fbpx

LPGA: alla Spagna l’International Crown

  27 Luglio 2014 News
Condividi su:

 La selezione della Spagna (Carlota Ciganda, Beatriiz Recari, Belen Mozo e Azahara Muñoz) si è imposta nell’International Crown, sul percorso del Caves Valley Golf Club, a Owings Mills nel Maryland. Al torneo, che avrà cadenza biennale, hanno prese parte le rappresentative di otto nazioni (le prime a cui appartenevano le proette tra le top 20 nel Rolex Ranking), composte da quattro giocatrici, per contendersi quello che è stato definito come un titolo mondiale a squadre. Nelle prime tre giornate le compagini, divise in due raggruppamenti di quattro, si sono battute con girone all’italiana, ossia ognuna ha affrontato le altre tre (due match di fourball). Per la graduatoria sono stati assegnati due punti per la vittoria e un punto per il pareggio in ogni singolo incontro. Le prime due formazioni di ciascuna classifica sono state ammesse all’ultimo turno insieme alla terza con miglior punteggio. Promosse nel primo girone Thailandia e Spagna, con 7 punti, e nel secondo Giappone (8 punti) e Svezia (7). Poiché Stati Uniti e Corea hanno chiuso alla pari al terzo posto con 6 punti si è ricorsi a uno spareggio che è stato vinto dalle coreane Inbee Park/So Yeon Ruy contro Cristie Kerr/Lexi Thompson. Le americane sono uscite insieme a Taiwan e Australia. Nell’ultima giornata le squadre sono partire dai punteggi acquisiti e hanno dato vita a dieci incontri di singolo, in cui ogni giocatrice di un team ne ha affrontata una delle altre quattro. Le spagnole li hanno vinti tutti e quattro e hanno conquistato il titolo con 15 punti davanti a Svezia (11), Corea e Giappone (10) e Thailandia (9). Carlota Ciganda ha travolto la coreana Na Yeon Choi (8/6), Azahara Muñoz ha prevalso sulla giapponese Ai Miyazato (2/1, Beatriz Recari e Belen Mozo hanno superato con lo stesso 3/2 rispettivamente la svedese Mikaela Parmlid e la thailandese Moriya Jutanugarn. Negli altri match successi delle coreane Inbee Park (4/2 sulla svedese Caroline Hedwall) e So Yeon Ryu (1 up sulla nipponica Sakura Yokomine), della thailandese Pornanong Phatlum (1 up sulla coreana In-Kyung Kim), delle svedesi Pernilla Lundberg (6/5 sulla thailandese Ariya Jutanugarn) e Anna Nordqvist (3/2 sulla giapponese Mamiko Higa) e della nipponica Mika Miyazato (3/1 sulla thailandese Onnarin Sattayabanphot). Terza giornata – Sul percorso del Caves Valley Golf Club, a Owings Mills nel Maryland, si è conclusa la fase a gironi dell’International Crown. Hanno iniziato la gara trentadue concorrenti, in rappresentanza di otto nazioni (le prime a cui appartengono le giocatrici tra le top 20 nel Rolex Ranking), per contendersi quello che viene definito come una sorta di titolo mondiale a squadre. In questo frangente si è giocato con formula fourball e con le compagini divise in due raggruppamenti di quattro che si sono affrontate con girone all’italiana. Per la graduatoria sono stati assegnati due punti per la vittoria e un punto per il pareggio in ogni singolo match. Cinque squadre, Giappone, Spagna, Thailandia, Svezia e Corea, sono state ammesse al quarto turno che si svolgerà con formula medal, mentre sono state eliminate Stati Unti, Taiwan e Australia. Nel primo girone hanno pareggiato Stati Uniti e Thailandia (2-2) e la Spagna ha battuto Taiwan per 4-0. In classifica: Thailandia e Spagna p. 7; Stati Uniti 6, Taiwan 4. Nel secondo: Corea Giappone 2-2, Svezia Australia 