fbpx

Epson: titolo a Jaravee Boonchant, 34ª Liti

  10 Ottobre 2022 News
Condividi su:

La thailandese Jaravee Boonchant ha vinto con 265 (67 64 68 66, -23) colpi l’Epson Tour Championship, torneo che sul percorso del LPGA International (Jones Course, par 72), a Daytona Beach in Florida, ha concluso la stagione dell’Epson Tour e al termine del quale sono state assegnate alle prime dieci classificate nell’Ascensus Race for the Card (ordine di merito) le ‘carte’ per il LPGA Tour 2023. In campo anche Roberta Liti, 34ª con 277 (68 72 67 70, -11), che non era in contesa per salire di circuito, ma che con il 59° posto nel ranking potrà continuare a giocare sull’Epson Tour.

Jaravee Boonchant, 23enne di Bangkok, professionista da questa stagione e al primo anno sul tour dove è approdata attraverso la Qualifying School nel 2021, ha siglato il primo titolo con una autentica prodezza, perché nei quattro round, tutti con score tra il 64 (-8) e il 68 (-4) non ha segnato bogey. Ha avuto partita vinta con un eagle e 21 birdie, dei quali sei nell’ultimo giro per il 66 (-6) che le ha permesso di lasciare a un colpo Riley Rennell (266, -22). La thailandese, che ha ricevuto un assegno di 37.500 dollari su un montepremi di 250.000 dollari, non è riuscita a entrare tra le top ten della money list fermandosi in 12ª posizione per la quale è stata ammessa allo Stage 2 della Qualifying School del LPGA Tour (17-20 novembre).

In terza posizione con 268 (-20) Bailey Tardy, in quarta con 269 (-19) l’inglese Anita Uwadia, la filippina Dottie Ardina, la finlandese Kiira Riihijarvi e la svedese Linnea Strom, “regina” dell’Epson Tour 2023.

La Strom si è imposta nell’ordine di merito anche approfittando delle defezioni nelle gare dell’ultimo periodo di Lucy Li, che ha preferito giocare sul LPGA Tour, avendo da tempo già la ‘carta’ in tasca dopo due vittorie. E’ scivolata in maniera indolore dal primo al terzo posto superata anche dalla cinese Xiaowen Yin, seconda. Promosse sul circuito maggiore, classificate nel ranking dal quarto al decimo posto, Kiira Riihijarvi, l’australiana Grace Kim, la norvegese Celine Borge, Gabriella Then, Gina Kim, la cinese Yan Liu e la coreana Hyo Joon Jang.

Roberta Liti ha concluso la stagione con un 70 (-2) dopo un cammino piuttosto articolato con un eagle, quattro birdie, due bogey e un doppio bogey. Migliori risultati nell’anno la decima piazza nel precedente Tuscaloosa Toyota Classic e l’undicesima nello IOA Championship.

Nella foto: Roberta Liti