fbpx

Eurotour: David Lipsky batte Graeme Storm nel playoff E. Molinari 13° in Svizzera

  07 Settembre 2014 News
Condividi su:

Edoardo Molinari (nella foto) ha offerto un’altra buona prova classificandosi 13° con 269 colpi (62 70 68 69, -11) nell’Omega European Masters, torneo dell’European Tour disputato sul percorso del Crans-sur-Sierre GC (par 70), a Crans Montana in Svizzera, dove Marco Crespi è terminato 29° con 272 (69 69 62 72, -8) e Matteo Manassero 47° con 275 (68 71 66 70, -5). Ha vinto con 262 (-18) colpi lo statunitense David Lipsky (67 64 66 65, -18), che ha superato con un par alla prima buca di spareggio l’inglese Graeme Storm (64 66 64 68). Sono restati fuori dal play off per un colpo l’americano Brooks Koepka e l’inglese Tyrrell Hatton, terzi con 263 (-17), ed è salito dal 13° al quinto posto con 264 (-16), dove è stato affiancato dal connazionale Tommy Fleetwood, l’inglese Danny Willett, autore di un 63 (-7), miglior score del turno. Al settimo con 265 (-15) il gallese Jamie Donaldson, all’ottavo con 266 (-14) lo scozzese Richie Ramsay, in vetta nei primi due giri, e al nono con 267 (-13) il francese Romain Wattel, l’inglese Lee Slattery e il nordirlandese Gareth Maybin. Hanno concluso con lo stesso punteggio di Molinari anche l’austriaco Bernd Wiesberger e il belga Nicolas Colsaerts e sono stati piuttosto deludenti il danese Thomas Bjorn, campione uscente, 40° con 274 (-6), il sudafricano Hennie Otto, reduce dal successo nel 71° Open d’Italia presented by Damiani, 61° con 278 (-2), e l’irlandese Padraig Harrington, 73° con 281 (+1). C’è stata bagarre per il titolo con Storm che ha condotto la danza fino praticamente all’ultima buca. Quando era sul tee della 18 è stato raggiunto da Lipsky, che ha finito il suo giro con un birdie (65, -5 con un eagle, sei birdie e tre bogey). Sotto pressione il 36enne di Hartlepool ha sbagliato il primo putt e ha recuperato il playoff con il secondo da un paio di metri (68, -2 con quattro birdie e due bogey), ma alla prima buca di spareggio ha sbagliato il drive e non ha potuto evitare il bogey. Lipsky, malgrado il tee-shot in bunker e un’uscita nel rough fuori green, ha piazzato con il terzo colpo la palla a un metro dall’asta e non ha fallito il par. Nato a Los Angeles 26 anni addietro, Lipsky nel 2012 ha vinto la Qualifying School dell’Asian Tour e un torneo (Cambodian Classic), poi nel 2013 ha preso parte con poca fortuna al Web.Com Tour, il secondo circuito americano. Ha intascato 383.330 euro su un montepremi è di 2.300.000 euro, ma non è andata male neanche a Storm, perché alla seconda moneta di 255.550 euro, che gli ha garantito la ‘carta’ per il 2015, ha aggiunto un’auto BMW del valore di circa 125.000 euro avuta in premio per la “hole in one” alla buca 11 nel terzo giro. Edoardo  Molinari, dopo aver iniziato la gara al comando insieme a Ramsay, grazie a un 62 (-8), è sceso all’ottavo posto nel secondo turno,  è rimasto tra i top ten nel terzo (9°) e ha perso quattro posizioni nel quarto. Nel parziale di 69 (-1) un birdie sulle prime nove buche, quindi due bogey di fila (10 e 11) e due birdie. Crespi, che ha interrotto la spirale dei tagli (cinque consecutivi e otto negli ultimi nove tornei), ha avuto un guizzo nel terzo giro con un 62, ma nel quarto non è riuscito a mantenere la nona posizione. Per lui 72 (+2) colpi con due birdie e quattro bogey. Manassero, per 36 buche in retrovia, con un 66 (-4) si è portato poco oltre metà classifica dove è rimasto con un 70 (par, con tre birdie e tre bogey). Non hanno superato il  taglio Andrea Pavan, 112° con 145 (68 77, +5), e i due dilettanti Filippo Campigli, 136° con 147 (68 79, +7), e Federico Zucchetti, 143° con 150 (76 74, +10).   