fbpx

ITP: nell’Abruzzo Open Eduardo Larrañaga leader ma Bruschi (2°) corre per il titolo

  18 Ottobre 2014 News
Condividi su:

Lo spagnolo Eduardo Larrañaga (nella foto) si è portato in vetta con 133 colpi (67 66, -9) a un giro dal termine nell’Abruzzo Open, ultimo torneo stagionale dell’Alps Tour, in calendario anche nell’Italian Pro Tour il circuito delle gare nazionali, in svolgimento sul selettivo percorso del Miglianico Golf & Country Club (par 71). Nella corsa verso il titolo ci sarà il toscano Alessio Bruschi, salito dall’ottavo al secondo posto con 134 (69 65, -8), dove è affiancato dal francese Dominique Nouailhac. Avranno possibilità anche lo spagnolo Juan Antonio Bragulat e il francese Mathieu Pavon, quarti con 135 (-7), l’austriaco Tobias Nemecz e l’iberico Diego Suazo, sesti con 136 (-6). I numeri concedono possibilità anche al quartetto all’ottavo posto con 137 (-5) del quale fanno parte l’ottimo dilettante romano, tesserato per il Parco di Roma G&CC, Michele Cea (68 69), l’irlandese Brendan McCarroll, il tedesco Sebastian Heisele e lo spagnolo Gerard Piris. Sono in buona posizione Lorenzo Scotto, Alessandro Grammatica e Nicolò Gaggero, 12.i con 138 (-4) insieme allo spagnolo Borja Etchart, secondo nell’ordine di merito, Andrea Perrino, Joon Kim e Cristiano Terragni, 17.i con 139 (-3), gli ultimi due in cerca di un bel piazzamento per rimanere tra i primi 50 della money list, che avranno confermata la presenza nell’Alps Tour 2015. Stesso obiettivo anche per Mattia Moloro, che però dovrà effettuare un turno conclusivo a gran ritmo per risollevarsi dal 40° posto (145, +3). La stessa posizione è occupata da Luca D’Andreamatteo, professionista del circolo ospitante. Il taglio, caduto a 145 colpi, ha lasciato in gara 50 giocatori tra i quali vi sono 24 italiani. Nel giro finale i professionisti si contenderanno il montepremi di 40.000 euro dei quali 5.800 gratificheranno il vincitore. L’Abruzzo Open è sponsorizzato da Miglianico G&CC, Axa Assicurazioni, Cantina Miglianico, Humangest, Ecosaves, da Tagliati per il Successo e dalla Regione Abruzzo.  L’Italian Pro Tour ha il supporto di Sky, media partner, che manderà in onda una sintesi dell’avvenimento, di Jaguar Land Rover, official "automotive", di Mulligan, sponsor, di Europ Assistance, Frosecchi, Martin Argenti e di John Deere, fornitori ufficiali, e della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica onlus, charity partner. Presente uno staff di fisioterapisti di Physio Team per le esigenze di cura e rigenerazione fisica degli atleti. Inoltre sul sito www.italianprotour.com è possibile consultare una sezione con previsioni meteorologiche a cura di Golfmeteo. Eduardo Larrañaga, 28 anni e vincitore nella scorsa settimana del Masters 13 in Francia, ha posto le basi per tentare il bis con un 66 (-5) dovuto a sei birdie e a un bogey. Un secondo successo darebbe certo tono alla sua stagione dove al momento ha mancato l’obiettivo maggiore, che era quello di andare avanti nella Qualifying School dell’European Tour, perché è uscito nello Stage1. Bruschi ha rimontato grazie a un 65 (-7) con sette birdie e un bogey. Dominique Nouailhac, a lungo leader in club house, ha ottenuto anche lui un 65 con otto birdie e due bogey: “E’ stata una buona giornata – ha detto – in cui tutto è andato per il verso giusto. Quando gioco in Italia mi sento particolarmente ispirato sia per le particolarità dei percorsi, che per le condizioni climatiche”. Soddisfatto Lorenzo Scotto: “Oggi ho fatto il giro più fantasioso da quando gioco. Ho preso nove green, ho usato il putter solo 22 volte, ho imbucato quattro putt da fuori green e ho messo a segno un colpo da 82 metri per un eagle. Insomma è accaduto un po’ di tutto, ma mi sono divertito. Con il vento degli ultimi due giorni il campo è divenuto più duro, i green sono più veloci e di conseguenza occorre pensare bene su cosa fare prima di eseguire ogni colpo”. Nel suo 68 (-3) appunto un eagle alla buca 6 (par 4, metri 356), tre birdie e due bogey. Nella corsa alla ‘carta’ per il Challenge Tour 2015, assegnata ai primi cinque nell’ordine di merito, praticamente si è deciso quasi tutto. Infatti, promosso Nino Bertasio, leader incontrastato della money list e assente nell’occasione, sono al sicuro dopo il responso del secondo giro, e indipendentemente dalla posizione nel terzo, coloro che lo seguono nella graduatoria: gli spagnoli Borja Etchart (2°) e Borja Virto (3°) e l’austriaco Lucas Nemecz (4°). Non ha superato il taglio il francese Thomas Elissalde (5°), che rimarrebbe senza ‘carta’ qualora vincesse Pavon. Dopo l’Abruzzo Open Miglianico Golf & Country Club ospiterà l’Open d’Italia Disabili (25-26 ottobre), Web e Social Network – Tutte le informazioni inerenti l’Abruzzo Open possono essere consultate sul sito www.italianprotour.com. Inoltre, attraverso i profili facebook, twitter e instagram dell’Italian Pro Tour è possibile interagire e seguire gli aggiornamenti live del torneo con gli hashtag ufficiali #OpenYourFuture #ItalianProTour #AlpsTour.   I risultati