fbpx

Campionato PGAI: Alessio Bruschi prevale nel playoff a quattro

  17 Novembre 2013 News
Condividi su:

Alessio Bruschi (205 – 68 67 70, -11), nella foto, ha vinto la 37ª edizione dell’Italian PGA Championship, il campionato dei professionisti iscritti alla PGA Italiana disputato sull’impegnativo percorso del San Domenico Golf (par 72) a Savelletri di Fasano (BR). Il 32enne fiorentino di nascita e cresciuto golfisticamente al GC Le Pavoniere, ha festeggiato in anticipo e nel migliore dei modi il compleanno che cadrà il 19 novembre, superando con un birdie alla prima buca di spareggio i tre avversari con cui aveva chiuso alla pari le 54 buche della gara: Emanuele Canonica (69 68 68), tornato a un bel livello di rendimento dopo un periodo di assenza dalle gare, Massimo Florioli (69 67 69), che non ha perso ritmo malgrado non sia più un tournament player, e Andrea Zanini (69 66 70), che ha difeso con i denti il titolo che aveva conquistato lo scorso anno. Hanno concluso al quinto posto con 208 (-8) Pietro Ricci e Andrea Rota, quindi al settimo con 209 (-7) Andrea Zani, all’ottavo con 211 (-5) Niccolò Gaggero, Marco Bernardini e Andrea Perdoncin, in vetta dopo un turno, al 20° con 215 (-1) Gregory Molteni e al 30° con 220 (+4) Costatino Rocca, attuale presidente della PGA Italiana. Per Bruschi è il secondo titolo in carriera e il primo in Italia, In precedenza si era imposto nel Gosser Open in Austria (2004, Alps Tour).   Secondo giro – Cambio della guardia in vetta alla classifica del 37° Italian PGA Championship, il campionato dei professionisti iscritti alla PGA Italiana che si sta svolgendo sul percorso del San Domenico Golf (par 72) a Savelletri di Fasano (BR). Sono infatti passati a condurre con 135 colpi (-9) Andrea Zanini (69 66) nella foto, campione uscente, e Alessio Bruschi (68 67), che inizieranno il giro finale con un colpo di margine su Massimo Florioli (136 – 69 67, -8). Hanno chances di competere per il titolo anche Emanuele Canonica, e Andrea Perdincin, che era leader dopo un giro, quarti con 137 (-7), Marco Bernardini e Andrea Rota, sesti con 138 (-6), e non si possono negare possibilità a Pietro Ricci, Giulio Grippa e ad Andrea Perrino, ottavi con 139 (-5). Sono invece fuori Costantino Rocca e Gregory Molteni, 17.i con 143 (-1), Mauro Bianco, vincitore del Campionato Seniores PGAI, e Federico Elli, a segno per il secondo anno consecutivo nel Campionato Maestri, 20.i con 144 (-par). Il montepremi è di 35.000 euro   Primo giro – Sul percorso del San Domenico Golf, è iniziato il 37° Italian PGA Championship, riservato ai professionisti iscritti alla PGA Italiana. Guida la graduatoria con 67(-5) colpi il 33enne torinese Andrea Perdoncin, tallonato con 68(-4) dal toscano Alessio Bruschi, In terza posizione con 69 (-3) Andrea Zanini, campione uscente, Giulio Grippa, Andrea Zani, Massimo Florioli, Emanuele Canonica, Andrea Perrino e Andrea Rota. Tra i concorrenti al 13° posto (71, -1) Gregory Molteni, Andrea Bolognesi e Andrea Romano, e tra quelli al 20° con 72 (par) Costantino Rocca, Mauro Bianco, vincitore del Campionato Seniores PGAI, e Federico Elli, a segno per il secondo anno consecutivo nel Campionato Maestri. Il torneo si disputa sulla distanza di 54 buche con taglio dopo 36 che ammetterà al giro finale i primi 40 classificati e i pari merito al 40° posto. Il montepremi è di 35.000 euro   Prologo – Sul percorso del San Domenico Golf, a Savelletri di Fasano (BR), si disputa l’Italian PGA Championship (15-17 novembre), ossia il campionato dei professionisti iscritti alla PGA Italiana, giunto alla 37ª edizione. Difende il titolo il ligure Andrea Zanini, che avrà comunque una forte concorrenza nel suo tentativo di conferma. Nel field, tra gli altri, Costantino Rocca, attuale presidente PGAI, che con le sue imprese ha dato grande lustro allo sport italiano, Emanuele Canonica, per tanti anni nell’European Tour, Alessio Bruschi, Massimo Florioli, Andrea Rora, Andrea Perrino, Marco Bernardini e Gregory Molteni. Il montepremi è di 35.000 euro.   I risultati