fbpx

Ladies Italian Open presented by Ruco Line: si definiscono i dettagli

  29 Maggio 2014 News
Condividi su:

Il Ladies Italian Open presented by Ruco Line, il massimo torneo femminile nazionale, torna ad occupare il suo ruolo di preminenza nel Ladies European Tour. Si disputerà sul percorso del Golf Club Perugia da venerdì 27 a domenica 29 giugno e sarà anticipato dalla Sanpaolo Invest Pro Am giovedì 26. L’evento è stato presentato alle Istituzioni e agli Sponsor nel corso di una serata che si è svolta nella club house del circolo ospitante e alla quale hanno preso parte Franco Chimenti, Presidente di CONI Servizi e della Federazione Italiana Golf; Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria; Wladimiro Boccali, Sindaco di Perugia; Ilio Liberati, Assessore allo Sport del Comune di Perugia; Giorgio Mencaroni, Presidente Camera di Commercio; Alessandro Castagnino, Vice Direttore Confindustria Umbria; Daniela Penchini, Direttore Creativo e titolare di Ruco Line; Ilaria Caporali, Amministratore Delegato di Liomatic; Antonio Mari, presidente del GC Perugia; Alessandro Rogato e Barbara Zonchello, rispettivamente Presidente e Direttore del Comitato Organizzatore Open Professionistici di Golf della FIG. Franco Chimenti, dopo aver dato il benvenuto agli ospiti, ha voluto condividere il progetto Open: “La potenzialità dell’avvenimento – ha detto – relativa allo sviluppo del golf e, più in generale, la validità delle manifestazioni internazionali per la promozione del territorio e per l’incremento del turismo, con particolare riferimento al turismo golfistico, non sono quantificabili. Abbiamo scelto Perugia e l’Umbria per la disponibilità delle Istituzioni, ma anche perché la Regione, che già richiama un notevole afflusso turistico, potrà ulteriormente aprirsi al turismo golfistico, anche con l’ausilio di un patrimonio storico, culturale e artistico che ben pochi possono vantare. La presenza dei media nazionali e internazionali e l’adeguata copertura televisiva di Sky, allargata poi  ai grandi network televisivi mondiali, farà da enorme cassa di risonanza per le bellezze del territorio, per la sua ricettività e per le strutture sia logistiche che golfistiche. Credo che la sinergia tra lo sport, la Federazione Italiana Golf, la Regione Umbria, il Comune di Perugia e gli sponsor che hanno sposato il progetto non potrà che essere vincente”. Il Ladies Italian Open presented by Ruco Line sarà teletrasmesso in almeno quaranta Paesi e si stima che le immagini entreranno in almeno trecento milioni di famiglie. Promozione in Italia e all’estero, ma anche sul comprensorio, poiché vedere all’opera grandi campionesse stimola indubbiamente lo spirito di emulazione, specialmente nei giovani. Il presidente Catiuscia Marini ha sottolineato: “L’Umbria vanta già grandi manifestazioni culturali e di altro genere, ma riteniamo che il golf possa dare un valore aggiunto a quanto stiamo facendo in favore della nostra Regione”. Il Sindaco di Perugia Wladimiro Boccali  ha aggiunto: “Abbiamo ritenuto di dover dare il nostro appoggio a un evento come l’Open d’Italia femminile, perché lo riteniamo fondamentare per l’ulteriore promozione della città. Non si discutono, infatti, la sua caratura internazionale e l’immagine positiva e coinvolgente che è in grado di trasmettere”. Non sono state solo le istituzioni a sensibilizzarsi per dare sostegno all’Open, inserito tra le prove dell’Italian Pro Tour, il circuito delle gare nazionali allestito dal Comitato Organizzatore Open Professionistici di Golf della FIG, ma anche importanti aziende alcune delle quali operanti in terra umbra a iniziare dal Presenting Sponsor Ruco Line, uno dei brand calzaturieri italiani più in voga del momento. Per proseguire poi con il gruppo Rocchetta, società molto attenta a sostenere lo sport in generale e che produce Uliveto, acqua ufficiale del torneo; Liomatic, specialista nel campo dei distributori automatici di bevande/caffè; Relais dell’Olmo, hotel ufficiale, e Tonino Lamborghini Energy Drink. Nel pool anche Sanpaolo Invest, title sponsor della Pro Am, Jaguar, official "automotive", e John Deere, fornitore ufficiale. Nell’occasione proseguirà la Charity partnership dell’Italian Pro Tour con la Ricerca sulla Fibrosi Cistica Onlus, Agenzia Italiana della Ricerca in FC riconosciuta ufficialmente dal MIUR e una delle poche Onlus certificate dall’Istituto della Donazione, e saranno in atto altre due interessanti collaborazioni. Le atlete potranno usufruire del servizio di fisioterapia Physio Team con due fisioterapisti a loro completa disposizione, mentre Golfmeteo fornirà previsioni meteorologiche dettagliate con aggiornamenti in tempo reale attraverso una sequenza di immagini in alta risoluzione trasmessa su monitor posizionati all’interno e all’esterno del circolo. Il GC Perugia, il cui presidente Antonio Mari ha voluto fortemente l’Open femminile, sarà nuovamente al proscenio in Europa, dopo essersi proposto nel 2013 con l’Umbria Open (Alps Tour). Il percorso, rivelatosi nell’occasione un severo test, è ora sottoposto agli ultimi ritocchi per un appuntamento di ulteriore qualità. Intanto si va componendo il field che si annuncia quanto mai interessante. Accanto ai nomi delle più note proettes azzurre, quali Diana Luna, Veronica Zorzi, Stefania Croce, Margherita Rigon e Sophie Sandolo, vi saranno giocatrici straniere di peso come la svedese Sophie Gustafson, vincitrice dell’Open nel 2000, la norvegese Marianne Skarpnord, a segno nel 2009, le thailandesi Nontaya Srisawang e Titiya Plucksataporn, le francesi Cassandra Kirkland e Anne-Lise Caudal, la sudafricana Stacy Lee Bregman e la danese Malene Jorgensen per citarne alcune. Il montepremi è di 250.000 euro dei quali 37.500 saranno appannaggio della vincitrice. Tutti i dettagli della manifestazione in una conferenza stampa che si terrà giovedì 19 giugno presso la Sala Fiume di Palazzo Donini a Perugia.