Terzo giro – Marco Crespi con una gran volata in 62 (-8) colpi, miglior score di giornata ottenuto anche dall’irlandese Peter Lawrie, è balzato dal 49° al nono posto con 200 (69 69 62, -10) dove ha agganciato Edoardo Molinari (200 – 62 70 68), frenato da una disavventura nelle ultime buche. Nell’Omega European Masters, torneo dell’European Tour che sta avendo luogo sul percorso del Crans-sur-Sierre GC (par 70), a Crans Montana in Svizzera, è risalito anche Matteo Manassero, da 64° a 40° con 205 (68 71 66, -5), pur se alle prese con un finale difficile. Alla ribalta l’inglese Graeme Storm (194 – 64 66 64, -16), nuovo leader grazie a un 64 (-6) e a una spettacolare “hole in one” alla buca 11 dove è andato a segno direttamente dal tee. Una prodezza che è stata gratificata con un’auto BMW del valore di circa 125.000 euro. Il 36enne di Hartlepool, con un titolo nel circuito datato 2007 (Open de France), precede il connazionale Tommy Fleetwood (195, -15) e gli statunitensi Brooks Koepka (196, -14) e David Lipsky (197, -13). Seguono con buone chances di poter competere per il titolo l’inglese Tyrrell Hatton, il gallese Jamie Donaldson e lo scozzese Richie Ramsay, in vetta per due turni, quinti con 198 (-12), e i numeri non le negano neanche all’irlandese Shane Lowry, ottavo con 199 (-11), e al gruppetto di Molinari e Crespi in cui vi sono anche il francese Victor Dubuisson e il nordirlandese Gareth Maybin. Senza guizzi le prestazione dell’austriaco Bernd Wiesberger, 22° con 203 (-7), del belga Nicolas Colsaerts, 28° con 204 (-6), del sudafricano Hennie Otto, reduce dal successo nel 71° Open d’Italia presented by Damiani, che ha lo stesso score di Manassero. Piuttosto deludenti il danese Thomas Bjorn, campione uscente, 52° con 206 (-4), e l’irlandese Padraig Harrington, 71° con 209 (-1). Storm ha aggiunto all’ace sette birdie e tre bogey. Crespi ha fatto percorso netto con otto birdie e Molinari è andato a forte andatura fino alla buca 14, con sei birdie e un bogey, poi l’improvviso black out con un “8” alla buca 15 (par 5) e un bogey alla successiva e la buona reazione alla disavventura con un birdie alla 17ª per il 68 (-2). Anche Manassero ha tenuto un bel ritmo per 16 buche con sette birdie e un bogey, ma ha chiuso con due inattesi bogey per il 66 (-6) che gli hanno fatto perdere 18 posizioni. Fuori al taglio Andrea Pavan, 112° con 145 (68 77, +5), e i due dilettanti Filippo Campigli, 136° con 147 (68 79, +7), e Federico Zucchetti, 143° con 150 (76 74, +10). Il montepremi è di 2.300.000 euro con prima moneta di 383.330 euro. Il torneo su Sky – La giornata finale dell’Omega European Masters sarà teletrasmessa in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky con collegamento domani, domenica 7 settembre, dalle ore 12 alle ore 17 (Sky Sport 2 e 2 HD). Commento di Silvio