fbpx

Gli azzurri vincono il Quadrangolare Boys: battuta la Francia (6-3)

  15 Marzo 2013 News
Condividi su:

  L’Italia ha vinto con pieno merito il Quadrangolare Boys svoltosi sul percorso del Pont Royal Golf Club a Mallemont in Francia. Gli azzurri nell’incontro decisivo hanno superato la Francia con un netto 6-3 e hanno concluso il torneo a punteggio pieno dopo aver battuto nei match precedenti nell’ordine la Scozia e la Svezia con lo stesso 6,5 a 2,5. La gara si è svolta con girone all’italiana in cui ogni compagine ha incontrato le altre tre ricevendo un punto per la vittoria, mezzo per il pari e zero per la sconfitta. Nell’altra partita di giornata la Svezia ha avuto ragione della Scozia (5,5-3,5) e ha ottenuto il terzo posto. Questa la classifica finale: Italia p.3; Francia p.1,5; Svezia p. 1; Scozia p. 0,5. Gli azzurri hanno mostrato nelle tre giornate una grande compattezza e una netta superiorità nei doppi che ha pesato in maniera determinante sui risultati. Nei nove foursome disputati gli italiani hanno ceduto solo mezzo punto sui nove a disposizione e anche la Francia ha dovuto pagare dazio iniziando i singoli con il pesante svantaggio di 0-3 maturato per i successi di Luigi Botta/Jacopo Guasconi (6/5 su Nicolas Manifacier/Joris Etlin), di Gianmaria Trinchero/Guido Migliozzi, nella foto (2/1 su Alexandre Daydou/Paul Elissalde) e di Giacomo Garbin/Lorenzo Scalise (4/2 su Victor Veyret/Thomas Le Berre). Nei singoli Botta ha conquistato il quarto punto (4/3 su Veyret) e Trinchero il quinto che ha dato la certezza del titolo (3/2 su Elissalde) poi il punteggio è stato perfezionato dai pareggi tra Scalise e Manifacier e tra Garbin e Le Berre. Per i transalpini punti pieni di Etlin (1 up su Guasconi) e di Daydou (3/1 su Migliozzi). Ha detto Giovanni Bartoli, capitano della formazione italiana: “L’impegno con i transalpini è stato sicuramente il più difficile, sia per la loro forza sia perché erano in casa. Aver vinto i tre foursome ci ha reso le cose più agevoli, ma i nostri avversari non hanno certo mollato e siamo stati bravi anche nei singoli in cui hanno provato a ribaltare la situazione. Abbiamo incontrato tre squadre di livello e averle battute  con punteggi abbastanza importanti è un’ulteriore conferma della qualità della prestazione. E’ stato un successo del gruppo: i ragazzi hanno dimostrato grande affiatamento, voglia di vincere e hanno evidenziato molta qualità. E’ un bel segnale della crescita e del continuo miglioramento del golf azzurro a iniziare dai più giovani. Da rivelare che nelle prime due giornate c’è stato vento che ha sfiorato i 100 km orari e i ragazzi sono riusciti a emergere in condizioni ambientali che di solito sono più congeniali ad avversari come svedesi e scozzesi”. Tra gli italiani non hanno subito sconfitte Garbin e Scalise con cinque punti ciascuno dovuti a quattro successi e due pari, di cui uno in coppia nell’unica concessione fatta agli avversari nei doppi (contro la Svezia). Cinque punti anche per Migliozzi e per Botta, che però hanno perso un singolo, quindi 4,5 per Trinchero (4 successi, un pari, una sconfitta) e tre per Guasconi. I francesi erano i campioni uscenti essendosi imposti nel 2011 (nel 2012 il torneo non si è disputato), mentre gli azzurri erano andati a segno nel 2010. Oltre a Giovanni Bartoli, ha accompagnato il team italiano l’allenatore Giovanni Gaudioso. I risultati: Prima giornata: Italia-Scozia 6,5-2,5;  Francia-Svezia 7-2; seconda giornata: Italia-Svezia 6,5-2,5; Francia-Scozia 