LPGA Tour: Sei Young Kim vola a tempo di record, 20° Giulia Molinaro

Kim Sei Young
  09 luglio 2018 In primo piano
Condividi su:

La coreana Sei Yong Kim ha compiuto una grande impresa nel Thornberry Creek LPGA Classic vinto con l’incredibile score di 257 (63 65 64 65) colpi, ben 31 sotto par, punteggio più basso in assoluto di tutti i tempi sul LPGA Tour, marciando alla media di 64,25 colpi a giro. E’ stato anche il torneo in cui Giulia Molinaro, 20ª con 273 (68 70 67 68, -15), ha offerto la miglior prestazione stagionale guadagnando moneta preziosa per la money list.

Sei Young Kim, ha conceso alle avversarie di battersi solo per il secondo posto conquistato con 266 (-22) dalla spagnola Carlota Ciganda. Al terzo con 268 (-20) Emma Talley, la svedese Anna Nordqvist e la coreana Amy Yang e al sesto con 270 (-18) l’inglese Bronte Law. Più distaccate la thailandese Ariya Jutanugarn, 15ª con 272 (-16), l’australiana Katherine Kirk, campionessa uscente, stesso 273 della Molinaro, la canadese Brooke M. Henderson e la neozelandese Lydia Ko,  25.e  con 274 (-14), e la giapponese Nasa Hataoka, 29ª con 275 (-13).

Sei Young Kim (nella foto), 25enne di Seoul, ha portato a sette i titoli nel circuito per un palmarés che comprende anche cinque successi nel LPGA of Korea. Nella sua eccezionale cavalcata ha segnato un eagle e 31 birdie con unica sbavatura alla buca 17 (par) dove ha trovato un doppio bogey nel secondo turno. In riferimento al par ha battuto…se stessa e Annika Sorenstam, fermatesi a “meno 27” rispettivamente nella Founders Cup (2016) e nello Standard Register Ping (2001).

Numericamente hanno ottenuto un 258, ma su campi di par inferiore, Karen Stupples (Welch’s/Fry’s Championship, 2004), Angela Stanford e la coreana Hee Young Park, entrambe nel Manulife Classic (2013). Nei quattro giri Sei Young Park si è espressa con nove birdie, di cui sei consecutivi, nel primo, con nove birdie e un doppio bogey nel secondo, con un eagle e sei birdie nel terzo e con sette birdie nel quarto. Insieme al titolo ha ottenuto un assegno di 300.000 dollari su un montepremi di 2.000.000 di dollari.

Giulia Molinaro, che ha assommato nella money list 22.186 dollari, ha concluso la sua bella gara con un 68 (-4) frutto si quattro birdie senza bogey.

I RISULTATI

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube