fbpx

Fatta la squadra di Ryder Cup: a Gleneagles senza F. Molinari Decise anche le wild card USA

  02 Settembre 2014 News
Condividi su:

L’irlandese Paul McGinley, capitano della squadra europea di Ryder Cup che affronterà la selezione degli Stati Uniti sul percorso scozzese del PGA Centenary Course a Gleneagles (26-28 settembre), ha assegnato le tre wild card a sua disposizione agli inglesi Ian Poulter e Lee Westwood e allo scozzese Stephen Gallacher. McGinley ha dato l’annuncio nel corso di una conferenza stampa tenuta al Wentworth Club, sede dell’European Tour a Virginia Water in Inghilterra. Dalla rosa di cinque giocatori che domenica scorsa, dopo il 71° Open d’Italia presented by Damiani, aveva detto di avere sotto osservazione, dopo consulto con i vice capitani, lo scozzese Sam Torrance e l’irlandese Des Smyth, sono rimasti fuori l’inglese Luke Donald e Francesco Molinari. In sostanza l’azzurro era in competizione con Gallacher, che avendo effettuato una grande prova a Torino, ha avuto partita vinta. Del resto terminando 18° Molinari ha aiutato ancora più il capitano a sciogliere il nodo. Tra gli inglesi probabilmente non è mai stato in dubbio il posto di Poulter, mentre se la sono giocata sul filo di lana Westwood, che forse era in leggero vantaggio, e Donald, che avrebbe potuto sorpassarlo nelle considerazioni tecniche con una tonica prestazione al Deutsche Bank, dove invece ha completamente deluso (57°) uscendo anche dalla FedEx Cup. “Non è stato facile – ha detto McGinley – telefonare a Donald per annunciargli l’esclusione, ma ha ascoltato le mie ragioni e ha poi chiuso la comunicazione con un Forza Europa”. Quindi ha aggiunto: “Mi sono trovato in una posizione privilegiata, perché ho potuto scegliere fra tanti giocatori di grande qualità. Per quanto riguarda Gallacher, durante l’Open d’Italia ho avuto modo di constatare che è in grado di esprimersi su alti livelli anche sotto pressione e questo mi ha convinto a chiamarlo". Il trio con wild card completa il team che per gli altri nove dodicesimi sarà composto dai giocatori che hanno acquisito il posto di diritto. La speciale classifica “European points list” ha espresso i nomi del nordirlandese Rory McIlroy, dello svedese Henrik Stenson, del francese Victor Dubuisson e del gallese Jamie Donaldson e da quella “World Points List” hanno avuto il pass per la Scozia lo spagnolo Sergio Garcia, l’inglese Justin Rose, il tedesco Martin Kaymer, il danese Thomas Bjorn e il nordirlandese Graeme McDowell. Sono entrati di diritto nella squadra americana Bubba Watson, Rickie Fowler, Jim Furyk, Jimmy Walker, Phil Mickelson, Matt Kuchar, Jordan Spieth, Patrick Reed e Zach Johnson. Il capitano Tom Watson annuncerà in queste ore le sue scelte per le tre wild card dopo aver fatto le sue verifiche finali nel Deutsche Bank Championship.   COMPLETATA LA SQUADRA AMERICANA PER LA RYDER CUP – Tom Watson, capitano della formazione statunitense, ha fatto le sue scelte dopo il Dutsche Bank Campionship e affidato le tre wild card a sua disposizione a Keegan Bradley, Hunter Mahan e a Webb Simpson. Il trio si aggiunge ai nove giocatori che hanno acquisito il posto di diritto nel team attraverso l’apposita classifica: Bubba Watson, Rickie Fowler, Jim Furyk, Jimmy Walker, Phil Mickelson, Matt Kuchar, Jordan Spieth, Patrick Reed e Zach Johnson. La sfida con la selezione europea, capitanata all’irlandese Paul McGinley, è fissata sul percorso scozzese di Gleneagles del 26 al 28 settembre.   Nella foto: Des Smyth, Paul McGinley, Sam Torrance