fbpx

Eurotour: Dawie Van der Walt a sorpresa, 48° Matteo Delpodio

  02 Marzo 2013 News
Condividi su:

Matteo Delpodio (nella foto) si è classificato al 48° posto con 280 colpi (71 68 70 71, -8) nello Tshwane Open, torneo dell’European Tour organizzato in collaborazione con il Sunshine Tour e disputato sul percorso del Copperleaf Golf & Country Estate (par 72), a Centurion in Sudafrica. Ha ottenuto a sorpresa il primo titolo nel circuito e in carriera con 267 colpi (68 65 67 67, -21) il 30enne sudafricano Dawie Van der Walt, che nel giro finale ha avuto ragione dei connazionali Darren Fichardt (269, -19) e Louis De Jager (270, -18). Al quarto posto con 271 (-17) lo statunitense Peter Uihlein, vincitore da dilettante dell’US Amateur (2010) e giocatore in sicura crescita, al quinto con 272 (-16) l’inglese Danny Willett, lo svedese Bjorn Akesson e il sudafricano Charl Coetzee, in vetta dopo tre giri insieme al vincitore, a Fichardt e al cileno Mark Tullo, terminato 27° con 277 (-11) e crollato con un 77 (+5). Fichardt, che era il favorito e veniva da un successo nell’Africa Open, è partito molto forte con tre birdie in quattro buche poi si è fermato e ha proseguito in par fino al termine per un parziale di 69 (-3) insufficiente per contrare Van der Walt che è andato in vantaggio con un eagle e due birdie nella prima metà del tracciato e poi si è messo al sicuro con altri due birdie, anche a dispetto di un bogey (67, -5). Per lui, che ha svolto fino ad ora attività nel Sunshine Tour e nel Web.com Tour, il secondo circuito statunitense, un assegno di 237.750 euro su un montepremi di 1.500.000 euro. Delpodio, che ha effettuato quattro turni sotto par, ha finito con un 71 (-1) nato da quattro birdie e tre bogey. E’ uscito dopo 36 buche Edoardo Molinari, 78° con 143 (72 71) e out per un colpo, al quarto taglio consecutivo in stagione. Terzo giro – Matteo Delpodio, 39° con 209 colpi (71 68 70, -7), naviga a metà classifica nello Tshwane Open, torneo dell’European Tour organizzato in collaborazione con il Sunshine Tour che si conclude sul percorso del Copperleaf Golf & Country Estate (par 72), a Centurion in Sudafrica. Si preannuncia un finale molto combattuto poiché al comando vi è un quartetto con 200 (-16) colpi formato dal cileno Mark Tullo (67 66 67) e dai sudafricani Charl Coetzee (67 65 68), Dawie Van der Walt (68 65 67) e Darren Fichardt (65 71 64), in quale proverà a bissare il successo ottenuto nell’Africa Open a metà febbraio. Non sarà però lotta circoscritta perché hanno concrete ambizioni anche l’altro sudafricano Louis De Jager, quinto con 201 (-15), lo statunitense Peter Uihlein, sesto con 202 (-14), l’inglese David Howell, settimo con 203 (-13), e ancora un sudafricano, Graham Van der Merwe, ottavo con 204 (-12). Difficile che possano entrare in corsa altri concorrenti pure se in nona posizione con 205 (-11) vi sono due buoni giocatori quali gli inglesi Graeme Storm e Richard Finch. Delpodio ha girato in 70 colpi (-2) con quattro birdie e due bogey. E’ uscito dopo 36 buche Edoardo Molinari, 78° con 143 (72 71) e out per un colpo, al quarto taglio consecutivo in stagione. Il montepremi è di 1.500.000 euro dei quali 237.750 euro andranno al vincitore. 

 

 

Secondo giro – Il gioco è stato sospeso per maltempo nel secondo giro dello Tshwane Open, torneo dell’European Tour organizzato in collaborazione con il Sunshine Tour in svolgimento sul percorso del Copperleaf Golf & Country Estate (par 72), a Centurion in Sudafrica, ma sono stati già espressi i verdetti per i due italiani presenti. Matteo Delpodio, con un bel 68 (-4), è salito dal 58° al 25° posto nella classifica parziale con 139 (71 68, -5) colpi e proseguirà la gara, mentre uscirà Edoardo Molinari, 77° con 143 (72 71, -1) al quarto taglio consecutivo.

