fbpx

Internazionali d’Italia U16 domina Kristoffer Reitan

  29 Agosto 2013 News
Condividi su:

Il norvegese Kristoffer Reitan (286 – 71 71 70 74, -6)), nella foto, unico giocatore sotto par, ha letteralmente dominato nei Campionati Internazionali d’Italia Under 16, disputati sul percorso del Golf Club Biella Le Betulle (par 73), sponsorizzati da Reply Living Network con il supporto di Lauretana e Ausilia Onlus. In vetta sin dal turno iniziale il rappresentante del GC Oslo, considerato il giocatore più promettente del suo paese, ha lasciato a sei colpi l’inglese Arrun Singh-Brar (292, par) e a dieci (296, +4) il sudafricano Kyle McClatchie, che ha ottenuto il terzo posto uno score migliore nelle ultime migliori buche, Teodoro Soldati (74 78 72 72), portacolori del GC Lanzo e il ceco Lebl Vaclav. Ha condotto una bella gara anche il giocatore di casa Edoardo Giletta, sesto con 297 (73 78 74 72, +5), alla pari con il finlandese Oliver Lindell e il sudafricano Keegan De Lange. Al 13° posto con 301 (77 75 80 69, +9) Guido Migliozzi, del Club della Montecchia, campione uscente che è stato messo definitivamente fuori gioco da un 80 (+7) nel terzo giro, ma che ha comunque voluto lasciare l’arena con un bell’acuto, autore di un parziale di 69 (-4) nel quarto. Ha ceduto Diego Manzoni (Bergamo), protagonista nelle prime 36 buche, che ha chiuso in 15ª posizione con 303 (73 77 78 75, +11), stesso score di Davide Longhini (Asiago). Così classificati gli altri italiani che hanno superato il taglio: Edoardo Zorzetto 27° con 309 (+17), Andrea Ferraris e Julien Paltrinieri 33.i con 313 (+21), Mattia De Gaudenzi 37° con 318 (+26), Tommaso Giancaterino 38° con 319 (+27), Luca Zucchini 39° con 322 (+30) e Pietro Martini 40° con 324 (+32). Reitan ha trascinato la Norvegia (completavano la squadra Viktor Hovland e Peter Songe Moller) al successo nel Trofeo delle Nazioni (297 colpi – 148 149). Al secondo posto con 302 il Sudafrica, al terzo con 303 la Svezia e la Repubblica Ceca, al quinto con 304 (151 153) l’Italia (Migliozzi, Soldati, Luca Portelli) insieme all’Inghilterra. “Ho effettuato quasi sempre buoni colpi dal tee – ha raccontato il vincitore – e sono stato sostenuto da un buon gioco corto” ha detto il vincitore che abita ad Oslo, ma che d’inverno si allena in Spagna ed è seguito da Caroline Diethelm. “Il campo di Biella è molto bello e si addice alle mie caratteristiche. Dopo il terzo giro, dato il vantaggio acquisito, ho giocato in assoluto relax. Ho girato insieme a Singh-Brar che è andato benissimo, ma non mi ha messo pressione anzi è stato bello vederlo esprimersi così.  Idolo? Tiger Woods. Programmi futuri? L’idea dopo il liceo è di andare a giocare per un College americano”. Antonio Bozzi, Consigliere Federale, ha detto: “La settima edizione del torneo disputata sul magnifico campo di Biella conferma la validità di questa idea avuta dal circolo sull’onda del successo dei Campionati Europei Amateur vinti nel 2006 da un giovanissimo Rory McIlroy. Ho seguito le ultime nove buche dei primi due in classifica e vedere ragazzi di 15 anni giocare così bene, oltretutto comportandosi in modo veramente corretto, da tanta soddisfazione. Gli italiani sono andati meno bene rispetto al passato, ma durante la stagione nelle altre manifestazioni abbiamo ottenuto ottimi risultati. Giovani come Teodoro Soldati, tanto per fare un nome, ci fanno comprendere che stanno crescendo bene possibili eredi dei Molinari e di Manassero”. Secondo giro – Il norvegese Kristoffer Reitan (142 – 71 71, -4), unico giocatore sotto par, ha allungato decisamente in passo nella seconda giornata dei Campionati Internazionali d’Italia Under 16, che si stanno svolgendo sul percorso del Golf Club Biella Le Betulle (par 73), sponsorizzati da Reply Living Network con il supporto di Lauretana e Ausilia Onlus. Il rappresentante del GC Oslo, considerato il giocatore più promettente del suo paese, affronterà i due giri finali, nella terza e ultima giornata di gara, con ben sei colpi di vantaggio sul ceco Lebl Vaclav e sull’inglese Arrun Singh-Brar, secondi con 148 (+2). Tra l’altro con la sua prestazione Reitan ha portato la Norvegia (completavano la squadra Viktor Hovland e Peter Songe Moller) al successo nel Trofeo delle Nazioni (298 colpi). Ha tenuto un bel ritmo Diego Manzoni (nella foto), portacolori del GC Bergamo, quarto con 150 (73 77, +4) alla pari con l’irlandese Marc Norton, con lo svedese Tim Widing e con il sudafricano Keegan De Lange, e si è tenuto in alta classifica Edoardo Giletta, che gioca in casa, ottavo con 151 (73 78, +5) insieme con il sudafricano Rosswell Sinclair. Sono al decimo posto con  152 (+6) Guido Migliozzi (77 75) del Club della Montecchia, campione uscente, Teodoro Soldati (74 78) del GC Lanzo e Pietro Martini (79 73) del GC Padova  e si trova al 18° con 153 (+7) Davide Longhini (75 78) del GC Asiago. Il taglio la lasciato in gara 40 concorrenti tra i quali vi sono undici giocatori italiani. Manzoni partecipa per la terza volta al torneo: “Lo scorso anno sono entrato nei