fbpx

L’Eurotour debutta in Oman: sei azzurri in gara

molinari-edoardo
  14 Febbraio 2018 In primo piano
Condividi su:

L’European Tour continua il suo cammino in Oman per il NBO Oman Open (15-18 febbraio), un nuovo torneo in programma  sul percorso dell’Al Mouj Golf, a Muscat. Il circuito maggiore fa tappa per la prima volta in Oman, che però negli ultimi tre anni ha ospitato il Gran Final del Challenge Tour.

Prendono parte alla gara Edoardo Molinari, Renato Paratore, Nino Bertasio, Matteo Manassero, Lorenzo Gagli e Andrea Pavan, ossia tutti i giocatori azzurri con ‘carta’ escluso Francesco Molinari impegnato nel Genesis Open (PGA Tour).

Nel field gli inglesi Chris Wood, Andy Sullivan, il gallese Jamie Donaldson, il francese Alexander Levy, i sudafricani Haydn Porteous, Richard Sterne e Brandon Stone, il thailandese Thongchai Jaidee, il coreano Jeunghun  Wang, il cinese Ashun Wu e gli indiani S.S.P. Chawrasia e Shubhankar Sharma, quest’ultimo rivelazione del circuito con due recenti vittorie nell’arco di due mesi. Da seguire lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño, che dopo sette titoli (compresi due Open d’Italia), e un’esperienza poco felice nel PGA Tour, è tornato nel tour continentale, ma ha dovuto superare a novembre la Qualifying School. Presenti anche i vincitori dei tre Grand Final: il portoghese Ricardo Gouveia,  il tedesco Bernd Ritthammer e il transalpino Clément Sordet,

Degli azzurri il più tonico è Nino Bertasio, reduce dal quinto posto in Malesia preceduto da altre tre buone prestazioni, e sta crescendo Andrea  Pavan, 15° la scorsa domenica a Perth. Altalenanti Matteo Manassero (tre volte a premio su quattro in media classifica) ed Edoardo Molinari (due su cinque), mentre devono cambiare decisamente passo sia Renato Paratore che Lorenzo Gagli, per tre tornei di fila fuori al taglio. Il montepremi è di 1.420.000 euro.

(Nella foto: Edaordo Molinari nel giro di prova all’Al Mouj Golf)