fbpx

Challenge: Doak in playoff Alessandro Tadini 15°

  06 Ottobre 2012 News
Condividi su:

CHALLENGE TOUR: IN FRANCIA PRIMO TITOLO PER DOAK, 15° TADINI – Alessandro Tadini ha ottenuto un altro buon risultato in chiave di ordine di merito terminato al 15° posto con 277 colpi (70 68 73 66, -7) nell’Allianz Open de Lyon (Challenge Tour), svoltosi al Golf du Gouverneur (par 71), a Monthieux in Francia. Ha colto il primo titolo nel circuito con 271 colpi (70 67 68 66, -13) il 35enne scozzese di Glasgow Chris Doak, che dopo aver segnato un bogey sull’ultima buca ed essersi fatto raggiungere da Tim Sluiter, 23enne olandese di Enschede ancora senza successi (271 – 69 67 72 63), lo ha superato con un par alla terza buca di spareggio. Al terzo posto con 272 (-12) il danese Joachim B. Hansen, lo spagnolo Jordi Garcia Pinto e lo scozzese Lloyd Saltman, al sesto con 274 (-10), il sudafricano Justin Walters e l’inglese Sam Hutsby. Ha perso quattordici posizioni nel giro finale Andrea Perrino, 29° con 279 (72 66 70 71, -5), rallentando in tal modo la sua rincorsa verso il 45° posto dell’ordine di merito, l’ultimo che ammette all’Apulia San Domenico Grand Final (24-27 ottobre) dove i partecipanti competeranno per le 20 carte di accesso all’European Tour 2013. Ci andrà invece sicuramente insieme a Tadini, anche Marco Crespi, che nell’occasione ha avuto qualche problema (56° con 286 – 68 73 71 74, +2). Tadini, rinvenuto dal 38° posto con un 66 (-5), ha fatto percorso netto con cinque birdie; nel 71 (par) di Perrino due birdie e due bogey; nel 74 (+3) di Crespi due birdie, due bogey e un triplo bogey. Il titolo ha fruttato a Doak un assegno di 25.600 euro su un montepremi di 160.000 euro.   Terzo giro – Andrea Perrino si è portato dal 24° al 15° posto con 208 colpi (72 66 70, -5) nel terzo giro dell’Allianz Open de Lyon (Challenge Tour), che si conclude al Golf du Gouverneur (par 71), a Monthieux in Francia. E’ scivolato dal 24° al 38° Alessandro Tadini con 211 (70 68 73, -2) e ha guadagnato qualcosa Marco Crespi, da 51° a 44° con 212 (68 73 71, -1). E’ salito in vetta con 203 (67 68 68, -10) il 27 scozzese Lloyd Saltman, a caccia del primo successo nel circuito, che avrà però la forte concorrenza dell’inglese Sam Hutsby e del coreano Byeong-hun An, secondi con 204 (-9), dello scozzese Chris Doak e dei francesi Baptiste Chapellan e Romain Langasque (am) quarti con 205 (-8), dell’inglese Phillip Archer, dello scozzese Raymond Russell e dello svedese Steven Jeppesen, settimi con 206 (-7). Perrino, che ha necessità di un buon risultato per entrare tra i primi 45 classificati dell’ordine di merito e andarsi a giocare una delle 20 carte per l’European Tour 2013 che si assegneranno nell’Apulia San Domenico Grand Final, in Puglia (24-27 ottobre), ha segnato 70 colpi (-1) con cinque birdie e quattro bogey. Tadini ne ha assommati 73 (+2) con un birdie, un bogey e un doppio bogey; Crespi 71 (par) con tre birdie, un bogey e un doppio bogey. Sono usciti al taglio Benedetto Pastore, 67° con 142 (72 70 par), e Alberto Campanile, 78° con 143 (73 70, +1). Il montepremi è di 160.000 euro dei quali 25.600 spetteranno al vincitore. Secondo giro – Andrea Perrino (72 66), e Alessandro Tadini (70 68) sono al 24° posto con 138 (-4) colpi nell’Allianz Open de Lyon (Challenge Tour), che si sta svolgendo al Golf du Gouverneur, a Monthieux in Francia. E’ al 51° con 141 (68 73, -1) Marco Crespi e sono usciti al taglio Benedetto Pastore, 67° con 142 (72 70 par), e Alberto Campanile, 78° con 143 (73 70, +1)-Il nuovo leader è l’inglese Sam Hutbsy con 132 (69 63, -10), che precede il connazionale Phillip Archer, il francese Baptiste Chapellan e lo svedese Steven Jeppesen, attardati di due colpi (134, -8). Al quinto posto con 135 (-7) lo scozzese Lloyd Saltman, l’inglese Andrew Johnston, il tedesco Bernd Ritthammer e l’olandese Wil Besseling.Perrino ha rimontato dalla 73ª posizione grazie a un 66 (-5) con sette birdie e due bogey; Tadini è risalito dalla 42ª con cinque birdie e due bogey per un 68 (-3); Crespi è sceso dalla 13ª con un 73 (+2) dovuto a quattro birdie, tre bogey e un triplo bogey. Il montepremi è di 160.000 euro dei quali 25.600 spetteranno al vincitore. 

 

 

 

 

Primo giro – Marco Crespi è al 13° posto con 68 (-3) colpi nell’Allianz Open de Lyon (Challenge Tour) che si sta svolgendo al Golf du Gouverneur, a Monthieux in Francia. Al 42° con 70 (-1) Alessandro Tadini, al 73° con 72 (+1) Andrea Perrino e Benedetto Pastore, al 91° con 73 (+2) Alberto Campanile. Guida la graduatoria con 65 (-6) colpi il 24enne danese Mortem Orum Madsen, più volte in evidenza durante la stagione ma ancora senza titoli, che precede di un colpo l’australiano Daniel Gaunt, lo svedese Bjorn Akesson, il portoghese José-Filipe Lima, l’inglese Eddie Pepperell e il francese Baptiste Chapellan. In settima posizione con 67 (-4) due dilettanti transalpini, Clement Bernardo e Romain Langasque, insieme agli svedesi Joakim Lagergreen e Steven Jeppesen, all’inglese Phillip Archer e allo scozzese Lloyd Saltman. Crespi ha segnato cinque birdie e due bogey; Tadini, che punta ad andare a premio per consolidare la sua posizione nella money list, tre birdie e due bogey; Perrino, che deve evitare il taglio se vuol sperare di entrare tra i primi 45 dell’ordine di merito, un birdie e due bogey; Pastore tre birdie e quattro bogey; Campanile un birdie e tre bogey. Il montepremi è di 160.000 euro dei quali 25.600 spetteranno al vincitore. Prologo – Il Challenge Tour fa tappa al Golf du Gouverneur, a Monthieux, in Francia, per l’Allianz Open de Lyon (4-7 ottobre) una delle ultime prove prima dell’Apulia San Domenico Grand Final (24-27 ottobre) dove i primi 45 classificati nell’ordine di merito si disputeranno le venti “carte” a disposizione per l’European Tour 2013. Cinque gli italiani in gara: Alessandro Tadini, Marco Crespi, Andrea Perrino, Benedetto Pastore e Alberto Campanile con i primi due già sicuri di fare il viaggio in Puglia. E’ invece impegnatissimo nel tentativo di recupero Perrino, 50° nell’ordine di merito, che cercherà di sfruttare questa occasione per risalire i cinque gradini mancanti in graduatoria, operazione che gli riuscirebbe con un guadagno di circa 2.000 euro, ossia piazzandosi almeno entro i primi diciotto. Al via quasi tutti i migliori tra i quali possono puntare al titolo, oltre a Tadini e a Perrino che attraversano un ottimo periodo di forma, anche gli argentini Rafa Echenique e Daniel Vancsik, i francesi Alexander Levy, Alexandre Kaleka e Gary Stal, lo scozzese Raymond Russell, il danese Jeppe Huldahl, gli inglesi Nick Dougherty ed Eddie Pepperell e lo statunitense Brooks Koepka, vincitore domenica scorsa del Challenge de Catalunya (con Tadini 2° e Perrino 4°). Il montepremi è di 160.000 euro dei quali 25.600 spetteranno al vincitore. I risultati