top 20 mentre nel 2011 non ho superato il taglio” racconta il sedicenne Diego che è allenato dal maestro Massimo Florioli. “Oggi sono stato abbastanza regolare e non commesso gravi errori, domani spero di giocare bene e migliorare la prestazione della scorsa stagione. Obiettivo futuro? Diventare pro”. Ancora un giro con alti e bassi per Migliozzi: “Ho sbagliato qualche tee shoot, ma sul green ho avuto poca fortuna con alcune palline che hanno sbordato. Ora non ho più nulla da perdere, domani cercherò di attaccare al massimo”. Primo giro – Il norvegese Kristoffer Reitan è al comando con 71 (-2) colpi dopo il primo giro dei Campionati Internazionali d’Italia Under 16, iniziati sul percorso del Golf Club Biella Le Betulle (par 73) e sponsorizzati nuovamente da Reply Living Network con il supporto di Lauretana e Ausilia Onlus. Il leader è seguito con 72 (-1) dallo svedese Marcus Svensson e con 73 (par) dal giocatore di casa Edoardo Giletta, dal bergamasco Diego Manzoni, dal sudafricano Keegan De Lange, dallo svedese Tim Widing e dal ceco Vaclav Lebl. In buona posizione Teodoro Soldati e Mattia De Gaudenzi, ottavi con 74 (+1) insieme all’irlandese Marc Norton e all’inglese Arrun Singh-Brar, così come si sono ben difesi Niccolò Capacchietti, Giovanni Bellio e Davide Longhini, 12.i con 75 (+2) alla pari con il tedesco Yannik Koehnen. Qualche difficoltà per il campione uscente Guido Migliozzi, 21° con 77 (+4). Reitan ha segnato tre birdie e un bogey: “E’ il secondo anno che partecipo – ha detto il norvegese di Oslo visibilmente felice – e nel 2012 ho passato il taglio. Questo è un campo difficile, ma oggi ho giocato in maniera molto regolare, cercando di evitare gli eccessivi rischi. La tattica ha pagato perché ho commesso un solo errore. Sono molto soddisfatto”. Giletta è partito un po’ contratto, poi ha recuperato serenità e ha concluso con il par: “Ho avuto difficoltà con i ferri – ha spiegato – ma in compenso ho puttato e approcciato bene recuperando tante situazioni difficili. Il tracciato è bello e i green sono un poco più morbidi e lenti rispetto al solito, ma la palla rotola molto bene. Diciamo che se domani sera mi trovassi nella stessa situazione sarei veramente contento”.  Laconico Migliozzi, visibilmente deluso: “Sono partito male, poi ho recuperato, ma nel finale ho commesso purtroppo altri sbagli”. Sorridente Soldati (Lanzo), altro favorito insieme al portacolori del Club della Montecchia: “E’ un buon inizio. Ho eseguito ottimi colpi e la qualità espressa forse meritava uno score migliore, ma non sono stato molto fortunato con il putter”. La gara si svolge sulla distanza di 72 buche. Dopo 36 rimarranno in gara i primi 40 classificati e i pari merito al 40° posto che disputeranno gli ultimi due giri nella stessa terza giornata. L’ingresso per il pubblico è gratuito. Prologo – Sul percorso del Golf Club Biella Le Betulle iniziano i Campionati Internazionali d’Italia Under 16 (27-29 agosto). La manifestazione, nata sull’onda del successo ottenuto dai Campionati Europei del 2006 vinti da un giovanissimo Rory McIlroy, ha visto già transitare sul percorso piemontese tanti giocatori che ora sono nell’European Tour, tra i quali spicca il nome di Matteo Manassero, quarto nel 2007. In campo 132 promesse del golf internazionale (di cui 72 stranieri) in rappresentanza di 14 nazioni:  Italia, Germania, Francia, Austria, Inghilterra, Repubblica Ceca, Svizzera, Svezia, Norvegia, Finlandia, Danimarca, Sudafrica, Irlanda e Kenya, novità assoluta dell’evento sponsorizzato nuovamente da Reply Living Network con il supporto di Lauretana e Ausilia Onlus. Difende il titolo Guido Migliozzi, azzurro e portacolori del Golf della Montecchia, che è stato capace di imporsi per due anni consecutivi (2012 e 2013) nei Campionati Nazionali Cadetti e in quelli Ragazzi medal. Insieme al veneto possono puntare al titolo, tra gli altri, il 14enne Teodoro Soldati (Lanzo), vincitore del Campionato assoluto Match Play, e Alberto Castagnara (Lignano), ma avranno una decisa concorrenza da parte degli stranieri. In particolare appaiono particolarmente agguerriti i sudafricani Jovan Rebula e Kyle Mcclatchie, il danese John Axelsen e l’inglese Matty Lamb. Atteso alla prova il quindicenne Edoardo Giletta, rappresentate del club ospitante. “La qualità dei partecipanti è in linea con le edizioni precedenti – ha spiegato Ennio Vigliani ai vertici della struttura organizzativa del club – e per quanto sia solo un valore indicativo, sono molti gli iscritti con handicap decisamente bassi. L’invito che rivolgo a tutti gli appassionati di golf e di sport in generale è di salire a Le Betulle in questi giorni, perché avranno l’occasione di assistere a una manifestazione interessante e divertente in una bellissima location”. La gara si svolgerà sulla istanza di 72 buche, con formula medal. Dopo 36 rimarranno in gara i primi 40 classificati e i pari merito al 40° posto che disputeranno gli ultimi due giri nella stessa terza giornata. L’ingresso per il pubblico è gratuito.   Live scoring I risultati