fbpx

Challenge Tour: primo titolo per Scott Arnold, 22° Bertasio nel Cordon Golf Open

  06 Settembre 2015 News
Condividi su:

L’australiano Scott Arnold (nella foto di Getty Images), 30enne di Sydney, ha siglato il primo titolo nel Challenge Tour facendo suo con 271 colpi (71 65 67 68, -9) il Cordon Golf Open, disputato sul percorso del Golf Blue Green de Pléneuf Val André (par 70), a Pleneuf in Francia. Tra metà e bassa classifica i giocatori italiani: Nino Bertasio, 22° con 278 (70 71 66 71, -2), Nicolò Ravano, 31° con 281 (67 70 72 72, +1), Matteo Delpodio (70 66 70 77) e Lorenzo Gagli (73 68 70 72), 44.i con 283 (+3).   Arnold ha preceduto l’inglese James Robinson e l’olandese Daan Huizing, secondi con 273 (-7), il nordirlandese Gareth Shaw, lo spagnolo Borja Virto, lo statunitense John Hahn, l’inglese Sam Walker e il francese Clément Berardo, quarti con 274 (-6). Il vincitore, perso un colpo sul par a metà tracciato (due birdie e tre bogey), ha cambiato passo con tre birdie nel rientro per il 68 (-2), che forse non sarebbe stato sufficiente senza l’aiuto di Robinson e di Huizing, quest’ultimo leader dopo 54 buche, che si sono defilati entrambi con un bogey e un doppio bogey quasi in chiusura.   Per Bertasio 71 (+1) colpi con tre birdie, due bogey e un doppio bogey; per Ravano 72 (+2) con tre birdie, tre bogey e un doppio bogey; per Delpodio un inatteso 77 (+7, con due birdie, sette bogey e un doppio bogey) che gli ha fatto ridiscendere la classifica di 31 gradini; per Gagli 72 con due birdie, due bogey e un doppio bogey. Sono usciti al taglio, caduto a 142 (+2), Niccolò Quintarelli, 104° con 146 (76 70, +6), e Andrea Rota, 134° con 151 (72 79, +11). Arnold ha ricevuto un assegno di 32.000 euro su un montepremi di  200.000 euro.   TERZO GIRO – Matteo Delpodio (nella foto), 13° con 206 colpi (70 66 70, -4), e Nino Bertasio, 16° con 207 (70 71 66, -3), sono in una buona posizione di classifica a un giro dal termine del Cordon Golf Open (Challenge Tour), che si sta svolgendo sul percorso del Golf Blue Green de Pléneuf Val André (par 70), a Pleneuf in Francia. Hanno fatto passi indietro Nicolò Ravano, 31° con 209 (67 70 72, -1), e Lorenzo Gagli, 48° con 211 (73 68 70, +1).   Sarà una volata finale molto accesa con parecchi giocatori in grado di prevalere. Parte in pole position l’olandese Daan Huizing (202 – 68 68 66, -8) davanti al nordirlandese Chris Selfrigde, all’australiano Scott Arnold e allo scozzese David Law, in vetta per due giri, i quali sono in ritardo di un colpo (203, -7). Al quarto posto con 204 (-6) il neozelandese Ryan Fox e al quinto con 205 (-5), anche loro con fondate possibilità, lo svedese Joel Sjoholm, i francesi Sebastien Gros e Clément Berardo, lo statunitense John Hahn, il gallese Rhys Enoch, lo spagnolo Borja Virto e l’irlandese Michael McGeady.   Huizing si è espresso con cinque birdie e un bogey per il 66 (-4). Delpodio e Gagli hanno segnato 70 (par) colpi, entrambi con due birdie e due bogey. Per Bertasio un bel 66 con cinque birdie e un bogey, che gli ha fatto risalire la classifica di 22 gradini, e un 72 (+2) per Ravano con quattro birdie, quattro bogey e un doppio bogey. Non hanno superato il taglio, caduto a 142 (+2), Niccolò Quintarelli, 104° con 146 (76 70, +6), e Andrea Rota, 134° con 151 (72 79, +11). Il montepremi è di 200.000 euro. Al vincitore andranno 32.000 euro.   SECONDO GIRO – Matteo Delpodio è salito al quinto posto con 136 colpi (70 66, -4) nel Cordon Golf Open (Challenge Tour) sul percorso del Golf Blue Green de Pléneuf Val André (par 70), a Pleneuf in Francia, dove Nicolò Ravano, 11° con 137 (67 70, -3), è rimasto in alta classifica.   Ha mantenuto il comando con 133 (64 69, -7) lo scozzese David Law, inseguito a due colpi dallo spagnolo Borja Virto, dal francese Alexandre Widemann e dal danese Mads Sogaard (135, -5). Delpodio è affiancato dal nordirlandese Chris Selfridge, dall’australiano Scott Arnold, dal francese Adrien Saddier, dall’olandese Daan Huizing e dallo scozzese Jack Doherty.   