fbpx

Challenge: titolo a Jake Roos ottimo terzo posto per Tadini

  06 Luglio 2014 News
Condividi su:

Alessandro Tadini (nella foto) ha condotto un ottimo torneo e si è classificato terzo con 278 colpi (72 66 68 72, -10), alla pari con il tedesco Bernd Ritthammer e con l’inglese Chris Hanson, nell’Aegean Airlines Challenge Tour (Challenge Tour) svoltosi sul tracciato dell’Hartl Resort (par 72) a Bad Griesbach in Germania. Il successo è andato al sudafricano Jake Roos, che ha concluso con 275 (69 69 67 70, -13), lasciando a due colpi l’inglese Jason Barnes (277, -11). Al sesto posto con 279 (-9) gli inglesi Nathan Kimsey, Andrew Johnston e Robert Coles e gli svedese Jens Fahrbring e Bjorn Akesson, che era in vetta con il vincitore dopo tre giri insieme anche ad Hanson. Hanno ceduto Matteo Delpodio, da sesto a 22° con 283 (68 71 70 74, -5), e Nicolò Ravano, da 12° a 39° con 287 (70 70 70 77, -1) e hanno guadagnato qualcosa Andrea Maestroni, 44° con 289 (71 73 73 72, +1), e Niccolò Quintarelli, 48° con 290 (72 72 73 73, +2). Roos, 34enne di Pretoria con sei titoli nel Sunshine Tour, ha ottenuto il primo nel Challenge Tour al 24° torneo disputato nel circuito, dei quali sette quest’anno, sette nel 2011 e dieci nel 2010, svolgendo praticamente la sua attività quasi tutta in Sudafrica. Ha terminato la sua cavalcata con un 70 (-2) rendendola vittoriosa con due birdie nelle ultime tre buche, dopo essersi espresso in precedenza con tre birdie e tre bogey, e ha ricevuto un premio di 27.200 euro su un totale di 170.000 euro. Tadini, due colpi sotto par dopo 12 buche (tre birdie e un bogey), ha visto compromesse le sue possibilità con tre bogey, contro un solo birdie, dalla 13ª alla 16ª (72, par). Per Delpodio 74 (+2) colpi con un birdie, un bogey e un doppio bogey; per Ravano 77 (+5) con quattro birdie, due bogey, un triplo bogey e un quadruplo bogey; per Maestroni 72 con tre birdie e tre bogey; per Quintarelli 73 (+1) con tre birdie e quattro bogey. Non hanno superato il taglio, caduto a 145 (+1): Lorenzo Gagli (74 76) e Federico Colombo (74 76), 105.i con 150 (+6), Andrea Rota, 123° con 154 (78 76, +10), Filippo Bergamaschi, 129° con 155 (73 82, +11), Andrea Perrino, 136° con 158 (82 76, +14), e Domenico Geminiani, 139° con 159 (82 77, +15).

Terzo giro – Alessandro Tadini, quarto con 206 colpi (72 66 68, -10) correrà per il titolo nel giro finale dell’Aegean Airlines Challenge Tour, torneo del Challenge Tour che si sta disputando  sul tracciato dell’Hartl Resort (par 72) a Bad Griesbach in Germania. Il piemontese è un colpo dal trio di testa con 205 (-11) composto dal sudafricano Jake Roos (69 69 67), dallo svedese Bjorn Akesson (66 72 67) e dall’inglese Chris Hanson (71 67 67), giocatori con i quali era alla pari dopo due turni e dai quali ha perso contatto per un bogey sull’ultima buca.

