fbpx

Eurotour: nel M2M Russian Open vince Lee Slattery, Pavan 22°

  06 Settembre 2015 News
Condividi su:

Lee Slattery (nella foto di Getty Images), 37enne inglese di Southport, ha colto il secondo titolo nell’European Tour, a distanza di quattro anni dal primo, imponendosi con 269 colpi (66 67 67 69, -15) nel M2M Russian Open sul percorso dello Skolkovo Golf Club (par 71) a Mosca, in Russia. Ha condotto una buona gara Andrea Pavan, 22° con 277 (70 69 68 70, -7).   Slattery ha superato in un acceso duello finale l’argentino Estanislao Goya (270, -14), mentre il terzo posto è stato appannaggio con 271 (-13) dell’inglese David Horsey, campione uscente, che in realtà non è mai stato veramente in corsa per il titolo. Al quarto con 272 (-12) il nordirlandese Michael Hoey, lo spagnolo Pablo Martin, lo svedese Oskar Henningsson e l’inglese James Heath e all’ottavo con 273 (-11) il sudafricano Jake Roos, l’inglese Ben Evans e lo scozzese Craig Lee.   Slattery, leader con due colpi di vantaggio su Goya e su Lee dopo tre turni, ha iniziato male con un birdie e due bogey ed è stato sorpassato dopo sei buche da Goya, rinvenuto con due birdie. L’argentino ha tenuto alto il ritmo e con il quarto birdie di giornata alla 12ª ha portato a due i colpi di margine. A quel punto, però, è andato in black out  e con due bogey ha favorito l’avversario che, aiutandosi con un birdie alla 14ª, si è portato un colpo avanti e poi ha respinto con un altro birdie il tentativo di recupero in extremis operato dall’argentino con la stessa moneta. In totale 69 (-2) colpi con quattro birdie e due bogey per Slattery, gratificato con 166.660 euro su un montepremi di un milione di euro, e 68 (-3) per Goya con cinque birdie e due bogey.   Pavan, 13° al via, è partito con un bogey, ha recuperato con due birdie, ma non è riuscito a dare l’accelerazione necessaria per recuperare sulle buche finali (70, -1 di giornata). Non hanno superato il taglio, caduto a 142 (par), Alessandro Tadini, 72° con 143 (71 72, +1), ed Edoardo Molinari, 82° con 144 (73 71, +2).   TERZO GIRO – E’ salito ancora Andrea Pavan, da 33° a 13° con 207 colpi (70 69 68, -6), nel terzo giro del M2M Russian Open (European Tour), che termina sul percorso dello Skolkovo Golf Club (par 71) a Mosca, in Russia. E’ passato a condurre con 200 colpi (66 67 67, -13) Lee Slattery, 37enne inglese di Southport, che ha l’occasione per cogliere il secondo titolo nel circuito, a distanza di quattro anni dal primo, ma dovrà gestire al meglio i due colpi di margine che ha nei riguardi dello scozzese Craig Lee e dell’argentino Estanislao Goya (202, -11).   In corsa per il successo anche l’inglese David Horsey, campione uscente, quarto con 203 (-10), lo svedese Oskar Henningsson e il gallese Bradley Dredge, leader dopo due turni, quinti con 204 (-9). Qualche chances per lo spagnolo Pablo Martin, settimo con 205 (-8), e probabilmente nessuna per il quintetto all’ottavo posto con 206 (-7) composto dal sudafricano Danie Van Tonder, dagli inglesi Ben Evans e Matthew Southgate, dallo scozzese David Drysdale e dall’australiano Jason Scrivener.   Slattery ha preso la leadership con sei birdie e due bogey per un 67 (-4) e Pavan è stato impeccabile con tre birdie e quindici buche in par per il 68 (-3). Sono usciti al taglio, caduto a 142 (par), Alessandro Tadini, 72° con 143 (71 72, +1), ed Edoardo Molinari, 82° con 144 (73 71, +2). Il montepremi è di un milione di euro dei quali 166.660 saranno appannaggio del vincitore.   SECONDO GIRO – Andrea PavanAndrea Pavan, 33° con 139 colpi (70 69, -3), ha recuperato quindici posizioni ed è rimasto in gara nel M2M Russian Open (European Tour), che si sta disputando sul percorso dello Skolkovo Golf Club (par 71) a Mosca, in Russia. Sono usciti al taglio, caduto a 142 (par), Alessandro Tadini, 72° con 143 (71 72, +1), ed Edoardo Molinari, 82° con 144 (73 71, +2).   