PGA Tour: Kevin Kisner finalmente è riuscito a vincere

  23 novembre 2015 News
Condividi su:

Kevin Kisner è riuscito finalmente a vincere il primo torneo in carriera, imponendosi con 260 colpi (65 67 64 64, -22) nel RSM Classic (PGA Tour) disputato sui due percorsi del Sea Island Resort, il Seaside (par 70) e il Plantation (par 72), a Sea Island in Georgia.

Al 109° torneo disputato in carriera e dopo una stagione 2014-2015 in cui aveva perso tre gare al playoff e dove in quella in corso era stato sorpassato in extremis dallo scozzese Russell Knox nel WGC HSBC Champions, il trentunenne di Aiken (South Carolina) è dovuto ricorrere agli effetti speciali per non avere sorprese e con due 64 (-6) consecutivi ha tolto lo zero dalla casella dei successi stabilendo anche il nuovo record relativo al punteggio più basso della manifestazione realizzato da un vincitore (precedente 264 colpi di Tommy Gainey, 2012).
Nel giro finale svoltosi sul Seaside come i due precedenti, dopo il primo sul Plantation, Kisner ha infilato sei birdie senza bogey e ha lasciato a sei colpi il tenace Kevin Chappell (266, -16), altro protagonista dell’evento. Al terzo posto con 267 (-15) il nordirlandese Graeme McDowell, che ha confermato il suo buon momento dopo essere andato a segno la scorsa settimana nell’Ohl Classic at Mayakoba in Messico, al quarto con 269 (-13) Jon Curran, al quinto con 270 (-12) lo svedese Freddie Jacobson e al nono con 272 (-10) Jason Dufner.
Alti e bassi per Matt Kuchar e Robert Streb, campione uscente, 25.i con 274 (-8) e per Vijay Singh, 44° con 276 (-6). Sono usciti nel secondo taglio, dopo 54 buche, Zach Johnson e il colombiano Camilo Villegas, 75.i con 210 (-2).  A Kisner è andato un assegno di 1.026.000 dollari su un montepremi di 5.700.000 dollari.
Terzo giro Kevin Kisner si è riportato in vetta con 196 colpi (65 67 64, -16), dove era già stato al termine del primo giro, nel RSM Classic (PGA Tour) in svolgimento sui due percorsi del Sea Island Resort, il Seaside (par 70) e il Plantation (par 72), a Sea Island in Georgia.
Con un 64 (-6) nel terzo turno, disputato come il secondo sul Seaside dopo il primo sul Plantation, Kisner ha lasciato a tre colpi Kevin Chappell (199, -13), in vetta dopo 36 buche, mentre è risalito dal nono al terzo posto con 200 (-12) il nordirlandese Graeme McDowell, la scorsa settimana a segno nell’Ohl Classic at Mayakoba in Messico. Al quarto con 201 (-11) il tedesco Alex Cejka, al quinto con 202 (-10) Jeff Overton e Jim Herman, al settimo con 203 (-9) Jason Dufner, insieme ad altri quattro concorrenti. In buona posizione, ma fuori gioco, Matt Kuchar e Robert Streb, campione uscente, 20.i con 205 (-7), deludente il fijiano Vijay Singh, 62° con 209 (-3), ed eliminati al secondo taglio Zach Johnson e il colombiano Camilo Villegas, 75.i con 210 (-2).
Kisner, trentunenne di Aiken (South Carolina) senza titoli nel circuito e con due nel Web.com Tour, ha già sfiorato più volte il successo. Nella stagione 2014-2015 ha perso tre tornei al playoff e nel tour 2015-2016 è giunto secondo nel WGC HSBC Champions, sorpassato nelle ultime battute dallo scozzese Russell Knox. Con sette birdie e un bogey per il 64 si è procurato ora una nuova chance.
Il montepremi è di 5.700.000 dollari dei quali 1.026.000 destinati al vincitore.
 
Secondo giro Kevin Chappell è il nuovo leader con 131 colpi (66 65, -11) del RSM Classic (PGA Tour) in svolgimento sui due percorsi del Sea Island Resort, il Seaside (par 70) e il Plantation (par 72), a Sea Island in Georgia.
E’ seguito con 132 (-10) da Kevin Kisner, in vetta dopo un giro, e dallo svedese Freddie Jacobson e con 133 (-9) da Kyle Stanley. Al quinto posto con 134 (-8) Jason Gore, Michael Kim, il giapponese Hiroshi Iwata e il tedesco Alex Cejka, al nono con 135 (-7) Trey Mullinax, Ricky Barnes, Jim Herman e il nordirlandese Graeme McDowell, reduce dal successo della scorsa settimana nell’Ohl Classic at Mayakoba in Messico.
Al 13° con 136 (-6) Matt Kuchar e Robert Streb, campione uscente, al 21° con 137 (-5) Jason Dufner e al 36° con 138 (-4) il fijiano Vijay Singh. Al limite del taglio Zach Johnson e il colombiano Camilo Villegas, 68.i con 140 (-2).
Chappell, 29enne di Fresno (California) con un titolo nel Web.com Tour, ha segnato un eagle, quattro birdie e un bogey per il 65 (-5) sul Seaside. Il montepremi è di 5.700.000 dollari dei quali 1.026.000 destinati al vincitore.
Primo giro Kevin Kisner guida la classifica con “meno 7” nel RSM Classic (PGA Tour) in svolgimento sui due percorsi del Sea Island Resort, il Seaside (par 70) e il Plantation (par 72), a Sea Island in Georgia. La classifica fa riferimento al par essendo differenti quelli dei due tracciati.
Kisner, che realizzato un eagle e cinque birdie per il 65 al Plantation, precede un gruppo di otto concorrenti con “meno 6”: Jeff Overton, Tom Hoge e il canadese David Hearn, autori di un 64 al Seaside, e Jim Herman, Kyle Stanley, Kevin Chappell, Scott Stallings e il coreano Si Woo Kim  con un 66 al Plantation. Al decimo posto con “meno 5” Jason Dufner e il colombiano Camilo Villegas (per entrambi 67 Pl), al 42° con “meno 3” Matt Kuchar (69 Pl) e il nordirlandese Graeme McDowell (67 Se), al 63° con “meno 2” il fijiano Vijay Singh (68 Pl), Zach Johnson e Robert Streb, campione uscente (tutti e due 70 Pl). Il montepremi è di 5.700.000 dollari dei quali 1.026.000 destinati al vincitore.
Prologo – Il PGA Tour fa tappa in Georgia per il RSM Classic (19-22 novembre), che avrà luogo al Sea Island Resort di Sea Island.
Difende il titolo Robert Streb in un contesto che comprende Zach Johnson, Jason Dufner, Chris Kirk. Matt Kuchar, Kevin Kisner, Brandt Snedeker, il nordirlandese Graeme McDowell, vincitore nella scorsa settimana dell’Ohl Classic at Mayakoba in Messico, il coreano K.J. Choi, il fijiano Vijay Singh e il colombiano Camilo Villegas. Il montepremi è di 5.700.000 dollari dei quali 1.026.000 destinati al vincitore.

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube