Finale QS Alps Tour sette italiani prendono la ‘carta’ piena (cat. 6)

  18 dicembre 2012 News
Condividi su:

Sette giocatori italiani hanno ottenuto una ‘carta’ piena e altrettanti una “conditional card” per l’Alps Tour 2013 nella finale della Qualifying School che si è disputata sui tracciati del La Cala Resort (Asia Course e America Course, entrambi par 72) a La Cala de Mijas sulla Costa del Sol spagnola. Ha vinto il dilettante spagnolo Carlos Pigem con 203 colpi (72 64 67, -13), che ha superato di misura l’inglese Alexander Christie e il gallese Rhys Enoch (204, -12). Ha concluso al quarto posto con 205 (68 67 70, -11) Marco Guerisoli, alla pari con l’inglese Ben Evans e con il norvegese Erik Tage Johansen e, insieme all’alessandrino (nella foto), hanno avuto la ‘carta’ piena (categoria 6) anche Leonardo Motta, quinto con 208 (72 69 67, -8), Giacomo Tonelli, 12° con 211 (66 74 71, -5), Lorenzo Guanti (am), 23° con 214 (71 71 72, -2), gli altri due amateur Francesco Gatti (69 73 73) e Andrea Bolognesi (71 71 73), 27.i con 215 (-1), e Cristiano Terragni, 33° con 216 (73 71 72, par).

 

“Conditional card” (categoria 8) per Luca D’Andreamatteo, 39° con 217 (+1), Alfredo Pazzeschi (am), 49° con 219 (+3), Lorenzo Scotto (am) e Andrea Romano, 55.i con 220 (+4), Nino Bertasio, 58° con 221 (+5), Filippo Bergamaschi, 64° con 223 (+7), e Federico Galli, 70° con 228 (+12). 

 

Nono sono entrati tra i 70 concorrenti (su 144 al via) ammessi all’ultimo giro: Nunzio Lombardi e Claudio Viganò, 71.i con 147 (+3), Vittorio Andrea Vaccaro, 82° con 148 (+4), Francesco Testa (am) e Gabriele Heinrich, 98.i con 150 (+6), Francesco Laporta (am) e Stefano Pitoni (am), 105.i con 151 (+7), Simone Baroni, 121° con 154 (+10), e Michele Zanini, 139° con 164 (+20) Secondo giro – Quattordici giocatori italiani hanno superato il taglio dopo il secondo giro della finale della Qualifying School dell’Alps Tour che si conclude con la disputa del terzo sui tracciati del La Cala Resort (Asia Course e America Course, entrambi par 72) a La Cala de Mijas sulla Costa del Sol spagnola. Avranno tutti una ‘carta’ per il circuito 2013: coloro che entreranno tra i primi 35 classificati riceveranno una categoria piena, gli altri una ‘conditional card’ comunque con buone opportunità di giocare. Sono passati a condurre con 135 (-9) colpi Marco Guerisoli (68 67) e il gallese Rhys Enoch (71 64), che hanno un colpo di vantaggio sullo spagnolo Carlos Pigem (am) e sull’inglese Alexander Christie (136, -8) e due sul norvegese Erik Tage Johansen (137, -7). E’ sceso al nono posto con 140 (-4) Giacomo Tonelli (66 74), leder dopo un turno, e saranno in corsa anche Leonardo Motta, 13° con 141 (72 69, -3), gli amateur Lorenzo Guanti (71 71), Andrea Bolognesi (71 71), Lorenzo Scotto (70 72) e Francesco Gatti (69 73), 21.i con 142 (-2), Cristiano Terragni, 41° con 144 (73 71), Luca D’Andreamatteo (69 76), Andrea Romano (76 69), Nino Bertasio (69 76) e il dilettante Filippo Bergamaschi (74 71), 47.i con 145 (+1), e altri due amateur, Federico Galli (74 72) e Alfredo Pazzeschi (75 71), 62.i con 146 (+2). Nono sono entrati tra i 70 concorrenti (su 144 al via) ammessi all’ultimo giro: Nunzio Lombardi e Claudio Viganò, 71.i con 147 (+3), Vittorio Andrea Vaccaro, 82° con 148 (+4), Francesco Testa (am) e Gabriele Heinrich, 98.i con 150 (+6), Francesco Laporta (am) e Stefano Pitoni (am), 105.i con 151 (+7), Simone Baroni, 121° con 154 (+10), e Michele Zanini, 139° con 164 (+20). Primo giro – Giacomo Tonelli è al comando con 66 colpi (-6) dopo il primo dei tre giri in cui si articola la finale della Qualifying School dell’Alps Tour iniziata al La Cala Resort, a La Cala de Mijas sulla Costa del Sol spagnola dove i  144 concorrenti provenienti dal 17 nazioni si alternano nei primi due turni sui percorsi dell’Asia Course e dell’America Course. Tonelli precede l’irlandese Mark Murphy (67, -5) e un quintetto al terzo posto con 68 (-4) composto da Marco Guerisoli, dal francese Matthieu Romano, dallo svizzero Gregori Baumann, dall’inglese Alexander Christie e dallo scozzese Ross Cameron. Degli altri 21 italiani in campo sono nella parte buona della classifica Luca D’Andreamatteo, Nino Bertasio e Francesco Gatti (am), ottavi con 69 (-3), Lorenzo Scotto (am), 19° con 70 (-2), Andrea Bolognesi (am) e Lorenzo Guanti (am), 27.i con 71 (-1), Leonardo Motta, Nunzio Lombardi e Gabriele Heinrich (am), 40.i con 72 (par), e Cristiano Terragni, 56° con 73 (+1). Sono al momento oltre la linea del taglio, ma hanno quasi tutti chances di recuperare: Claudio Viganò, Vittorio Andrea Vaccaro, Federico Galli (am) e Filippo Bergamaschi (am), 68.i con 74 (+2), Alfredo Pazzeschi (am) e Francesco Laporta (am), 79.i con 75 (+3), Andrea Romano, 98° con 76 (+4), Stefano Pitoni, 106° con 77 (+5), Simone Baroni, 120° con 78 (+6), Francesco Testa (am), 125° con 79 (+7), e Michele Zanini, 130° con 80 (+8). Il torneo si disputa, come detto, sulla distanza di 54 buche e accederanno al giro finale 65 concorrenti: al termine i primi 35 classificati avranno una ‘carta’ piena per l’Alps Tour 2013 e gli altri in graduatoria dal 36° al 65° posto riceveranno una “conditional card”. Prologo – Ventitre giocatori italiani sono tra i 144 concorrenti provenienti dal 17 nazioni che prendono parte alla finale della Qualifying School dell’Alps Tour (17-19 dicembre) in programma sui due percorsi (Asia Course, America Course) del La Cala Resort, a La Cala de Mijas sulla Costa del Sol spagnola. Sono stati ammessi di diritto: Filippo Bergamaschi (am), Andrea Bolognesi (am), Marco Guerisoli, Francesco Laporta (am), Nunzio Lombardi, Leonardo Motta, Stefano Pitoni (am), Andrea Romano, Cristiano Terragni, Giacomo Tonelli, Vittorio Andrea Vaccaro, Claudio Viganò e Michele Zanini. Sono stati promossi allo Stage 1: Simone Baroni, Nino Bertasio (nella foto), Luca D’Andreamatteo, Federico Galli (am), Francesco Gatti (am), Lorenzo Guanti (am), Gabriele Heinrich (am), Alfredo Pazzeschi (am), Lorenzo Scotto (am) e Francesco Testa (am). Il torneo si disputa sulla distanza di 54 buche e accederanno al giro finale 65 concorrenti: al termine i primi 35 classificati avranno una ‘carta’ piena per l’Alps Tour 2013 e gli altri in graduatoria dal 36° al 65° posto riceveranno una “conditional card”.

 

I risultati

 

 

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube