fbpx

ISPS Handa Italian Blind Open: Mirko Ghiggeri ha concesso il bis

  02 Ottobre 2014 News
Condividi su:

Sul percorso del Barlassina G&CC Mirko Ghiggeri, campione uscente, ha concesso il bis nell’ISPS Handa Italian Blind Open, in cui si sono confrontati giocatori non vedenti divisi in tre categorie di visus. Il 28enne giocatore di Chiavari si è imposto nella categoria pareggiata unica con 134 colpi (64 70, -10) davanti al canadese Jeff Skemer (135, -9) e a Stefano Palmieri (139, -5). In quella femminile ha prevalso la statunitense Linda Port con 161 (85 76), che ha preceduto Chiara Pozzi Giacosa (179). Nella categoria B1 ancora un successo per l’israeliano Zohar Sharon, campione mondiale in carica, che ha concluso con 199 (98 101) colpi superando il canadese Brian McLeod (215) e Andrea Calcaterra (218), altro giocatore che vanta nel palmares numerose vittorie. Nella B2 ha avuto la meglio l’irlandese Ed Macguire (201 – 89 103) con un colpo di margine su Ghiggeri (202) e otto sull’inglese Elrick Malcolm (209) e nella B3 corsa di testa dell’inglese John Eakin (161 – 82 79), che ha distanziato nettamente gli scozzesi Ally Reid (188) e Alan Morgan (189). Dopo tre anni al Castello di Tolcinasco l’evento, giunto alla quinta edizione, si è disputato per la seconda volta consecutiva al Barlassina G&CC, dove il Presidente Alberto Rusconi, il Consiglio, il segretario Lorenzo Giani e tutto lo staff hanno dato la loro massima disponibilità e collaborazione.   Primo giro – Sul percorso del Barlassina G&CC prima giornata favorevole i colori italiani nella quinta edizione del dell’ISPS Handa Italian Blind Open, in cui si confrontano giocatori non vedenti divisi in tre categorie di visus. Nella categoria pareggiata maschile, che comprende tutte le categorie, è in vetta il campione uscente Mirko Ghiggeri con 64 colpi, seguito con 67 dall’israeliano Zohar Sharon e dall’irlandese Ed Maguire e con 69 dal sorprendente Stefano Palmieri, un giocatore in crescita. Nella categoria pareggiata femminile à al comando con 74 Chiara Pozzi Giacosa, che precede la statunitense Linda Port (85) e l’australiana Jenny Abela (111). Nella categoria B1 è in testa Zohar Sharon con 98, seguito da Andrea Calcaterra e dal canadese Brian McLeod con 110, nella B2 procedono appaiati Mirko Gihiggeri e Ed Maguire con 98 e nella B3 l’inglese John Eakin (82) è davanti allo scozzese Ally Reid (93). Il torneo si conclude con la disputa delle seconde 18 buche.   Prologo – Sul percorso del Barlassina G&CC si svolge la quinta edizione dell’ISPS Handa Italian Blind Open (1-2 ottobre) in cui scenderanno in campo atleti non vedenti. Si gioca sulla distanza di 36 buche con i giocatori divisi in tre categorie di visus, B1, B2 e B3 e con premi per i vincitori assoluti del netto maschile e femminile. Dopo tre anni al Castello di Tolcinasco, la manifestazione si disputa per la seconda volta consecutiva al Barlassina G&CC, dove il Presidente Alberto Rusconi, il Consiglio, il segretario Lorenzo Giani e tutto lo staff hanno dato la loro massima disponibilità. Nel field vi saranno quasi tutti i migliori giocatori stranieri provenienti da Australia, Canada, Stati Uniti, Israele e dalle Isole Britanniche. Tra gli altri scenderanno in campo l’israeliano Zohar Sharon, vincitore del Campionato del Mondo al Nelson Bay Golf Course in Australia, il canadese Brian McLeod, primo nel Canadian Blind e nell’US Blind Open 2014, l’Inglese John Eakin, oltre a Paul O’Rahilly e Ron Tomlinson, sempre presenti sin dalla prima edizione dell’evento. Il team azzurro sarà composto dai pluridecorati Andrea Calcaterra e Chiara Pozzi Giacosa, dal campione uscente Mirko Ghiggeri, vincitore della categoria B2 nell’ultimo British Blind Open, e da Stefano Palmieri che appare in evidente crescita. Va sottolineata la partecipazione di cinque membri del board dell’International Blind Golf Association: Derrick Sheridan, Chairman, Graham Coulton, Vice Chairman Finance, Ally Reid consigliere, oltre ai citati Brian McLeod (consigliere) e Andrea Calcaterra (Vice Chairman Administration), a testimonianza del crescente interesse per questa manifestazione made in Italy.