fbpx

DP World Tour, successo per Schauffele al Genesis Scottish Open. Migliozzi 72/o

  10 Luglio 2022 In primo piano
Condividi su:

A North Berwick, nel torneo delle Rolex Series – organizzato in combinata da DP World Tour e PGA Tour – lo statunitense si è imposto davanti al connazionale Kitayama

In Scozia, sul percorso del The Renaissance Club (par 70), Xander Schauffele ha vinto il Genesis Scottish Open, torneo delle Rolex Series organizzato in combinata da DP World Tour e PGA Tour che ha preceduto la 150esima edizione del The Open, quarto e ultimo major stagionale, in programma sul mitico percorso dell’Old Course di St. Andrews, dal 14 al 17 luglio. Lo statunitense, campione olimpico ai Giochi di Tokyo la scorsa estate, si è imposto con un totale di 273 (72 65 66 70, -7) colpi davanti al connazionale Kurt Kitayama, secondo con 274 (66 71 71 66, -6). Tra i sei italiani in gara, Guido Migliozzi si è classificato 72/o con 293 (72 71 76 74, +13). Mentre non hanno superato il taglio: Edoardo Molinari (73 71), che qui vinse nel 2010, 73/o insieme a Nino Bertasio (70 74) con 144 (+4), Francesco Laporta, 130/o con 149 (78 71, +9), Francesco Molinari (80 72), secondo in questo evento nel 2012, e Andrea Pavan (81 71) 150/i con 152 (+12).

In testa al termine del ‘moving day’, Schauffele ha conquistato il suo primo titolo in un torneo delle Rolex Series e il terzo in stagione dopo quelli ottenuti allo Zurich Classic of New Orleans e al Travelers Championship (oltre alla JP McManus Pro-Am proprio questa settimana). Il 28enne di San Diego (California) è diventato il quinto statunitense a vincere il Genesis Scottish Open, incassando un assegno di 1.440.000 dollari su un montepremi complessivo di 8.000.000 e succedendo nell’albo d’oro a Min Woo Lee, vincitore nel 2021. 

Kurt Kitayama, come detto secondo, il gallese Jamie Donaldson e lo statunitense Brandon Wu, sesti con 277 (-3), hanno ottenuto i pass per l’Open Championship riservati ai primi tre non altrimenti qualificati. Connor Syme, 42° con 283 (+3), ha vinto il Jock MacVicar Trophy assegnato al miglior scozzese.

Adesso lo spettacolo del The Open, con l’Italia che schiererà in campo oltre a Francesco Molinari (vincitore nel 2018) e Guido Migliozzi, anche l’amateur Filippo Celli, entrato nel field per aver vinto l’European Amateur Championship.

Nella foto, Guido Migliozzi