fbpx

LET: in Svizzera Diana Luna è a tre colpi dalla vetta

  16 Giugno 2012 News
Condividi su:

Diana Luna (nella foto), quinta con 208 colpi (67 70 71, -8), potrà provare a difendere il titolo, conquistato lo scorso anno, nel giro finale del Deutsche Bank Ladies Swiss Open, torneo del Ladies European Tour che si sta disputando sul percorso del Golf Gerre Losone (par 72), nella città svizzera da cui il circolo prende il nome. La romana è a tre colpi dalle due leader con 205 (-11), la statunitense Jessica Yadloczky (69 71 65) e l’australiana Rebecca Artis (64 71 70), a due dalla sudafricana Ashleigh Simon, terza con 206 (-10), e a uno dall’olandese Marjet Van der Graaff, quarta con 207 (-9).

 

Insieme alla romana si trovano l’inglese Laura Davies, la scozzese Carly Booth, la tedesca Caroline Masson e la sudafricana Stacy Lee Bregman tutte concorrenti, come quelle che sono avanti, in grado di imporsi. Ha ceduto Veronica Zorzi, da seconda a 25ª con 212 (69 68 75, -4), penalizzata da un 75 (+3), mentre ha risalito la graduatoria di dieci gradini Stefania Croce, che ha lo stesso score (68 74 70). Sono fuori dalla corsa al titolo la sudafricana Lee-Anne Pace. lo scorso anno seconda alle spalle della Luna, e la thailandese Titiya Plucksataporn, 14.e con 210 (-6), la francese Anne-Lise Caudal e la spagnola Carlota Ciganda. 20.e con 211 (-5). La Luna ha girato in 71 (-1) colpi con tre birdie e due bogey; la Croce in 70 (-2) con quattro birdie e due bogey; la Zorzi, come detto, in 75 con un birdie e quattro bogey.

 

Sono uscite al taglio Margherita Rigon, 71ª con 146 (74 72, +2), e Sophie Sandolo, 97ª con 149 (75 74, +5). Si è ritirata Matia Maffiuletti, che aveva chiuso con un 86 (+14) il primo giro, ed è stata squalificata Giulia Sergas (73, +1, in avvio). La triestina, che è tornata nuovamente negli Stati Uniti per riprendere a giocare nel LPGA Tour, si è autodenunciata per aver marcato due volte la palla in una buca nel corso del primo giro. Gli sono stati assegnati due colpi di penalità che lei ha aggiunto nello score, ma registrandoli in una buca diversa da quella in cui era avvenuta l’infrazione: di qui la qualifica. Il montepremi è di 525.000 euro.   I risultati