fbpx

Finale QS Alps Tour: sei italiani a tempo pieno nel circuito, cinque in cat. 8

  17 Dicembre 2014 News
Condividi su:

Sei giocatori italiani hanno ottenuto la “carta” categoria 6, per una stagione 2015 a tempo pieno nell’Alps Tour, e cinque hanno avuto la categoria 8, con meno chances di giocare, nella finale della Qualifying School che si è svolta sui due percorsi dell’Asia Course (par 72) e dell’Europa Course (par 71) al La Cala Resort, a Mijas nella Costa del Sol spagnola. Nel torneo vinto con 211 colpi (70 65 76, -4) dallo sloveno Tim Gornik, davanti all’olandese Darius Van Driel (214, -1) e all’inglese Harry Casey (215, par), si è classificato al sesto posto con 216 (+1) il dilettante Enrico Di Nitto (72 72 72) e hanno chiuso all’ottavo con 218 (+3) Lorenzo Scotto (72 70 76) e Andrea Perrino (67 73 78), nella oto. Categoria 6 anche per Andrea Maestroni, 13° con 220 (72 70 78, +5), per Valerio Pelliccia, 17° con 221 (70 70 81, +6) e per Corrado De Stefani, 28° con 223 (71 74 78, +8). In categoria 8 Francesco Testa (74 75 82) e Lorenzo Magini (73 74 84), 55.i  con 231 (+16), Luca Fenoglio, 62° con 234 (76 72 86, +19), Tommaso Orzalesi, 65° con 235 (76 72 87, +20), e Marco Bernardini, 68° con 239 (71 77 91, +24). All’evento hanno preso parte 144 concorrenti (31 italiani) che nei primi due turni si sono alternati sui due tracciati, poi i 68 (11 italiani) che hanno superato il taglio hanno concluso sull’Asia Course. Sono rimasti fuori, tra gli altri, dopo 36 buche Federico Colombo, 69° con 150 (+7), Carlo Guaraldi, vincitore come Orzalesi di una delle tre prove dello Stage 1, 80° con 151 (+8), Andrea Zani, 90° con 152 (+9), e Alberto Campanile, 100° con 153 (+10).   Secondo giro – Sui percorsi Asia Course (par 72) ed Europa Course (par 71) del La Cala Resort, a Mijas nella Costa del Sol spagnola, undici giocatori italiani hanno superato il taglio nella finale della Qualifying School dell’Alps Tour e avranno una ‘carta’ per il circuito 2015. Sono stati ammessi al turno conclusivo 68 concorrenti (su 144 al via compresi 31 italiani) con lo sloveno Tim Gornik che guida la graduatoria con 135 (-8) colpi (70 65, -8) e con Valerio Pelliccia (70 70) e Andrea Perrino (67 73), secondi con 140 (-3) alla pari con i francesi Alexandre Kaleka e Pierre-Ludovic Couvert, con l’irlandese Stephen Grant e con il dilettante olandese Darius Dan Driel. All’ottavo con 142 (-1) Andrea Maestroni (72 70) e Lorenzo Scotto (72 70), insieme all’inglese Rory Kirwan e all’olandese Robin Kind. Entro i primi 35, che avranno accesso pieno al tour (categoria 6), si trovano anche l’amateur Enrico Di Nitto, 18° con 144 (72 72, +1), e Corrado De Stefani, 24° con 145 (71 74, +2). Sono oltre Lorenzo Magini, 36° con 147 (73 74, +4), Luca Fenoglio (76 72), Marco Bernardini (71 77) e Tommaso Orzalesi (76 72), 43.i con 148 (+5), e Francesco Testa, 55° con 149 (74 75, +6). I classificati oltre il 35° posto avranno la categoria 8, con meno chances di giocare. Sono rimasti fuori, tra gli altri, Federico Colombo, 69° con 150 (+7), Carlo Guaraldi, vincitore come Orzalesi di una delle prove dello Stage 1, 80° con 151 (+8), Andrea Zani, 90° con 152 (+9), e Alberto Campanile, 100° con 153 (+10).   Primo giro – Sui percorsi Asia Course (par 72) ed Europa Course (par 71) del La Cala Resort, a Mijas nella Costa del Sol spagnola, ha avuto inizio la finale della Qualifying School dell’Alps Tour. La classifica fa riferimento al par essendo differenti quelli dei tracciati e dopo il giro iniziale è al comando “meno 6” il francese Pierre-Ludovic Couvert, autore numericamente di un 65 sull’Europa Course. Sette italiani sono nelle prime dieci posizioni: Andrea Perrino è in seconda con “meno 3” (68 EC), e Valerio Pelliccia in terza con “meno 2” (70 Asia Course) alla pari con lo scozzese John James Henry. Al quinto posto con “meno 1” Corrado De Stefani (71 AC), insieme all’inglese Rory Kirwan, all’olandese Robin Kind, allo sloveno Tim Gornik e al transalpino Thomas Ripert, al decimo con il par Enrico Di Nitto (am) e Carlo Guaraldi (72 AC), Marco Bernardini e Federico Colombo (71 EC). Subito dietro, 21.i con “+1”, Andrea Maestroni e Lorenzo Scotto (72 EC), quindi Lorenzo Magini, 33° con “+2” (73 EC) Alla gara prendono parte 144 concorrenti tra i quali 31 giocatori italiani.  Si gioca sulla distanza di 54 buche.  Dopo 36 il taglio promuoverà al turno conclusivo i primi 65 classificati, che avranno tutti la ‘carta’ per l’Alps Tour 2015 con categorie differenti secondo la posizione.   Prologo – Sui percorsi Asia Course ed Europa Course del La Cala Resort, a Mijas nella Costa del Sol spagnola, inizia la finale della Qualifying School dell’Alps Tour (15-17 dicembre) con la partecipazione di 144 concorrenti, tra i quali 31 giocatori italiani. Si gioca sulla distanza di 54 buche.  Dopo 36 il taglio lascerà in gara i primi 65 classificati, che avranno tutti la ‘carta’ per l’Alps Tour 2015 con categorie differenti secondo la posizione. Tra gli azzurri 14 hanno superato lo Stage 1, svoltosi sempre al La Cala Resort, con particolari note di merito per Tommaso Orzalesi e Carlo Guaraldi, che hanno vinto le loro gare, e con il dilettante Agustin Bardas, giunto secondo nella terza in cui si è imposto l’inglese Harry Casey. Tra gli ammessi di diritto alla finale ricordiamo Marco Bernardini, Andrea Perrino, Alberto Campanile, Federico Colombo, Andrea Maestroni e Andrea Zani. Complessivamente hi concorrenti impegnati nell’intera Qualifying School sono 260 (61 italiani) provenienti da 21 nazioni.   I risultati