serie di belle prove nel corso dell’anno. Sul percorso del Sunrise Golf & Country Club (par 72) di YangMei, a Taiwan, guida la graduatoria con 65 (-7) colpi Inbee Park, 24enne coreana di Seoul che ha inaugurato il suo palmares con un major (US Womens Open, 2010) e che ha ottenuto altri due titoli quest’anno. E’ seguita con 67 (-5) dall’idolo di casa Yani Tseng, numero uno nel Rolex Ranking e campionessa uscente, che sembra aver superato la crisi degli ultimi mesi, e con 68 (-4) dalle americane Danielle Kang e Nicole Castrale, dalla coreana Hee Young Park e dalla thailandese Pornanong Phatlum. Al settimo posto con 69 (-3) Paula Creamer, Lizette Salas, la norvegese Suzann Pettersen, reduce dalla vittoria nel KEB HanaBank Championship, e la coreana Chella Choi, all’11° con 70 (-2) Cristie Kerr e la scozzese Catriona Matthew, al 15° con 71 (-1) la coreana So Yeon Ryu, la giapponese Ai Miyazato e la svedese Anna Nordqvist, al 49° con 74 (+2) la coreana Na Yeon Choi. La Sergas ha segnato tre bogey e quindici par. Il montepremi è di 2.000.000 di dollari. Prologo – Giulia Sergas è tra le 78 giocatrici ammesse a disputare il Sunrise LPGA Taiwan Championship (25-28 ottobre), uno de tornei a invito che chiudono la stagione del LPGA Tour e alla quale la triestina ha avuto accesso per la buona posizione nell’ordine di merito (40ª), acquisita attraverso una serie di belle prove nel corso dell’anno. Sul percorso del Sunrise Golf & Country Club di YangMei, a Taiwan, difende il titolo la taiwanese Yani Tseng, numero uno mondiale, che dopo qualche mese di appannamento sembra tornata in buone condizioni a giudicare dal terzo posto della scorsa settimana nel KEB HanaBank Championship. Tra le sue avversarie più agguerrite la norvegese Suzann Pettersen, vincitrice della gara citata, la scozzese Catriona Matthew, giunta seconda dopo playoff, le americane Paula Creamer e Cristie Kerr, la giapponese Ai Miyazato e le coreane Na Yeon Choi e So Yeon Ryu. La Sergas proverà a tornare in alta classifica dopo le prestazioni in bassa offerte nei due precedenti impegni. Il montepremi è di 2.000.000 di dollari.   I risultati