fbpx

LPGA: dominano Kupcho/Salas, out Molinaro/Sobron

  17 Luglio 2022 In primo piano
Condividi su:

Nel Dow Great Lakes Bay Invitational, unica gara a coppie del circuito, le vincitrici hanno lasciato a cinque colpi Matilda Castren/Kelly Tan. All’ottavo posto Nelly, numero tre mondiale, e Jessica Korda

Jennifer Kupcho e Lizette Salas hanno dominato nel Dow Great Lakes Bay Invitational, unica gara a coppie del LPGA Tour. Sul percorso del Midland Country Club (par 70), a Midland nel Michigan, hanno concluso con 254 (68 61 64 61, -26) colpi, cinque di vantaggio sulla malese Kelly Tan e sulla finlandese Matilda Castren, seconde con 259 (-21), e sei su Stacy Lewis e sulla messicana Maria Fassi, terze con 260 (-20).

Le due vincitrici hanno scelto di giocare insieme dopo l’esperienza fatta alla Solheim Cup 2021, in cui nei doppi hanno disputato tre gare, vincendone due e pareggiandone una senza, però, poter evitare il successo del Team Europe (15-13). Jennifer Kupcho, 25enne di Littleton (Colorado), ha portato a tre i titoli (comprensivi di un major) in stagione e in carriera, e Lizette Salas, 32enne di Azusa (California), ha ottenuto il secondo successo dopo in primo nel 2014 (Kingsmill Championship) e in cinque occasioni ha difeso i colori statunitensi nella Solheim Cup.

Al quarto posto con 261 (-19) Cheyenne Knight/Elizabeth Szokol e la coreana Haeji Kang e Tiffany Chan di Hong Kong, al sesto con 262 (-18) le coreane Narin An e Hye-Jin Choi e la francese Pauline Roussin (che nel secondo round ha realizzato una “hole in one”) e l’olandese Dewi Weber. Solo all’ottavo con 263 (-17) le sorelle Nelly, numero tre mondiale, e Jessica Korda.

Al torneo, in cui si è giocato nel primo e nel terzo giro con formula foursome e nel secondo e nel quarto con formula fourball, hanno partecipato due icone del golf femminile, la svedese Annika Sorenstam, dominatrice della scena mondiale dalla fine degli anni Novanta al 2008, quando ha lasciato lo sport agonistico, e l’australiana Karrie Webb, l’unica in grado di contrastarla e batterla in più di un’occasione in quel lungo periodo. E’ andata meglio quest’ultima, che in coppia con Marina Alex, è giunta 15ª con 265 (-15), mentre la Sorenstam, insieme alla connazionale Madelene Sagstrom, si è classificata 28ª con 269 (-11).

Non hanno superato il taglio Giulia Molinaro e la spagnola Luna Sobron Galmes, 51.e con 138 (73 65, -2). Stessa sorte per le sorelle thailandesi Ariya e Moriya Jutanugarn, 45.e con 137 (-3), che difendevano il titolo.

Nella foto: Giulia Molinaro