Nuovo leader con 132 (66 66, -10) colpi è il gallese Bradley Dredge, 42enne di Tredegar con due titoli nel circuito, l’ultimo datato 2006, e con una World Cup nel palmares (2005 con Stephen Dodd). Precede l’inglese Lee Slattery (133, -9) e l’australiano Daniel Gaunt (134, -8). Al quarto posto con 135 (-7) lo spagnolo Pablo Martin, l’inglese Ben Evans e l’argentino Estanislao Goya, al settimo con 136 (-6) l’australiano Jason Scrivener, l’inglese James Heath e gli scozzesi Craig Lee e Scott Jamieson, quest’ultimo in vetta insieme a Gaunt dopo un giro. Tra i sedici concorrenti all’11° con 137 (-5) l’inglese David Horsey, campione uscente, l’argentino Daniel Vancsik, vincitore di un Open d’Italia (2009), il nordirlandese Michael Hoey e i sudafricani Keith Horne e Jacques Blaauw.   Nessun bogey per Dredge, che ha segnato cinque birdie per il secondo 66 (-5) di fila. Per Pavan 69 (-2) colpi con cinque birdie, un bogey e un doppio bogey; per Tadini 72 (+1) con due birdie e tre bogey e per Molinari 71 (par) con un eagle, tre birdie e cinque bogey. Il montepremi è di un milione di euro dei quali 166.660 saranno appannaggio del vincitore.   PRIMO GIRO – Andrea Pavan, 48° con 70 (-1) colpi, Alessandro Tadini, 58° con 71 (par), sono a metà classifica, ed Edoardo Molinari, 83° con 73 (+2), è poco oltre dopo in giro iniziale del M2M Russian Open (European Tour), che si sta disputando sul percorso dello Skolkovo Golf Club (par 71) a Mosca, in Russia.   Hanno preso il comando con 65 (-6) lo scozzese Scott Jamieson e l’australiano Daniel Gaunt, seguiti a un colpo dall’inglese Lee Slattery e dal gallese Bradley Dredge (66, -5). In quinta posizione con 67 (-4) un gruppo di otto concorrenti composto dai thailandesi Panuphol Pittayarat e Thitiphun Chuayprakong, dal sudafricano Keith Horne, dallo scozzese Craig Lee e dagli inglesi David Horsey, Tom Murray, Ben Evans e Sam Hutsby, in 13ª con 68 (-3) il thailandese Prom Meesawat e l’indiano Jyoti Randhawa e in 29ª l’altro thailandese Thaworn Wiratchant.   Scott Jamieson, 32enne di Glasgow senza titoli in carriera, ha realizzato sei birdie. Un po’ più articolato il cammino di Daniel Gaunt, 37enne di Melbourne con due successi nel Challenge Tour e che per un breve periodo ha giocato sotto bandiera inglese, il quale si è espresso con un eagle, sei birdie e un doppio bogey. Andrea Pavan ha messo insieme quattro birdie, un bogey e un doppio bogey. Alessandro Tadini ha rimediato a due bogey in uscita (è partito dalla buca 10), con due birdie nel rientro ed Edoardo Molinari ha perso due colpi con due birdie, due bogey e un doppio bogey. Il montepremi è di un milione di euro dei quali 166.660 saranno appannaggio del vincitore.   PROLOGO – Edoardo Molinari, Alessandro Tadini e Andrea Pavan saranno di scena sul percorso del Skolkovo Golf Club a Mosca, in Russia, per partecipare al M2M Russian Open (European Tour) in programma dal 3 al 6 settembre. Difende il titolo l’inglese David Horsey in un contesto di buoni giocatori, sebbene siano assenti tutti i big. A   l via, tra gli altri, il danese Soren Hansen, lo scozzese Scott Jamieson, il nordirlandese Michael Hoey, il gallese Bradley Dredge e l’argentino Ricardo Gonzalez. Ci saranno alcuni protagonisti dell’Asian Tour come  Mardan Mamat di Singapore,  i thailandesi Prom Meesawat e Thaworn Wiratchant e gli indiani S.S.P. Chowrasia, Rahil Gangjee e Jyoti Randhawa e altri provenienti dal Sunhine Tour quali Tjaart Van der Walt, Andrew Culewis, Jacques Blaauw e il brasiliano Adilson Da Silva.   Sta dando segni di ripresa Edoardo Molinari, a premio nelle ultime quattro uscite, mentre Tadini e Pavan sono a una delle ultime occasioni che avranno per salvare la ‘carta’. Il montepremi è di un milione di euro dei quali 166.660 saranno appannaggio del vincitore.   I risultati