4-0. In classifica: Giappone p. 8, Svezia p.7, Corea 6, Australia 3. Le prime due formazioni di ciascuna graduatoria sono state ammesse all’ultimo turno insieme alla terza con miglior punteggio. Poiché Stati Uniti e Corea hanno chiuso alla pari si è ricorsi a uno spareggio che è stato vinto dalle coreane Inbee Park/So Yeon Ruy contro Cristie Kerr/Lexi Thompson. Nei match di giornata Cristie Kerr/Lexi Thompson hanno sconfitto Ariya e Moriya Jutanugarn (3/2), ma le thailandesi hanno rimediato con Pornanong Phatlum/Onnarin Sattayabanphot (1 up su Paula Creamer/Stacy Lewis, numero uno mondiale). Cappotto della Spagna a Taiwan con successi di Carlota Ciganda/Azahara Muñoz (6/5 su Yani Tseng/Phoebe Yao) e di Belen Mozo/Beatriz Recari (1 up su Candie Kung/Teresa Lu). Il Giappone è andato sotto contro la Corea, perché Inbee Park/So Yeon Riu non hanno dato scampo a Mamiko Higa/Mika Miyazato (4/3), ma Ai Miyazato/Sakura Yokomine hanno riportato l’equilibrio (3/2 su Na Yeon Choi/In-Kyung Kim) e ottenuto il punto che ha dato alle nipponiche il primo posto del flight. Infine la Svezia si è guadagnata il pass con Caroline Hedwall/Anna Nordqvist (5/3 su Karrie Webb e sulla dilettante Minjee Lee) e con Pernilla Lindberg/Mikaela Parmlid (7/5 su Katherine Kirk/Lindsey Wright). Il torneo si conclude con la disputa di dieci match singoli. Sono in palio 1.600.000 dollari. Seconda giornata – Sul percorso del Caves Valley Golf Club, a Owings Mills nel Maryland, si è svolta la seconda giornata dell’International Crown in cui trentadue concorrenti, in rappresentanza di otto nazioni (le prime a cui appartengono le giocatrici tra le top 20 nel Rolex Ranking), si battono per quello che viene definito come una sorta di titolo mondiale a squadre. Si gioca con formula fourball e con le compagini divise in due raggruppamenti di quattro che si affrontano con girone all’italiana, poi nella quarta e ultima giornata i cinque migliori team completeranno la gara con un giro medal. Per la graduatoria che definirà le finaliste si assegnano due punti per la vittoria e uno per il pari. Situazione molto fluida nel primo girone dove gli Stati Uniti si sono rimessi in corsa superato per 4-0 la Spagna e grazie anche al concomitante successo della Thailandia su Taiwan (4-0). In classifica, a un turno dal termine di questa fase: Thailandia p. 5, Stati Uniti e Taiwan 4, Spagna 3. Nel secondo flight il Giappone (3-1 sull’Australia) ha allungato il passo, mentre la Corea è rimasta da sola in seconda posizione pareggiando con la Svezia (2-2). Classifica: Giappone p. 6, Corea 4, Svezia e Australia 3. Le americane hanno cambiato la composizione delle coppie e hanno travolto la Spagna. Cristie Kerr/Lexi Thompson hanno battuto per 3/2 Belen Mozo/Beatriz Recari e Paula Creamer/Stacy Lewis, leader mondiale, hanno prevalso dopo un match piuttosto combattuto su Carlota Ciganda/Azahara Muñoz (2 up). Inattesa la sconfitta di Taiwan, che nel primo turno non aveva dato spazio alle statunitensi (4-0). Le taiwanesi hanno subito lo stesso passivo per mano delle sorelle thailandesi Ariya e Moriya Jutanugarn (3/2 su Candie Kung/Teresa Lu) e di Pornanong Phatlum/Onnarin Sattayabanphot (1 up su Yani Tseng/Phoebe Yao). Le svedesi Caroline Hedwall/Anna Nordqvist hanno superato per 1 up Inbee Park/So Yeon Ryu, forse una delle coppie più forti in campo, ma le coreane hanno pareggiato con Na Yeon Choi/In-Kyung Kim (1 up su Pernilla Lindberg/Mikaela