fbpx

LPGA: Suzann Pettersen firma il 15° titolo

  08 Giugno 2015 News
Condividi su:

Suzann Pettersen (nella foto) ha portato a 15 i suoi titoli nel LPGA Tour, comprensivi di due major, imponendosi con 266 colpi (66 65 66 69, -22) nel Manulife Classic disputato sul percorso canadese del Whistle Bear Golf Club (par 72), a Cambridge nell’Ontario.   La norvegese, che non vinceva da due anni e nel cui palmares figurano anche sei successi nel Ladies European Tour dove ha iniziato la carriera, ha prevalso di un colpo su Brittany Lang (267, -21) e di quattro sulla colombiana Mariajo Uribe (270, -18). Al quarto posto con 272 (-16) Jacqui Concolino, Cristie Kerr, l’australiana Minjee Lee e la coreana So Yeon Ryu e all’ottavo con 273 (-15) la cinese Shanshan Feng.   Ha rimontato nel finale, da 32ª a 11ª con 275 (-13), la coreana Inbee Park, numero due mondiale, che non è riuscita a difendere il titolo, e non ha giocato ai suoi livelli la neozelandese Lydia Ko, leader del Rolex ranking, 27ª con 278 (-10). E’ andata peggio a Stacy Lewis, numero tre, uscita al taglio (88ª con 142, -2). Ancora assente Giulia Sergas, fermata da un problema alla caviglia che la sta bloccando da oltre un mese. La Pettersen ha ricevuto un assegno di 225.000 dollari su un montepremi di 1.500.000 dollari.   SECONDO GIRO – La norvegese Suzann Pettersen, leader con 197 colpi (66 65 66, -19), ha distanziato la colombiana Mariajo Uribe (198 – 65 66 67, -18) nel terzo giro del Manulife Classic (LPGA Tour) in svolgimento sul percorso canadese del Whistle Bear Golf Club (par 72), a Cambridge nell’Ontario.   E’ a ridosso Cristie Kerr, terza con 199 (-17), e proverà a proporsi per il titolo anche la svedese Pernilla Lindberg, quarta con 201 (-15). Al quinto posto con 202 (-14) Katie Burnett, Brittany Lang e la taiwanese Yani Tseng e all’ottavo con 203 (-13) Jacqui Concolino, la coreana So Yeon Ryu, la malese Kelly Tan, la paraguaiana Julieta Granada e l’israeliana Laetitia Beck.   Non è riuscita la difesa del titolo alla coreana Inbee Park, numero due mondiale, 32ª con 207 (-9) alla pari con la neozelandese Lydia Ko, numero uno. Il montepremi è di 1.500.000 dollari.   SECONDO GIRO – Ribaltone nella classifica del Manulife Classic (LPGA Tour) dove sono passate a condurre con 131 (-13) colpi la norvegese Suzann Pettersen (66 65) e la colombiana Mariajo Uribe (65 66). Sul percorso canadese del Whistle Bear Golf Club (par 72), a Cambridge nell’Ontario, è al terzo posto con 132 (-12) Cristie Kerr e sono al quarto con 133 (-11) Kim Kaufman, Victoria Elizabeth, Brittany Lang, la taiwanese Yani Tseng, la svedese Pernilla Lindberg, la coreana Hyo Joo Kim e l’israeliana Laetitia Beck.   In recupero la cinese Shanshan Feng, da 20ª a 11ª con 134 (-10), e la coreana Inbee Park, numero due mondiale e campionessa uscente, da 43ª a 23ª con 137 (-7), alla pari con la connazionale Na Yeon Choi. In affanno la neozelandese Lydia Ko, leader del Rolex Ranking, 48ª con 139 (-5), e fuori al taglio Stacy Lewis, numero tre, 88ª con 142 (-2). Ancora assente Giulia Sergas, fermata da un problema alla caviglia che la sta bloccando da oltre un mese. Il montepremi è di 1.500.000 dollari.   PRIMO GIRO – Cristie Kerr, Cheyenne Woods, nipote di Tiger Woods, e la thailandese P.K. Kongkraphan guidano la classifica con 63 (-9) colpi nel Manulife Classic (LPGA Tour) sul tracciato canadese del Whistle Bear Golf Club (par 72), a Cambridge nell’Ontario.   Seguono con 64 (-8) l’israeliana Laetitia Beck e la tedesca Sandra Gal e con 65 (-7) Brittany Lang, la paraguaiana Julieta Granada, la colombiana Mariajo Uribe, la svedese Anna Nordqvist e la coreana Sei Young Kim. All’11° posto con 66 (-6) la norvegese Suzann Pettersen e al 20° con 67 (-5) la cinese Shanshan Feng.   Giornata poco propizia per le prime tre classificate nel Rolex Ranking: la coreana Inbee Park, numero due mondiale e campionessa uscente, 43ª con 69 (-3), Stacy Lewis, numero tre, 65ª con 70 (-2), e la neozelandese Lydia Ko, numero uno, 86ª con 71 (-1). Ancora assente Giulia Sergas, fermata da un problema alla caviglia che la sta bloccando da oltre un mese. Il montepremi è di 1.500.000 dollari.   PROLOGO – Il LPGA Tour si traferisce in Canada per il Manulife Classic (4-7 giugno) in programma al Whistle Bear Golf Club di Cambridge nell’Ontario. Difende il titolo la coreana Inbee Park, numero due mondiale, compito che non è affatto agevole quando per avversarie si hanno la neozelandese Lydia Ko, leader del Rolex Ranking, e Stacy Lewis numero tre. Senza contare poi altre agguerrite contendenti quali le coreane Na Yeon Choi e Ha Na Jang, la cinese Shanshan Feng, la norvegese  Suzann Pettersen e l’australiana Karrie Webb.   Da seguire alcune giovani emergenti dalle ottime qualità come l’australiana Minjee Lee, la cinese Xi Yu Lin, la francese Perrine Delacour, l’inglese Charley Hull e la thalandese Ariya Jutanugarn. Ancora assente Giulia Sergas, fermata da un problema alla caviglia che la sta bloccando da oltre un mese. Il montepremi è di 1.500.000 dollari. I risultati