Grappasonni e di Nicola Pomponi. Secondo giro – Edoardo Molinari, ottavo con 132 (62 70, -8), ha perso la leadership, ma è rimasto in alta classifica nell’Omega European Masters, torneo dell’European Tour che sta avendo luogo sul percorso del Crans-sur-Sierre GC (par 70), a Crans Montana in Svizzera. Hanno superato il taglio Marco Crespi, 49° con 138 (69 69, -2), e Matteo Manassero, 64° con 139 (68 71, -1). Sono fuori Andrea Pavan, 112° con 145 (68 77, +5) dopo un 77 (+7), e i due dilettanti Filippo Campigli, 136° con 147 (68 79, +7) e Federico Zucchetti, 143° con 150 (76 74, +10). Lo scozzese Richie Ramsay, in vetta con Molinari dopo un turno, ha girato in 66 (-4) colpi e con 128 (62 66, -12) ha mantenuto la leadership, tallonato dal gallese Jamie Donaldson (129, -11). Al terzo posto con 130 (-10) lo statunitense Brooks Koepka e l’inglese Graeme Storm, al quinto con 131 (-9) l’americano David Lipsky, l’irlandese Shane Lowry e il nordirlandese Gareth Maybin e all’ottavo, insieme al torinese, gli inglesi Seve Benson e Tommy Fleetwood, lo scozzese Marc Warren e il francese Victor Dubuisson.  In media graduatoria il belga Ncolas Colsaerts, 24° con 135 (-5), l’austriaco Bernd Wiesberger, 29° con 136 (-4), l’irlandese Padraig Harrington e il sudafricano Hennie Otto, vincitore del 71° Open d’Italia presented by Damiani, 38.i con 137 (-3). Il danese Thomas Bjorn, campione uscente, ha lo stesso score di Crespi, mentre sono usciti di scena lo spagnolo Miguel Angel Jimenez, 83° con 140 (par), e lo svedese Robert Karlsson, 111° con 143 (+3). Ramsay ha messo insieme cinque birdie e l’unico bogey in 36 buche e Molinari è stato costretto sempre ad inseguire il par. Due bogey in partenza e due birdie prima del giro di boa, poi ancora due bogey nel ritorno (le prime buche del campo essendo partito dalla 10) e due birdie in extremis per il 70 del par. Crespi ha interrotto la spirale dei tagli (cinque consecutivi e otto negli ultimi nove tornei) ripetendo il parziale di 69 (-1, con quattro birdie e tre bogey), già ottenuto nel primo giro. Per Manassero 71 (+1) colpi con quattro birdie e cinque bogey. Il montepremi è di 2.300.000 euro con prima moneta di 383.330 euro. Il torneo su Sky – L’Omega European Masters viene teletrasmesso in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky con i seguenti orari: sabato 6 settembre, dalle ore 13 alle ore 17 (Sky Sport 3 e 3 HD); domenica 7, dalle ore 12 alle ore 17 (Sky Sport 2 e 2 HD). Commento di Silvio Grappasonni e di Nicola Pomponi. Primo giro – Grande avvio di Edoardo Molinari, leader con 62 (-8) colpi, alla pari con lo scozzese Richie Ramsay, nell’Omega European Masters, torneo dell’European Tour iniziato sul percorso del Crans-sur-Sierre GC (par 70), a Crans Montana in Svizzera. E’ stata una giornata abbastanza favorevole anche per gli altri giocatori italiani che sono quasi tutti nella parte buona della graduatoria. Infatti sono al 36° posto con 68 (-2) Matteo Manassero, Andrea Pavan e il brillante dilettante Filippo Campigli, arrivato nel field con una bella prova in qualifica, e ha un colpo in più Marco Crespi, 54° con 69 (-1). Unico in difficoltà è l’altro amateur Federico Zucchetti, 148° con 76 (+6). In una classifica tutto sommato abbastanza corta sono al terzo posto