fbpx

US Women’s Open: scatto di Hinako Shibuno, escono le azzurre

Shibuno Hinako
  12 Dicembre 2020 In primo piano
Condividi su:

La giapponese ha tre colpi di vantaggio. In rimonta Jin Young Ko e Sei Young Kim, n. 1 e 2 del mondo

La giapponese Hinako Shibuno è stata la protagonista del secondo giro nell’US Women’s Open, il quarto e ultimo major stagionale femminile (cancellato il quinto, l’Evian Championship), dove è passata a condurre con 135 (68 67,-7) colpi dopo un parziale di 67 (-4) miglior score di giornata.

Nel torneo che si sta svolgendo sui due percorsi del Champions Golf Club (Jackrabbit e Cypress Creek entrambi par 71), a Houston in Texas, Stato in cui l’evento è tornato per la seconda volta in 75 edizioni dopo la prima nel 1991, sono scese in campo tre dilettanti azzurre, che hanno avuto l’onore dell’invito e la grande opportunità di poter giocare insieme alle più blasonate giocatrici del mondo. Hanno concluso al 120° posto con 151 (+9) Benedetta Moresco (80 71) e Caterina Don (77 74) e al 153° con 163 (81 82, +21) Alessia Nobilio, uscendo al taglio, ma per tutte e tre, studentesse attualmente in College Usa, è stata una ottima esperienza che tornerà certamente utile per il loro futuro.

Hinako Shibuno (nella foto), 22enne di Okayama, un major (British Open, 2019) e quattro titoli sul LPGA of Japan Tour, ha concluso la sua bella volata al Jackrabbit con sei birdie e due bogey prendendo tre colpi di vantaggio sulla dilettante svedese Linn Grant (138, -4) e quattro sull’altra dilettante Kaitlyn Papp, su Megan Khang e Amy Olson (139, -3), quest’ultima in vetta dopo un turno e autrice di una “hole in one” (buca 16, par 3, yards 139, ferro 8, Jackrabbit).

E’ risalita dal 12° al sesto posto con 140 (-2) la thailandese Ariya Jutanugarn e insieme a lei hanno recuperato altre favorite: la coreana Sei Young Kim, numero due mondiale, da 37ª a 14ª con 141 (-1), e le sue due connazionali Jeongeun Lee6, che difende il titolo, da 55ª a 20ª con 142 (par), e Jin Young Ko, numero uno del Rolex Ranking, da 55ª a 29ª con 143 (+1), che rischia di lasciare il trono a Sei Young Kim. Stesso score di 143 anche per Danielle Kang e per la coreana Inbee Park. Più indietro la nipponica Nasa Hataoka, 36ª con 144 (+2), l’australiana Minjee Lee e la canadese Brooke M. Henderson, 47.e con 145 (+3). Sono uscite Nelly Korda, 67ª con 146 (+4), che rientrava dopo nove settimane fermata da un infortunio alla schiena, e Lexi Thompson, 81ª con 147 (+5), a cui non è giovata la presenza al suo fianco di Tim Tucker, ex caddie di Bryson DeChambeau. Fuori anche la coreana Yu Jin Sung, 113ª con 150 (+8), che aveva segnato anche lei una “hole in one” nel turno d’apertura (buca 4, par 3, yards 169, ferro 5, Jackrabbit). Il montepremi è di ben 5.500.000 dollari, il più alto in assoluto per un evento femminile.

Il torneo su SKY – L’US Women’s Open viene teletrasmesso su Sky con collegamenti ai seguenti orari: sabato 12 dicembre, dalle ore 20,30 alle ore 24 (Sky Sport Arena); domenica 13, dalle ore 20 alle ore 23 (Sky Sport Arena)- Commento di Silvio Grappasonni, Michele Gallerani e di Roberto Zappa.

I RISULTATI