College Usa: Stefano Mazzoli ha vinto il Tiger Invitational

Mazzoli Stefano
  10 Aprile 2019 News
Condividi su:

Nuova vittoria azzurra in campo internazionale. L’ha firmata Stefano Mazzoli imponendosi con 199 (65 68 66, -17) colpi nel Missouri Tiger Invitational, gara di College disputata al Club at Old Hawthorne (Championship Course, par 72) di Columbia nel Missouri. L’azzurro, con la sua ottima prestazione, ha contribuito in maniera decisiva al successo della Texas Christian University, dove studia, nella competizione a squadre.

E’ il settimo successo stagionale all’estero dei giocatori italiani e il secondo dei dilettanti azzurri, anche questo ottenuto negli Stati Uniti come il primo di Andrea Romano nel prestigioso Junior Orange Bowl. Un inizio d’anno ad altissimi livelli in cui i professionisti si sono già imposti cinque volte con la splendida prova di Francesco Molinari nell’Arnold Palmer Invitational (PGA Tour), l’exploit di Guido Migliozzi nel Magical Kenya Open (European Tour), la vittoria di Edoardo Raffaele Lipparelli nella French Tour Qualifying School e le due sull’Alps Tour di Lorenzo Scalise (New Giza Open) e di Luca Cianchetti (Katameya Dunes Open).

Nel giro finale Mazzoli (nella foto) ha superato con un parziale di 66 (-6) Jacob Eklund (Kansas State), secondo con 203, -13). Al terzo posto con 206 (-10) il suo compagno di università David Ravetto e Cody Burrows (Oral Roberts) e al quinto con 207 (-9) Schellhardt McCain (Kansas City), Pierre Mazier (TCU) e Will Starky (SIU Edwardsville).

Mazzoli, che lo scorso anno ha fatto suo il Wexford Plantation Intercollegiate, è stato il terzo giocatore nella storia della TCU a segnare uno score sotto i 200 colpi, dopo Paul Barjon (2013) e Ravetto, che detiene il record con un 197 nel recente vittorioso Lake Charles Invitational.

Da rilevare che l’azzurro ha avuto ragione degli avversari con un’eccellente progressione nel giro finale. Dopo aver cominciato con un bogey, compensato quasi subito con un birdie, ha messo a segno sei birdie, di cui cinque a chiudere, per un parziale di 30 (-6) nel rientro. Aveva ottenuto lo stesso score di 30 anche sulle seconde nove buche nel primo giro (ancora sei birdie) concluso in 65 (-7) con l’aggiunta di altri tre birdie e di due bogey, mentre nel secondo turno ha segnato un 68 (-4) con cinque birdie e un bogey.

I RISULTATI

La Federazione sui Social

 Twitter

 Youtube