fbpx

Alps Tour: gran finale di Harry Caseybr>quarto Joon Kim

Joon Kim
  10 Maggio 2015 News
Condividi su:

Con un gran giro finale in 65 (-7) colpi e lo score di 204 (69 70 65, -12) l’inglese Harry Casey ha avuto la meglio in un concitato finale nel Gosser Open, una delle gare più longeve nel calendario dell’Alps Tour che si è conclusa sul percorso del GC Erzherzog Johann (par 72), a Maria Lankowitz in Austria.   Il ventiduenne britannico, promosso all’ultima Qualifying School, è andato a segno nella sesta gara disputata sul circuito superando di un colpo il connazionale Andrew Cooley e l’olandese Darius Van Driel (205, -11).  Tonica prova di Joon Kim (206 – 73 65 68, -10), nella foto, che per la terza volta nell’anno è terminato al quarto posto e settimo per Aron Zemmer con 208 (67 68 73, -8), che non è riuscito a mantenere la leadership conseguita dopo 36 buche.   In alta classifica Cristiano Terragni, 11° con 209 (68 74 67, -7), Andrea Maestroni (69 70 71) ed Enrico Di Nitto (69 69 72), 15.i con 210 (-6), e più indietro Nicolò Gaggero, 27° con 212 (69 68 75, -4), Corrado De Stefani, 41° con 217 (72 68 77, +1), Valerio Pelliccia, 44° con 219 (70 72 77, +3), e Tommaso Orzalesi, 45° con 222 (71 71 80, +6).   Non hanno superato il taglio Andrea Perrino, Leonardo Motta, Andrea Bolognesi e Federico Maccario, 46.i con 143 (-1) e fuori per un colpo, Nunzio Lombardi e Stefano Pitoni, 57.i con 144 (par), Lorenzo Magini, 71° con 146 (+2), Giacomo Tonelli, 82° con 148 (+4), Luca Fenoglio, 90° con 149 (+5), Lorenzo Scotto, 105° con 151 (+7), Federico Colombo, 117° con 153 (+9), Mattia Miloro, 123° con 154 (+10), Umberto Cuomo, 124° con 155 (+11), e Alberto Fisco, 131° con 160 (+16). Si è ritirato Simone Baroni. Per il vincitore 5.800 euro su un montepremi di 40.000 euro.   Secondo giro  – Aron Zemmer (nella foto) è in vetta alla graduatoria con 135 colpi (67 68, -9) a un giro dal termine del Gosser Open, una delle gare più longeve nel calendario dell’Alps Tour che si sta svolgendo sul percorso del GC Erzherzog Johann (par 72), a Maria Lankowitz in Austria.   L’azzurro precede di un colpo l’inglese Andrew Cooley (136, -8) e di due Nicolò Gaggero (137 – 69 68, -7) e l’austriaco Nikolaus Wimmer. Parteciperanno alla corsa per il titolo anche Joon Kim (73 65) ed Enrico Di Nitto (69 69), quinti con 138 (-6) alla pari con gli svizzeri Julien Clement e Gregori Baumann, con gli austriaci Lukas Nemecz e Jurgen Maurer, con il francese Dominique Nouailhac e con l’olandese Darius Van Driel, che hanno le stesse possibilità.   Sono in buona posizione Andrea Maestroni, 13° con 139 (69 70, -5), e Corrado De Stefani, 22° con 140 (72 68, -4), e sono rimasti in gara anche Tommaso Orzalesi (71 71), Cristiano Terragni (68 74) e Valerio Pelliccia (70 72), 39.i con 142 (-2).   Non hanno superato il taglio Andrea Perrino, Leonardo Motta, Andrea Bolognesi e Federico Maccario, 46.i con 143 (-1) e fuori per un colpo, Nunzio Lombardi e Stefano Pitoni, 57.i con 144 (par), Lorenzo Magini, 71° con 146 (+2), Giacomo Tonelli, 82° con 148 (+4), Luca Fenoglio, 90° con 149 (+5), Lorenzo Scotto, 105° con 151 (+7), Federico Colombo, 117° con 153 (+9), Mattia Miloro, 123° con 154 (+10), Umberto Cuomo, 124° con 155 (+11), e Alberto Fisco, 131° con 160 (+16). Si è ritirato Simone Baroni. Zemmer ha girato in 68 (-4) con un eagle e due birdie, senza bogey. Il montepremi è di 40.000 euro (5.800 euro al vincitore).   Primo giro – Aron Zemmer è al terzo posto con 67 (-5) colpi e Cristiano Terragni al quinto con 68 (-4) dopo il primo giro del Gosser Open, una classica nel calendario dell’Alps Tour che si sta svolgendo sul percorso del Golf Club Erzherzog Johann (par 72), a Maria Lankowitz in Austria.  Sono in vetta con 66 (-6) il francese Damien Perrier e lo spagnolo Javier Gallegos, con Zemmer affiancato dall’inglese Andrew Cooley e con Terragni che ha la compagnia dei transalpini Julien Gressier e Johann Lopez-Lazaro, dell’austriaco Leo Astl, dell’inglese Jake Ayres e dell’olandese Jurrian Van der Vaart.   Hanno preso il via altri ventidue italiani: Enrico Di Nitto, Nicolò Gaggero e Andrea Maestroni, 11.i con 69 (-3), Andrea Bolognesi e Valerio Pelliccia, 21.i con 70 (-2), Stefano Pitoni, Tommaso Orzalesi e Nunzio Lombardi, 31.i con 71 (-1), Corrado De Stefani, 49° con 72 (par), Joon Kim, Federico Maccario, Lorenzo Magini e Leonardo Motta, 61.i con 73 (+1), Mattia Miloro, 76° con 74 (+2), Luca Fenoglio, Giacomo Tonelli e Andrea Perrino, 83.i con 75 (+3), Alberto Fisco e Lorenzo Scotto, 105.i con 77 (+5), Federico Colombo e Umberto Cuomo, 113.i con 78 (+6). Si è ritirato Simone Baroni. Il montepremi è di 40.000 euro (5.800 euro al vincitore).   Prologo – Torna il Gosser Open (8-10 maggio), ormai una classica nel calendario dell’Alps Tour che si svolge, come di consueto, sul percorso del Golf Club Erzherzog Johann (par 72), a Maria Lankowitz in Austria, dove spesso in passato i giocatori italiani sono stati protagonisti.   Al via ve ne saranno 24: Joon Kim, brillante quarto la scorsa settimana nel Tunisia Open,  Enrico Di Nitto, Nicolò Gaggero, Simone Baroni, Andrea Bolognesi, Federico Colombo, Umberto Cuomo, Corrado De Stefani, Luca Fenoglio, Alberto Fisco, Nunzio Lombardi, Federico Maccario, Andrea Maestroni, Lorenzo Magini, Mattia Miloro, Leonardo Motta, Tommaso Orzalesi, Valerio Pelliccia, Andrea Perrino, Stefano Pitoni, Lorenzo Scotto, Cristiano Terragni, Giacomo Tonelli e Aron Zemmer.   Promotore dell’evento è l’austriaco Martin Wiegele, che sarà al via insieme ad altri 44 connazionali, tra i quali UIi Weinhandl, Lucas e Tobias Nemecz e Florian Praegant, ben determinati a non lasciarsi sfuggire il titolo. Avranno, tuttavia, una buona concorrenza in alcuni azzurri, negli inglesi Josh Loughrey, a segno in Tunisia, Andrew Cooley e Tom Shadbolt e nei francesi Julien Foret e Matthieu Pavon. Il montepremi è di 40.000 euro (5.800 euro al vincitore).   I risultati