Parmlid). Infine secondo consecutivo successo per 3-1 del Giappone ai danni dell’Australia, dopo quello precedente sulla Svezia. Mamiko Higa/Mika Miyazato hanno avuto la meglio per 3/1 su Karrie Webb e sulla dilettante Minjee Lee ed è finita in parità tra Ai Miyazato/Sakura Yokomine e Katherine Kirk/Lindsey Wright. Nel prossimo turno, dove tutte le squadre saranno in corsa per accedere alla fase medal: Stati Uniti-Thailandia, Spagna-Taiwan, Corea Giappone e Svezia-Australia. Sono in palio 1.600.000 dollari. Prima giornata – Sul percorso del Caves Valley Golf Club, a Owings Mills nel Maryland, è iniziato l’International Crown in cui trentadue concorrenti, in rappresentanza di otto nazioni (le prime a cui appartengono le giocatrici tra le top 20 nel Rolex Ranking), si battono per quello che viene definito come una sorta di titolo mondiale a squadre. Si gioca con formula fourball e con le compagini divise in due raggruppamenti di quattro che si affrontano con girone all’italiana, poi nell’ultima giornata i cinque migliori team completeranno la gara con un giro medal. Per la graduatoria che definirà le finaliste si assegnano due punti per la vittoria e uno per il pari. Nella primo girone Taiwan ha battuto gli Stati Uniti per 4-0 e la Spagna ha superato la Thailandia per 3-1. In classifica Taiwan p. 4, Spagna 3, Thailandia 1 e USA zero. Nel secondo Giappone-Svezia 3-1 e Corea Australia 2-2 con la seguente graduatoria: Giappone p. 3, Corea e Australia 2, Svezia 1. Sorprendente la sconfitta delle statunitensi con Paula Creamer/Cristie Kerr travolte da Candie Kung/Teresa Lu (4/3) e con Stacy Lewis, leader mondiale, e Lexi Thompson superate sul filo di lana da Yani Tseng/Phoebe Yao (1 up). Le spagnole Carlota Ciganda/Azahara Muñoz hanno avuto ragione delle thailandesi Pornanong Phatlum/O. Sattayabanphot (3/2) e hanno concluso in parità Belen Mozo/Beatriz Recari con le sorelle Ariya e Moriya Jutanugarn. Il Giappone ha conquistato due punti con Ai Miyazato/Sakura Yokomine contro le svedesi Pernilla Lindberg/Mikaela Parmlid (2 up) ed è finita pari tra Mamiko Higa/Mika Miyazato e Caroline Hedwall/Anna Nordqvist. Infine le coreane Inbee Park/So Yeon Ryu hanno sconfitto le australiane Katherine Kirk/Lindsey Wright (3/2), ma Karrie Webb e la dilettante Minjee Lee hanno ristabilito l’equilibrio regolando Na Yeon Choi/ In-Kyung Kim (2 Up). Nel prossimo turmo: Stati Uniti-Spagna, Thailandia.Taiwan, Corea Svezia e Giappone-Australia. Sono in palio 1.600.000 dollari. Prologo – Competizione sui generis per il LPGA Tour dove trentadue giocatrici, in rappresentanza di otto nazioni, si batteranno per quello che viene definito come una sorta di titolo mondiale. Nelle prime tre giornate dell’International Crown (24-27 luglio), che avrà cadenza biennale, di giocherà con formula fourball, poi nell’ultima le rappresentanti delle migliori cinque nazioni concluderanno la gara con formula medal. Competeranno le rappresentative di Australia, Thailandia, Giappone, Taiwan, Corea, Spagna, Svezia e degli Stati Uniti. Sul percorso del Caves Valley Golf Club, a Owings Mills nel Maryland, saranno in gara tra le altre, in un field di alta qualità, la statunitense Stacy Lewis, leader mondiale, la coreana Inbee Park, la giapponese Ai Miyazato, l’australiana Karrie Webb, la spagnola Azahara Muñoz, la taiwanese Yani Tseng, la thailandese Pornanong Phatlum e la svedese Anna Nordqvist. Il montepremi è di 1.600.000 dollari.   I risultati