con 64 (-6) il nordirlandese Gareth Maybin e gli inglesi Tommy Fleetwood e Graeme Storm e al sesto con 65 (-5) il gallese Jamie Donaldson, i francesi Raphael Jacquelin e Victor Dubuisson, gli inglesi Seve Benson e David Lynn, il nordirlandese Michael Hoey e lo statunitense Brooks Koepka. Al 13° con 66 (-4) il danese Thomas Bjorn, campione uscente, l’irlandese Padraig Harrington e l’austriaco Bernd Wiesberger, al 36° con i tre azzurri anche il belga Nicolas Colsaerts e il sudafricano Hennie Otto, vincitore del 71° Open d’Italia presented by Damiani, al 54° insieme a Crespi si trova l’iberico Alvaro Quiros e sono al 73° con 70 (par) lo svedese Robert Karlsson e lo spagnolo Miguel Angel Jimenez. Molinari ha infilato otto birdie, cinque nella prima parte del campo e gli altri nella seconda; Ramsay ha segnato un eagle e sei birdie, Manassero ha realizzato quattro birdie e due bogey, Pavan e Campigli hanno fatto cammino parallelo con cinque birdie un bogey e un doppio bogey, Crespi ha girato con quattro birdie e tre bogey e Zucchetti con due birdie e otto bogey. Il montepremi è di 2.300.000 euro con prima moneta di 383.330 euro. Il torneo su Sky – L’Omega European Masters viene teletramesso in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky con i seguenti orari: venerdì 5 settembre, dalle ore 11,30 alle ore 13,30 e dalle ore 15,30 alle ore 18,30 (Sky Sport 2 e 2 HD); sabato 6, dalle ore 13 alle ore 17 (Sky Sport 3 e 3 HD); domenica 7, dalle ore 12 alle ore 17 (Sky Sport 2 e 2 HD). Commento di Silvio Grappasonni e di Nicola Pomponi.   Prologo – Matteo Manassero, Edoardo Molinari, Marco Crespi, Andrea Pavan e i due dilettanti Filippo Campigli e Federico Zucchetti saranno di scesa nell’Omega European Masters (4-7 settembre), torneo dell’European Tour in programma sul percorso del Crans-sur-Sierre GC, a Crans Montana in Svizzera. Come tradizione di questo evento il field è di livello, con la presenza, oltre che di Manassero e Molinari, anche del nordirlandese Darren Clarke, dell’irlandese Padraig Harrington, dello svedese Robert Karlsson, del danese Thomas Bjorn, che difende il titolo, dello scozzese Marc Warren, degli spagnoli Alvaro Quiros, Miguel Angel Jimenez e Pablo Larrazabal, del francese Victor Dubuisson, del belga Nicolas Colsaerts, dell’austriaco Bernd Wiesberger, del sudafricano Hennie Otto, vincitore del 71° Open d’Italia presented by Damiani, e l’inglese David Howell, giunto secondo. Manassero e Molinari hanno lo stesso obiettivo, ossia di aumentare i ritmi per garantirsi un buon finale di stagione, mentre Pavan deve risalire nella money list (140°) per evitare di perdere la ‘carta’ e Crespi deve uscire dalla spirale dei tagli in cui è finito. Per Campigli e Zucchetti sarà invece un’utile esperienza nel mondo pro. Il montepremi è di 2.300.000 euro con prima moneta di 383.330 euro. Il torneo su Sky – L’Omega European Masters sarà teletramesso in diretta e in esclusiva dalla TV satellitare Sky con i seguenti orari: giovedì 4 settembre e venerdì 5, dalle ore 11,30 alle ore 13,30 e dalle ore 15,30 alle ore 18,30 (Sky Sport 2 e 2 HD); sabato 6, dalle ore 13 alle ore 17 (Sky Sport 3 e 3 HD); domenica 7, dalle ore 12 alle ore 17 (Sky Sport 2 e 2 HD). Commento di Silvio Grappasonni e di Nicola Pomponi.