Hanno superato il taglio Nino Bertasio (70 71) e Lorenzo Gagli (73 68), 38.i con 141 (+1), e sono andati fuori Niccolò Quintarelli, 104° con 146 (76 70, +6), e Andrea Rota, 134° con 151 (72 79, +11).  Il montepremi è di 200.000 euro. Al vincitore andranno 32.000 euro.   PRIMO GIRO – Si è concluso di prima mattina il giro iniziale del Cordon Golf Open (Challenge Tour) sul percorso del Golf Blue Green de Pléneuf Val André (par 70), a Pleneuf in Francia, sospeso per l’oscurità. Alcuni vandali, la notte precedente l’inizio della gara, hanno danneggiato sei green e per le effettuare le riparazioni è stato necessario rinviare le partenze di circa tre ore, impossibili poi da recuperare.   E’ in vetta con 64 (-6) lo scozzese David Law, che ha due colpi di margine sul connazionale Jack Doherty, sullo svedese Steven Jeppesen e sul danese Joachim B. Hansen (66, -4). Numerosi i concorrenti al quinto posto con 67 (-3) tra i quali vi sono Nicolò Ravano (nella foto), lo spagnolo Borja Virto, il francese Adrien Saddier e lo svedese Jens Dantorp. Al 35° con 70 (par) Nino Bertasio e Matteo Delpodio, al 67° con 72 (+2) Andrea Rota, all’85° con 73 (+3) Lorenzo Gagli e al 131° con 76 (+6) Niccolò Quintarelli. Il montepremi è di 200.000 euro. Al vincitore andranno 32.000 euro.   PRIMO GIRO SOSPESO – Non si è concluso il primo giro del Cordon Golf Open (Challenge Tour) sul percorso del Golf Blue Green de Pléneuf Val André (par 70), a Pleneuf in Francia. Ignoti vandali hanno danneggiato nella notte sei green e per le effettuare le riparazioni è stato necessario rinviare le partenze di circa tre ore, impossibili poi da recuperare.   Nella classifica provvisoria è in vetta con un “meno 6” dopo 17 buche lo scozzese David Law, che ha due colpi di margine sul connazionale Jack Doherty, arrivato in club house con un 66 (-4). Al terzo posto con 67 (-3) Nicolò Ravano, i francesi Mervin Rocchi e Adrien Saddier, il danese Mads Sogaard e lo spagnolo José Luis Adarraga Gomez, ma il quintetto può essere sorpassato dall’inglese Sam Walker e dallo svedese Steven Jeppesen che hanno lo stesso “meno 3” con quattro buche da completare.   Hanno terminato il giro anche Nino Bertasio e Matteo Delpodio, 32.i con 70 (par), Lorenzo Gagli, 96° con 73 (+3), e Niccolò Quintarelli, 131° con 76 (+6), mentre è stato fermato dopo 14 buche Andrea Rota, 73° con “+2”. Il montepremi è di 200.000 euro. Al vincitore andranno 32.000 euro.   PROLOGO – Il Challenge Tour si avvia alla fase decisiva nella corsa che porterà all’assegnazione di 15 “carte” per l’European Tour 2016 nell’ultima gara (NBO Golf Classic Grand Final. 4-7 novembre) in Oman. In quella sede saranno ammessi i primi 45 dell’ordine di merito e c’è bagarre per entrarvi o rimanervi. Tra gli italiani al momento solo Lorenzo Gagli (38° nella money list), ha chances di esserci, ma una successo o una serie di buone prestazione potrebbe cambiare la vita anche agli altri.   Gagli sarà presente al Cordon Golf Open (3-6 settembre) che si svolge sul percorso del Golf Blue Green de Pléneuf Val André, a Pleneuf in Francia, insieme a Matteo Delpodio, Niccolò Quintarelli, Nicolò Ravano, Nino Bertasio e ad Andrea Rota. Al via quasi tutti i migliori a iniziare dal portoghese Ricardo Gouveia, al comando nella classifica dei guadagni e praticamente già sicuro di cambiare tour.   Sarà tra i favoriti insieme ai francesi Clément Sordet, Sebastien Gros e Thomas Linard, al gallese Rhys Davies, all’olandese Daan Huizing, al belga Hugues Johannes, allo svedese Jens Fahrbring, al neozelandese Ryan Fox e allo statunitense Daniel Im. Il montepremi è di 200.000 euro. Al vincitore andranno 32.000 euro.   I risultati