E’ al comando con 132 colpi (67 65, -12) il sudafricano Charl Coetzee, 26enne frequentatore del circuito di casa dove non ha ancora ottenuto titoli, seguito con 133 dal cileno Mark Tullo e dall’altro sudafricano Dawie Van der Walt, che ha lo stesso “meno 11” con quattro buche da giocare e ha pertanto l’opportunità di affiancare o sorpassare il leader. Al quarto posto con 134 (-10) lo statunitense Peter Uihlein, al quinto con “meno 9” alla buca 17 il francese Romain Wattel. Il sudafricano Garth Mulroy ha il medesimo score di Delpodio, mentre lo spagnolo Pablo Larrazabal, che affianca Molinari, e l’indiano Jeev Milkha Singh, 92° con “+5” alla 15 sono out anche loro. Coetzee ha segnato 65 (-7) colpi con sette birdie e nessun bogey; Delpodio ha realizzato cinque birdie contro un bogey; Molinari ha assemblato un 71 (-1) con tre birdie e due bogey. Il montepremi è di 1.500.000 euro dei quali 237.750 euro andranno al vincitore. Primo giro – Inizio a metà classifica per Matteo Delpodio, 58° con 71 (-1) colpi,  e poco oltre per Edoardo Molinari, 80° con 72 (par), nello Tshwane Open, torneo dell’European Tour organizzato in collaborazione con il Sunshine Tour in svolgimento sul percorso del Copperleaf Golf & Country Estate (par72), a Centurion in Sudafrica. Ha confermato la sua buona condizione di forma il sudafricano Darren Fichardt, vincitore due settimane addietro dell’Africa Open, che si è portato al comando con 65 (-7) colpi, uno in meno dello svedese Bjorn Akesson (66, -6). In terza posizione con 67 (-5) gli inglesi David Howell e Gary Lockerbie, i sudafricani Charl Coetzee e Jean Hugo, il cileno Mark Tullo e l’indiano Jeev Milkha Singh e fanno parte del folto gruppo in nona con 68 (-4) lo statunitense Peter Uihlein, gli inglesi Danny Willett e David Horsey e i sudafricani Jaco Ahlers e Dawie Van der Walt. Sono in 25ª con 69 (-3) il nordirlandese Darren Clarke e il sudafricano Garth Mulroy, hanno lo stesso score di Molinari lo spagnolo Pablo Larrazabal e il neozelandese Michael Campbell, mentre deve dimenticare in fretta un giro da incubo l’inglese Simon Dyson, 148° con 77 (+5). Fichardt ha realizzato otto birdie contro un bogey, Akesson un eagle, sei birdie e due bogey. Delpodio, partito dalla 10, è sceso di tre colpi sotto par nelle prime dodici buche con quattro birdie e un bogey, poi alla 13ª (la quarta del tracciato) è tornato un par con un triplo bogey e ha chiuso con la sequenza bogey-birdie. Molinari ha trovato subito un bogey alla buca uno, ha recuperato con un birdie alla otto, poi ha sbagliato ancora alla 10 ed ha concluso in par con un birdie alla 16. Il montepremi è di 1.500.000 euro dei quali 237.750 euro andranno al vincitore. Prologo – Sesta e ultima tappa in Sudafrica dell’European Tour dove è in programma lo Tshwane Open (28 febbraio-3 marzo) organizzato in collaborazione con il Sunshine Tour. Sul percorso del Copperleaf Golf & Country Estate, a Centurion, saranno due gli italiani in campo, Edoardo Molinari e Matteo Delpodio  in cerca di prestazioni convincenti dopo un avvio di stagione in sordina. In particolare il primo è reduce da tre tagli in altrettante apparizioni, mentre Delpodio ne ha superati due in quattro gare, ma con poco profitto per la money list. Nel field il nordirlandese Darren Clarke, il danese Soren Kjeldsen, l’indiano Jeev Milkha Singh, gli inglesi Simon Dyson, Tom Lewis e Robert Rock, lo spagnolo Pablo Larrazabal, lo statunitense Peter Uihlein e i sudafricani Darren Fichardt, James Kingston, Jaco Van Zyl ed Hennie Otto, che costituiscono il gruppo più numeroso. Assenti praticamente tutti i big, sarà interessante seguire alcuni elementi provenienti dal Challenge Tour e dalla Qualifying School (tra i quali c’è anche Delpodio), come lo scozzese Chris Doak, il norvegese Espen Kofstad, gli inglesi Chris Paisley, Eddie Pepperell e John Parry, l’australiano Daniel Gaunt e l’argentino Estanislao Goya. Il montepremi è di 1.500.000 euro dei quali 237.750 euro andranno al vincitore.   I risultati