4,5-4,5; terza giornata: Svezia-Scozia 5,5-3,5; Italia-Francia 6-3. Seconda giornata – Dopo aver battuto la Scozia per 6,5 a 2,5, l’Italia ha superato con lo stesso secco punteggio anche la Svezia e contenderà alla Francia il titolo nella terza e ultima giornata del Quadrangolare Boys che si sta svolgendo sul percorso del Pont Royal Golf Club a Mallemont in Francia. I transalpini, che nel primo turno hanno sconfitto facilmente la Svezia (7-2), hanno poi faticato contro la Scozia, pareggiando per 4,5-4,5, ma sono comunque in seconda posizione e potranno contendere il titolo agli azzurri, che sono a punteggio pieno, mentre Svezia e Scozia si affronteranno per il terzo posto. La classifica: Italia p. 2; Francia p. 1,5; Scozia p. 0,5; Svezia p. 0. Come contro gli scozzesi, l’Italia ha messo un punto fermo sul match nei doppi con un parziale di 2,5 a 0,5 grazie ai successi di Luigi Botta/Jacopo Guasconi (4/3 su Erik Angesten/Emil Bonnevier) e di Gianmaria Rean Trinchero/Guido Migliozzi (2/1 su Frederik Nilehn/Daniel Ekegren) e al pari di Giacomo Garbin/Lorenzo Scalise con Jesper Olsson/Adam Eineving, unico mezzo punto ceduto dalla compagine azzurra nei sei foursome complessivamente disputati. Nei singoli gli svedesi hanno provato a rimontare con Angesten (4/3 su Rean Trinchero) e con Bonnevier (1 up su Guasconi), ma le loro illusioni sono state cancellate da Scalise (4/3 su Ekegren), Migliozzi (3/1 su Nilehn), Botta (3/1 su Eineving) e da Garbin (1 up su Olsson). Accompagnano il team italiano il capitano Giovanni Bartoli e l’allenatore Giovanni Gaudioso. Prima giormata – L’Italia ha battuto la Scozia per 6,5-2,5 nella prima giornata del Quadrangolare Boys che si sta svolgendo sul percorso del Pont Royal Golf Club a Mallemont in Francia. Nell’altro match i transalpini hanno superato la Svezia per 7-2. Gli azzurri hanno dato una decisa sterzata all’incontro nei doppi con un secco parziale di 3-0 maturato con le vittorie di Luigi Botta/Jacopo Guasconi (4/3 su Bradley Neil/Euan Walker), di Guido Migliozzi/Gianmaria Rean Trinchero (7/5 su Alan Waugh/George Burns) e di Giacomo Garbin/Lorenzo Scalise (2/1 su Connor Syme/Calum Hill). Nei singoli hanno conquistato altre tre punti Migliozzi (3/1 su Burns), Scalise (3/1 su Syme) e Garbin (2 up su Hill). Pareggio tra Trinchero e Waugh e punti scozzesi con Neil (4/2 su Botta) e con Walker (1 up su Guasconi). Si gioca con girone all’italiana e classifica a punti dove conducono con un punto azzurri e francesi, mentre sono a zero svedesi e scozzesi. Nella seconda giornata la compagine italiana affronterà la Svezia e la Francia se la vedrà con la Scozia. Nell’ultimo turno: Italia-Francia e Svezia-Scozia. Accompagnano gli azzurri il capitano Giovanni Bartoli e l’allenatore Giovanni Gaudioso. Prologo – Sul percorso del Pont Royal Golf Club a Mallemont in Francia si svolge il Quadrangolare Boys (14-16 marzo) al quale prendono parte le rappresentative di Italia, Francia, Svezia e Scozia. Il sestetto azzurro è formato da Luigi Botta, Giacomo Garbin, Jacopo Guasconi, Guido Migliozzi, Gianmaria Rean Trinchero e Lorenzo Scalise. Nel primo turno gli azzurri affronteranno la Scozia, mentre nell’altro match saranno di fronte Francia e Svezia. Si gioca con girone all’italiana e classifica a punti e nella seconda giornata le vincenti affronteranno le due perdenti. La formula prevede incontri foursome al mattino e singoli nel pomeriggio. Accompagnano gli azzurri il capitano Giovanni Bartoli e l’allenatore Giovanni Gaudioso.