fbpx

Italian Pro Tour, Roma Alps Open: De Leo e l’amateur Paltrinieri 2/i. Comanda Esmatges

  21 Luglio 2022 In primo piano
Condividi su:

Sul percorso del Golf Club Parco de’ Medici (par 72), nel quinto evento stagionale del circuito di gare nazionali e internazionali della FIG, al termine del primo round lo spagnolo è in testa davanti ai due azzurri. Altri tre italiani in top ten

Il Roma Alps Open, quinto evento dell’Italian Pro Tour 2022, il circuito di gare nazionali e internazionali della FIG, che ha il supporto dell’official advisor Infront, è iniziato all’insegna dello spettacolo. Al termine del primo giro, sul percorso del Golf Club Parco de’ Medici (par 72), al comando c’è lo spagnolo Alex Esmatges con 63 (-9) colpi, seguito dall’amateur azzurro Julien Paltrinieri e da Gregorio De Leo, secondi con 64 (-8). Quest’ultimo, in testa all’ordine di merito dell’Alps Tour, vuole consolidare la leadership in questo evento, inserito nel calendario del terzo circuito europeo maschile e terzultimo appuntamento stagionale, perché assegnerà punti che potrebbero essere decisivi in ottica del Challenge Tour 2023, per il quale staccheranno il pass i migliori cinque dell’ordine di merito.

Una buona partenza per gli italiani, perché in quarta posizione con 66 (-6) ci sono Cristiano Terragni ed Edoardo Giletta. In top ten presente anche Stefano Mazzoli, 10/o con 67 (-5). Per il classe 1996 è un appuntamento fondamentale, dato che al momento è sesto nella ‘money list’ e vuole rientrare pure lui nelle prime cinque posizioni.

Le dichiarazioni – “E’ stata una giornata faticosa, con il caldo che è stato protagonista. Ho fatto un giro bogey free, puttando molto bene e per questo sono contento. Bisogna stare attenti su questo percorso e ad ogni colpo serve essere fantasiosi”. Queste le parole di Gregorio De Leo al termine del primo round.

Formula di gara e montepremi – Il Roma Alps Open si disputa sulla distanza di 54 buche, con taglio dopo 36 che lascerà in gara i primi 40 classificati e i pari merito al 40° posto. In palio un montepremi complessivo di 40.000 euro, con prima moneta di 5.800.

Il percorso – Realizzato nel 1990, il Golf Club Parco De’ Medici – disegnato dall’architetto Davide Mezzecane e tracciato dall’americano Peter Fazio – ha già ospitato manifestazioni internazionali di prestigio come, tra le altre, l’Open d’Italia femminile (con tre edizioni consecutive tra il 2005 e il 2007), il Campionato Mondiale per Golfisti non vedenti nel 2018, la Qualifying School dell’Alps Tour nel 2020 e il Roma Alps Letas Open nel 2021. Presenta un’area di 27 buche divise in tre percorsi: il Bianco, il Blu ed il Rosso protette da bunker tecnici e difficoltosi ostacoli d’acqua che richiedono concentrazione rendendo ancora più stimolante il gioco.

I Partner – L’Italian Pro Tour ha il supporto di DS Automobiles (Main Partner); Fideuram (Official Bank); Kappa (Technical Supplier), Rinascente, Poste Assicura ed Eureco (Official Supplier); Corriere dello Sport, Tuttosport, Il Giornale (Media Partner). Sport Senza Frontiere Onlus (Social Partner). Official advisor: Infront.

Nella foto, Gregorio De Leo