fbpx

50 Ryder Compact Biogolf: Giovanni Malagò in visita al GC Livorno

gc-livorno
  28 Marzo 2018 In primo piano
Condividi su:

Il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, nell’ambito della sua visita alle strutture sportive di Livorno colpite dall’alluvione del settembre 2017, ha visionato il Golf Club Livorno alla presenza di Franco Chimenti, Presidente della FIG, e Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022, accompagnati da Andrea Scapuzzi, Presidente del GC Livorno e del Comitato Regionale Toscana.

Il GC Livorno rientra all’interno del “50 Ryder Compact BioGolf”, una delle iniziative di inclusione sociale che la Federazione Italiana Golf ha lanciato in vista della Ryder Cup 2022. Con il Progetto “50 Ryder Compact Biogolf”, la Fig – in collaborazione con Credito Sportivo, Legambiente, FederParchi, Fondazione Univerde e Golf Environment Organization (Geo) – intende realizzare strutture golfistiche multifunzionali ad impatto ambientale basso o nullo in aree urbane abbandonate, col duplice risultato di riqualificare zone dismesse, offrendo ai giovani un’opportunità di sport nel cuore delle città.

LE DICHIARAZIONI – “Il GC Livorno è un impianto sorprendente per come e dove è stato realizzato. Complimenti a chi ha investito perché ha riqualificato un’area inutilizzata e ha dato la possibilità, oltre a questa magnifica disciplina che è il golf, di dare un’immagine, direi una visione, a questo luogo e all’intera città. Lo apprezzo moltissimo” ha commentato Giovanni Malagò ai microfoni dell’Ansa.

“Ho sempre detto che piuttosto che portare la gente al golf bisogna portare il golf alla gente e in questa occasione l’abbiamo fatto. E’ il primo capitolo di una inversione di tendenza. Questo rappresenta un campo pubblico, finalmente nel centro di una città. Vedere questo spazio dedicato al golf fa molto bene allo sport e sfata l’idea che si una attività d’elite” ha sottolineato Franco Chimenti.

“Posso dire che si tratta di una scommessa vinta. Dopo circa tre anni dall’avvio siamo circa 200 soci e la struttura ha già raggiunto l’80% del progetto iniziale” ha concluso Andrea Scapuzzi.