Possono competere per il successo anche il sudafricano Dylan Frittelli, quinto con 208 (-8), l’ottimo Matteo Delpodio (209 – 68 71 70, -7) e i concorrenti che l’affiancano al sesto posto, gli inglesi Jason Barnes e Andrew Marshall, lo spagnolo Pedro Oriol, il finlandese Jaakko Makitalo e il francese Cyryl Buniol. La matematica non esclude neanche Nicolò Ravano, anch’egli autore di una bella prova e 12° con 210 (70 70 70, -6), che ha la compagnia dello svedese Michael Jonzon e degli inglesi Robert Coles e Andrew Johnston. Sono rimasti in bassa classifica Andrea Maestroni (71 73 73) e Niccolò Quintarelli (72 72 73), 51.i con 217 (+1). Hanno tenuto alto il ritmo i tre al comando, tutti con un 67 (-5) siglato da Roos e da Hanson con sette birdie e due bogey e da Akesson con sei birdie e un bogey. Tadini ha concluso in 68 (-4) tenendo il passo degli altri con sette birdie e due bogey per 17 buche, poi ha aggiunto il terzo bogey sul green finale. Sono andati di pari passo Delpodio e Ravano, entrambi con un 70 (-2) propiziato da tre birdie e da un bogey. Stesso score di 73 (+1) per Niccolò Quintarelli e per Andrea Maestroni, il primo con tre birdie e quattro bogey, il secondo con tre birdie, due bogey e un doppio bogey. Non hanno superato il taglio, caduto a 145 (+1): Lorenzo Gagli (74 76) e Federico Colombo (74 76), 105.i con 150 (+6), Andrea Rota, 123° con 154 (78 76, +10), Filippo Bergamaschi, 129° con 155 (73 82, +11), Andrea Perrino, 136° con 158 (82 76, +14), e Domenico Geminiani, 139° con 159 (82 77, +15). Il montepremi è di 170.000 euro dei quali 27.200 gratificheranno il vincitore.   Secondo giro – Alessandro Tadini, autore dI un ottimo 66 (-6), è volato dal 61° al primo posto con 138 colpi (72 66, -6) nell’Aegean Airlines Challenge Tour, torneo del Challenge Tour che si sta disputando  sul tracciato dell’Hartl Resort (par 72) a Bad Griesbach in Germania. Il piemontese condivide la leadership con gli inglesi Chris Hanson (71 67) e Andrew Johnston (70 68), con lo svedese Bjorn Akesson (66 72) e con il sudafricano Jake Roos (69 69). Sono in ottima posizione anche Matteo Delpodio, sesto con 139 (68 71, -5), e Nicolò Ravano, 13° con 140 (70 70, -4), con il torinese che è affiancato con lo stesso 139 dal tedesco Florian Fritsch, dallo spagnolo Jesus Legarrea, dallo svedese Michael Jonzon, dal francese Cyril Bouniol, dal finlandese Jaakko Makitalo e dall’inglese Sam Little. Sono rimasti in gara anche Andrea Maestroni (71 73) e Niccolò Quintarelli (72 72), 47.i con 144 (par), mentre sono usciti al taglio, caduto a 145 (+1): Lorenzo Gagli (74 76) e Federico Colombo (74 76), 105.i con 150 (+6), Andrea Rota, 123° con 154 (78 76, +10), Filippo Bergamaschi, 129° con 155 (73 82, +11), Andrea Perrino, 136° con 158 (82 76, +14), e Domenico Geminiani, 139° con 159 (82 77, +15). Tadini è filato via con sette birdie e un bogey, mentre Delpodio ha optato per una condotta prudente con due birdie e un bogey per il 71 (-1). Molto tortuoso il percorso scelto da Ravano per arrivare al 70 (-2) con un eagle, cinque birdie, tre bogey e un doppio bogey. Per Maestroni 73 (+1) colpi con due birdie e tre bogey e per Quintarelli 72 (par) con due birdie e due bogey. Il montepremi è di 170.000 euro dei quali 27.200 gratificheranno il vincitore.   Primo giro – Gli svedesi Joel Sjoholm e Bjorn Akesson guidano con 66 (-6) colpi la classifica dell’Aegean Airlines Challenge Tour, torneo del Challenge Tour che si sta disputando  sul tracciato dell’Hartl Resort (par 72) a Bad Griesbach in Germania. Sono al terzo posto con 67 (-5) il francese Cyril Bouniol e l’inglese Sam Little e al quinto con 68 (-4) il ceco Ondrej Lieser e Matteo Delpodio, autore di una bella prova sottolineata da cinque birdie a fronte di un solo bogey. Sono in buona posizione Nicolò Ravano, 16° con 70 (-2), e Andrea Maestroni, 36° con 71 (-1), mentre dovranno cambiare marcia per evitare il taglio Niccolò Quintarelli e Alessandro Tadini, 61.i con 72 (par), Filippo Bergamaschi, 80° con 73 (+1), Lorenzo Gagli e Federico Colombo, 94° con 74 (+2). Situazione più complicata per Andrea Rota, 127° con 78 (+6), per Andrea Perrino e per Domenico Geminiani, 146.i con 82 (+10). Il montepremi è di 170.000 euro dei quali 27.200 gratificheranno il vincitore.   Prologo – Sarà consistente la partecipazione azzurra all’Aegean Airlines Challenge Tour (3-6 luglio), torneo del Challenge Tour in programma  sul tracciato dell’Hartl Resort a Bad Griesbach in Germania. Infatti saranno undici i giocatori italiani che sfileranno sul tee di partenza: Alessandro Tadini, Lorenzo Gagli, Matteo Delpodio, Federico Colombo, Niccolò Quintarelli, Andrea Rota, Filippo Bergamaschi, Nicolò Ravano, Domenico Geminiani, Andrea Perrino e Andrea Maestroni. Molti i concorrenti in grado di aggiudicarsi il titolo, ma hanno forse qualcosa in più degli altri lo spagnolo Jordi Garcia Pinto, i tedeschi Morizt Lampert e Florian Fritsch, gli inglesi Andrew Johnson e William Harrold, lo svedese Bjorn Akesson e l’australiano Terry Pilkadaris, oltre a Tadini e a Gagli. Hanno buone possibilità di battersi in alta classifica anche Ravano e Rota, che appaiono abbastanza tonici. Il montepremi è di 170.000 euro dei quali 27.200 gratificheranno il vincitore.   I risultati